Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 16 Giugno - ore 09.11

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Ruggero Deodato, il maestro dell'horror sbarca al Nuovo

Presenterà sul grande schermo dopo tanti anni il cult "La casa sperduta nel parco" e l’inedito per il cinema "Ballad in Blood".

"Monsieur Cannibal" alla spezia
Ruggero Deodato, il maestro dell'horror sbarca al Nuovo

La Spezia - Il Maestro Ruggero Deodato, "Monsieur Cannibal" come lo chiamano all’estero, sarà ospite al cinema "Il Nuovo" venerdi 12 aprile alle 20 per farsi una chiacchierata e assistere insieme al pubblico a due delle sua più significative pellicole. Fu Roberto Rossellini a dargli l'opportunità di lavorare come assistente alla regia. Deodato fu anche assistente di Carlo Ludovico Bragaglia, Luigi Capuano, Mino Guerrini, Gianni Puccini e Riccardo Freda. Ha firmato così alcuni dei lungometraggi che hanno conquistato il pubblico di tutto il mondo, finendo per influenzare il lavoro di registi come Oliver Stone, Quentin Tarantino e Eli Roth. Tra i suoi film più celebri ricordiamo Cannibal Holocaust, considerato tra i più inquietanti e controversi del cinema italiano: tutte caratteristiche che hanno finito per etichettarlo come Monsieur Cannibal.

Instancabile nelle produzioni pubblicitarie (Piaggio, Fiat, Philips, Carrera, Seat Ibiza, Renault, Sperlari, Kraft, Polenghi Lombardo, Buitoni, Crodino, Fanta, De Longhi sono solo alcune delle aziende per le quali ha girato spot) e sul piccolo schermo, è stato anche regista di Bud Spencer in “Padre Speranza” (2001). Al Nuovo presenterà sul grande schermo dopo tanti anni il cult "La casa sperduta nel parco", un’opera agghiacciante, uno dei primissimi home invasion stile Funny Games, ricco di tensione, erotismo e sangue uniti perfettamente. A seguire l’inedito per il cinema "Ballad in Blood", progetto che prende spunto dall’omicidio della giovane Meredith Kercher, avvenuto a Perugia nel 2007. Il regista imbastisce una storia violenta e morbosa, fatta di droga, sesso e sangue e radicata all’interno di un mondo universitario mai così torbido e oscuro. A dare un valore aggiunto in più a Ballad in Blood sono inoltre le ottime musiche di Claudio Simonetti, fondatore dei Goblin e compositore di indimenticabili colonne sonore come quelle di "Profondo Rosso" e "Suspiria".Una serata imperdibile per gli amanti del genere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News