Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 17 Dicembre - ore 21.28

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

PiccoLoveBlues, un festival in tre serate sulle alture di Campiglia

Da Watermelon Slim a Enrico Penati, passando per Black Days, Tullamores e Leo Boni: i virutosi dell'armonica e della chitarra salgono sul palco nelle alture spezzine.

PiccoLoveBlues, un festival in tre serate sulle alture di Campiglia

La Spezia - Proseguono con una proposta da non perdere gli appuntamenti con la musica live sul palco all'aperto del Piccoloblù di Campiglia. Tre serate consecutive di blues con interpreti di fama internazionale e formazioni locali, a sottolineare l'importanza del legame tra la qualità e il territorio che contraddistingue l'offerta del locale anche dal punto di vista culinario.
Venerdì 13, sabato 14 e domenica 15 sarà dunque il momento di "PiccoLoveBlues", il primo festival dedicato al genere organizzato dallo staff.

La prima sera, alle 21, toccherà al duo composto da Leonardo Boni e Michele Biondi il compito di rompere il ghiaccio, movimentando l'atmosfera d'altura con la loro energia e la loro capacità di coinvolgere il pubblico.
Doppia portata nella giornata di sabato, con il concerto dello storico gruppo spezzino dei Tullamores e la performance di Conny Ochs, ospite proveniente dalla Germania e apprezzato a livello internazionale per la sua musica originale e carismatica.
Chiusura in grande stile con il concerto di domenica sera, che vedrà salire sul palco i nostrani Black Days accompagnati da giganti dell'armonica come Watermelon Slim ed Enrico Penati. Un incontro unico tra musicisti di primissimo piano che prenderà vita in un contesto altrettanto unico: il prato del Piccoloblù, una distesta di amache, sdraio, tavoli e ombrelloni sul crinale di Campiglia, stretto tra il Golfo della Spezia e il Mar Ligure.

Come sempre la possibilità di assistere ai concerti è offerta gratuitamente.
Per informazioni e prenotazioni di tavoli per l'aperitivo o la cena: 0187 758517

Il programma e i protagonisti

Venerdì 13 luglio

alle 21 - Leo Boni & Michele Biondi

Leonardo Boni è una pietra miliare del blues italiano. Premiato con la Weepin' All Star come miglior band di Boston, il chitarrista fiorentino ha partecipato ai piú importanti festival blues europei oltreché suonato negli Stati Uniti per oltre dieci anni. Oggi collabora con artisti internazionali, incide album a cavallo tra blues, jazz manouche e folk italiano oltreché dedicarsi all'attività didattica.

Michele Biondi ha pubblicato il quarto album Cotton & Moonshine che sta promuovendo suonando in Italia, Spagna e America. Collabora con il bluesman Ray Cashman, l'armonicista Stan Street.

Sabato 14 luglio

alle 19.30 - Tullamores

Tullamores è il nome della musica tradizionale irlandese alla Spezia. Si sono formati sul finire degli anni Ottanta subendo il fascino di band storiche dell’isola verde, in particolare Dubliners, Bothy Band, Christy Moore. La formazione è cambiata, negli anni, molte volte, come molte sono le serate suonate nei locali della provincia, del nord Italia e in varie rassegne musicali. Divertimento e convivialità sono gli ingredienti delle esibizioni live, con canzoni, reels e jigs. Al Piccoloblù si presenteranno con una formazione a cinque: Franz, chitarra e voce; Laura, flauto; Nello, basso; Marco, banjo; Andrea, spoons. Keep on folk!

alle 21.30 - Conny Ochs

Conny è stato definito “cantautore folk - doom”, il suo genere è stato chiamato “folk- soul”, la sua voce “spiritual voice”. Dopo una carriera in cui ha toccato e cantato tutti i generi possibili, Conny sceglie la sua compagna di sempre, la chitarra, e con pochi altri strumenti registra prima Raw Love Song e in seguito Black Happy. Il progetto con Wino (Saint Vitus, the Obsessed, Spirit Caravan), con cui pubblica due dischi di pregio (Heavy Kingdom e Freedom Conspiracy) lo lancia nel mondo e da quel momento Conny non si è più fermato: suona, scrive, registra. Future fables, uscito a febbraio 2016, è un disco dalle sonorità più pulite e melodiche rispetto ai precedenti. Un'apertura solo superficiale però, che si scontra con la crudezza dei testi e la ruviditá della sua interpretazione. Un paradosso che rende il disco ancora speciale e allo stesso tempo reale, quotidiano. Il live resta un occasione imperdibile per godersi un concerto vecchia scuola, semplice, viscerale, autentico.

