Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 20 Marzo - ore 21.11

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Quando Toto Cutugno salì sul palco dell'Ariston con l'Armata Rossa

Venerato in Russia è una delle colonne portanti della cultura popolare italiana nel mondo. E le sue origini sono lunigianensi e spezzine "doc".

"perchè sanremo è sanremo"
Quando Toto Cutugno salì sul palco dell'Ariston con l'Armata Rossa

La Spezia - Nella rassegna dei ricordi 'spezzini' sanremesi, il countdown che Città della Spezia dedica al festival che stasera inizierà ufficialmente, non poteva mancare una pietra miliare della musica italiana: Toto Cutugno. Lunigianese di Tendola all'anagrafe, dove è nato nel 1943, è cresciuto in Piazza Saint Bon dove si era trasferito in tenerissima età con la famiglia, che aveva un appartamento nel prestigioso Palazzo Calderai. E proprio in quegli anni ruggenti cominciò la sua avventura musicale imbracciando il tamburo nella banda dove il padre, sottoufficiale di Marina, suonava la tromba. Praticamente venerato in Russia e in altri paesi dell'est europeo, nella cultura popolare rimane una colonna portante della musica degli anni Ottanta e Novanta.

Nel 2013 Fabio Fazio lo chiamò per raccontare la storia del Festival di Sanremo, che quest'anno raggiunge la 69esima edizione con partenza sui Rai 1 questa sera alle 20.45. Sei anni fa Toto salì sul palco dell'Ariston come ospite insieme al coro dell’Armata Rossa una versione riveduta e riarrangiata de "L’italiano", brano con il quale ha partecipato all'edizione del Festival del 1983 e che lo ha reso famoso nel mondo. Quello stesso corso ebbe una fine tragica, nel 2016 quando il volo sul quale viaggiavavano 60 membri cadde nel Mar Nero. Fu un durissimo colpo per uno dei simboli della Russia. In merito a questa triste vicenda, Cutugno scrisse sulla sua pagine social: "La notizia dell'aereo caduto nel mare di 'soci' mi ha sconvolto. A bordo c'era il coro dell'Armata Rossa. Con loro ho vissuto dei momenti indimenticabili sia in Russia che al Festival di Sanremo nel 2013. Eravamo diventati grandi amici e avevamo dei progetti per il futuro. Infatti, un mese fa ero stato contattato per lo stesso concerto di fine anno insieme a loro in Siria per i soldati russi dislocati lì per funzioni militari. Purtroppo e per fortuna ho rinunciato perché avevo un altro impegno. Il destino ha voluto che fossi qui a raccontarvelo. Grazie Dio".

Cutugno, che ha scritto brani enormi anche per altri (Celentano gli deve "Soli", Leali "Io amo", ma la lista è paurosamente lunga ed esce dai confini nazionali), ha partecipato a quindici edizioni della kermesse canora di Sanremo vincendola una volta (1980 - 'Solo noi') giungendo sei volte secondo e una volta terzo. Le stime sulle vendite dei suoi dischi (otto album e due raccolte) raccontano di 100 milioni di copie vendute, ponendolo al secondo posto tra gli artisti italiani, insieme a Luciano Pavarotti e Patty Pravo, dietro ad Adriano Celentano e Mina.
Ed è dall'inizio dell'ultima decade del secolo scorso che Toto Cutugno cerca di scalare anche la vetta dell'Eurovision: nel 1990 con "Insieme: 1992". La canzone venne considerata anche precorritrice del grande tema dell'Europa unita. E'Unione europea, in fondo, nacque nel 1992, due anni dopo "l'auspicio" contenuto nella canzone del Toto nazionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News