Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 16 Ottobre - ore 23.40

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Quando il jazz si suonava sullo Show Boat

Parte oggi l'edizione 2018, che porta il Festival fino alla Grande Mela, ma forse molti non ricordano quando sul battello "Le Grazie" si assisteva alle serate in musica solcando il Golfo dei Poeti...

50esima edizione, tutto iniziò nel '69
Quando il jazz si suonava sullo Show Boat

La Spezia - Come ogni altra forma espressiva, la musica conosce tanti generi. In questi giorni qua alla Spezia quello che impera è il jazz che celebra oggi la 50° edizione del suo Festival, un’anzianità che credo che nessuna rassegna jazzistico italiana possa vantare. Non è facile dire quale è il segreto del successo di questo appuntamento che è stato nobilitato da grandi artisti internazionali (già nella prima edizione suonò il suo clarinetto Albert Nicholas) e anche da spazi ampi (nel ’77 fu al Picco). Certo, fa sempre piacere ascoltare le variazioni che ogni musicista improvvisa all’istante ché l’autonomia di esecuzione è metafora dell’origine di questa musica: suoni di schiavi neri che rappresentavano la libertà che mancava, con la libera iniziativa dei loro strumenti.

La prima edizione si ebbe nel luglio 1969 per la pensata di alcuni membri della neonata Original Sprugolean Jazz Band: Tiberio Nicola, un grande al basso tuba, Dario Bevilacqua, banjo, e Giorgio Mori, trombone con tiro (ma lui, mentre mi spiegava come si sta sul campo da tennis, lo diceva a coulisse). In formazione ci sono anche Piero Borrini, clarinetto, il batterista François Lombardi e le cornette Sergio Canalini e Marco Villani: ispirandosi alla Creole Jazz Band di King Oliver, regina in Louisiana, le due trombe in formazione erano imperativo categorico.
Avevano cominciato così, per caso, bravi amici appassionati di musica. A farli diventare formazione stabile è proprio l’idea del festival che li vede protagonisti sul palco che s’avvale della favola di Villa Marigola che ospita le prime tre edizioni dell’evento.

Il successo è tanto e s’accoppia con una nuova, bella idea: lo Show Boat. Sorto per iniziativa dell’Associazione Albergatori di Lerici in collaborazione con la Fitram, la nonna dell’Atc, è il vaporetto “Le Grazie” che, addobbato adeguatamente, riprende il battello a ruota che solcava maestoso il Mississippi portando con sé spettatori e spettacolo.
Anche per la “Barca con la Musica sopra” (lo traduciamo così Show Boat?) è trionfo.
Tre sere alla settimana, verso le 10, parte da Lerici e non è facile trovarvi posto. Le onde cullano i passeggeri mentre la band fa jazz: parlano, ballano, io tento qualche flirt destinato all’insuccesso, ma soprattutto ognuno riesce ad evadere dai suoi pensieri grazie al sound di quei sette che suonano prima di tutto per il loro divertimento. Così si traversa il Golfo e, dopo una sosta a Portovenere, si torna indietro zigzagando fra Palmaria e Tino. Lo sbarco, anche da una minicrocierina, è sempre triste, ma quelle sere ci addormentavamo sognando New Orleans.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Festival del Jazz della Spezia nel passato


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News