Domenica 15 luglio

alle 20 - Watermelon slim & Black Days featuring Enrico Penati

Watermelon Slim nome d'arte di Bill Homans suona sia la chitarra sia l'armonica a bocca. Nato a Boston, ma cresciuto nella Carolina del Nord, Homans suona sin dagli anni Settanta e si è esibito con parecchi musicisti blues notevoli, tra cui John Lee Hooker, Robert Cray, Champion Jack Dupree, Bonnie Raitt, "Country" Joe McDonald, e Henry Vestine dei Canned Heat. La sua musica è radicata nello stile del delta del Mississippi, con il suo modo di suonare il dobro con lo slide.
Tipico esecutore acustico, occasionalmente suona la chitarra elettrica. Ha fatto un tour con gruppo di sostegno The Workers. Nel 2005, Homans è stato nominato per il prestigioso premio W.C. Handy Award for "Best New Artist Debut".
Lui e il gruppo inoltre sono stati nominati per sei premi Handy Awards nel 2006, in varie categorie, e per un Maple Leaf Award dalla Toronto Blues Society, sempre nel 2006, per l'album Watermelon Slim and the Workers. Nel 2017 ha pubblicato Golden Boy, suo dodicesimo disco, un concentrato di blues, rock, folk e gospel cantato che ha riscosso grande successo di critica e di pubblico.

I Black Days nascono nel 1988 e all'inizio suonano cover dei maggiori artisti blues come, Willie Dixon, Sonny Boy Williamson, Muddy Waters ed altri. Il baricentro musicale del gruppo, dopo poco, si sposta su un rock-blues molto energico, influenzato da gruppi come Nine below Zero, Nighthawks, Dr Feelgood. Negli anni a venire, la rotta rimarrà quella, musica per i corpi, un suono viscerale e nervoso, veloce come le tensioni che attraverseranno i membri del gruppo. Con un'intensa attività live, hanno modo di affinare la capacità di stare sul palco, e di farsi conoscere. Due cd autoprodotti, Breakin'point e Old locomotors blues, con pezzi propri, e la partecipazione come gruppo di apertura a concerti di artisti del calibro di Willie De Ville, John Hammond, Dr Feelgood, Nine below Zero, sono la storia in sintesi della band che, attualmente è formata da: Alessandro Cozzani alla batteria, Agostino Morbillo al basso, Paolo Maloni chitarra e voce e Pierfranco Bianchi armonica e voce. Negli ultimi anni Pierfranco Bianchi e Little Paul Maloni hanno dato vita ad un duo acustico alla ricerca delle radici della musica che hanno suonato per tanti anni, cercando delle sonorità che spaziano dal primo blues del Delta fino al Chicago Blues, un'esperienza che li ha visti protagonisti di numerosi concerti nei locali e festival.

Enrico Penati è nato a Milano e ha iniziato ad ascoltare jazz e black music nei primi anni Settanta. L'amore per l'armonica e la passione per il blues sono nate dall'incontro con il grande Cooper Terry, bluesman texano, armonicista, cantante e chitarrista, in un locale ai margini del Naviglio Grande di Milano che si chiamava Dathanassis. Lui sapeva trasmettere l'emozione del blues ed in Enrico aumentava la voglia di conoscere meglio l'armonica per iniziare un cammino musicale con lei (ancora oggi suona uno dei suoi blues preferiti: From Four Until Late).
Dopo diversi anni, grazie ai numerosi dischi e concerti si è aperta una "porta" e l'armonica, diventata ormai indispensabile per la sua vita, è diventata la chiave per aprirla. Oggi Penati canta e suona con diverse formazioni. Scrivere testi propri di blues senza distinzioni di stile: Chicago, Delta, downhome, bluesrag East Coast ma anche country (Woody Guthrie), jazz jugs e rock'n'roll (Chuck Berry, Elvis Presley) riproposti a suo modo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News