Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 14 Novembre - ore 08.29

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Raot e Origami presentano "Queers corner", chiacchiere e film sulla tematica Lgbt

Raot e Origami presentano "Queers corner", chiacchiere e film sulla tematica Lgbt

La Spezia - La Rete Anti Omofobia e Transfobia La Spezia e Origami Live Club presentano "Queers corner", rassegna di film a tematica Lgbt. "Ogni lunedì, per quattro settimane di fila, dalle 20.30 ceneremo a base di panini e bibita a 8 euro all’Origami Live Club, in Via Manzoni 39, e proietteremo un film approfondendone la tematica con una chiacchierata informale con un ospite diverso ogni sera", spiegano gli organizzatori di Raot.

Il programma

28 NOVEMBRE: PROIEZIONE DI ANY DAY NOW. Si parlerà di omogenitorialità con Tatiana Vaccarezza, mamma arcobaleno.
Cosa vuol dire essere un genitore arcobaleno? Qual è l’attuale situazione legislativa italiana in materia di adozioni da parte di coppie omosessuali? Quali discriminazioni bisogna ancora subire a 40 anni di distanza dall’epoca in cui è ambientato il film? Gli studi scientifici riconoscono possibili danni morali e psicologici a carico dei figli di genitori omosessuali? Perché si ha così paura dell’omogenitorialità?
Any Day Now: Tratto da una storia vera. Sul finire degli anni Settanta, un adolescente affetto da un grave handicap mentale è stato abbandonato al suo destino. Lo ritrovano, però, Rudy e Paul, due omosessuali che decidono di prendere il ragazzo con loro e trasformarlo nel figlio che non potranno mai avere. Quando le autorità vengono a conoscenza di ciò, Rudy e Paul si ritrovano a combattere contro un sistema giudiziario iniquo per ottenere l'affidamento di quello che per loro è ormai un componente indispensabile della loro famiglia.

5 DICEMBRE: PROIEZIONE DI BUT I’M A CHEERLEADER. Si parlerà di terapie riparative con Valentina Bianchini, presidente RAOT.
Cosa sono le terapie riparative e quali trattamenti vengono applicati per “correggere” l’omosessualità? Vengono attuate anche in Italia? Qual è la posizione dell’Ordine nazionale degli psicologi in merito? Possono essere considerate un pericolo per la persona che vi viene sottoposta?
But I’m a Cheerleader: Megan Bloomfield, figlia diciassettenne di due genitori cattolicissimi, è sospettata di essere lesbica. Megan viene spedita a True Directions, un campo di rieducazione per omosessuali, dove attraverso un programma suddiviso per gradi, dovrà imparare a diventare una perfetta eterosessuale. Ci riuscirà? Un film esilarante che gioca su tutti i luoghi comuni di lesbiche e gay, portando queste situazioni fino all'estremo.

12 DICEMBRE: PROIEZIONE DI TOMBOY. Si parlerà di gender con Barbara Intaglietta e Massimo Lavaggi, psicologi e psicoterapeuti.
Cosa sono gli studi di genere e che differenza c’è con la teoria del gender? Com’è iniziata, come si sta svolgendo e chi è fautore della campagna contro l’ideologia del gender? Cosa afferma l’AIP, Associazione Italiana di Psicologia, in merito? Che benefici traggono i sostenitori di questa ideologia dal mantenimento delle differenze sociali di genere?
Tomboy: Laure è una bambina di dieci anni che, durante le vacanze estive, si trasferisce con la famiglia in un nuovo condominio: la ragazzina è timida ed introversa ma grazie a Luise, coetanea conosciuta per caso, riuscirà ad inserirsi nel gruppo di bambini del vicinato e a giocare con loro. In realtà Luise ha scambiato Laure per un maschio, e quest’ultima ha colto l’occasione al volo per lasciar cadere la sua identità femminile e trasformarsi in Michael, ragazzino introverso ma molto forte a calcio che pesta gli altri bambini per difendere la sorellina minore.

19 DICEMBRE: PROIEZIONE DI LA MIA VITA IN ROSA. Si parlerà di transessualità con Regina Satariano, responsabile del consultorio transgenere di Torre del Lago.
Cosa si intende per transgenderismo? Qual è il percorso di transizione che una persona transessuale deve e/o può compiere? Come vengono trattati e considerati i transessuali dalla legge italiana? Le persone transessuali sono spesso vittime di discriminazioni e violenze; perché la società ne ha così paura?
La Mia Vita in Rosa: Ludovic, ragazzino di sette anni è convinto di essere una bambina. I suoi genitori, non senza traumi e contrasti, sono comunque pronti ad accettare la bizzarra diversità del figlio, ma l'atteggiamento dei vicini è invece di disapprovazione. Ludovic, tra l'altro, per legittimare la propria scelta, si appoggia a Pam, magica eroina di una serie televisiva.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Solitamente dove acquistate prodotti alimentari?


































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News