Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 26 Giugno - ore 22.20

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Nuovo e Astoria, tutti i film in programmazione

Nuovo e Astoria, tutti i film in programmazione

La Spezia - Prosegue la programmazione ai cinema Il Nuovo della Spezia (Via Colombo) e Astoria di Lerici (Via Gerini). I prossimi appuntamenti:

CINEMA/TEATRO IL NUOVO LA SPEZIA

Mercoledì 8 Maggio

Ore 16.00 17.30- 19.15 IL GIOVANE PICASSO ( La Grande Arte al Cinema)



Ore 21.00 SIMENON AL CINEMA: MAIGRET E IL CASO SAINT FIACRE ( Cineteca di Bologna)



Giovedì 9 Maggio

Ore 17.30 STANLIO E OLLIO



Ore 21.00 A MATITA? OMAR GALLIANI ( Anteprima con ospiti l’artisa Omar Gallieni e il regista Fulvio Weltz)



Venerdì 10 Maggio

Ore 17.30 - 21.15 STANLIO E OLLIO



Sabato 11 Maggio

Ore 17.30-19.30-21.15 STANLIO E OLLIO



Domenica 12 Maggio

Ore 16.00 - 17.45 –19.30 STANLIO E OLLIO



Ore 21.15 L’ALFABETO DI PETER GREENWAY



Lunedì 13 Maggio

Ore 16.30 SIMENON AL CINEMA: PANIQUE ( Cineteca di Bologna)


Ore 18.15 L’ALFABETO DI PETER GREENWAY



Ore 21.00 5 CM AL SECONDO ( Anime al Cinema)



Martedì 14 Maggio

Ore 16.30 SIMENON AL CINEMA: PANIQUE ( Cineteca di Bologna)



Ore 18.15 L’ALFABETO DI PETER GREENWAY



Ore 21.00 5 CM AL SECONDO ( Anime al Cinema)





Mercoledì 15 Maggio

Ore 16.30 L’ALFABETO DI PETER GREENWAY



Ore 17.45 SIMENON AL CINEMA: PANIQUE ( Cineteca di Bologna)



Ore 19.30- 21.00 5 CM AL SECONDO ( Anime al Cinema)





CINEMA/TEATRO ASTORIA LERICI



Mercoledì 8 Maggio

Ore 17.30 -21.00 IL GIOVANE PICASSO ( La Grande Arte al Cinema)



Giovedi 9 Maggio

Ore 21.15 SARAH E SALEEM LA’ DOVE NULLA E’ POSSIBILE



Venerdi 10 Maggio

Ore 21.15 SARAH E SAELEM LA’ DOVE NULLA E’ POSSIBILE



Sabato 11 Maggio

Ore 17.00- 21.15 SARAH E SALEEM LA’ DOVE NULLA E’ POSSIBILE



Ore 19.15 STANLIO E OLLIO



Domenica 12 Maggio

Ore 17.00 -21.15 SARAH E SALEEM LA’ DOVE NULLA E’ POSSIBILE



Ore 19.15 STANLIO E OLLIO



Lunedì 13 Maggio

RIPOSO



Martedì 14 Maggio

RIPOSO



Mercoledì 15 Maggio

Ore 21.15 SARAH E SALEM LA’ DOVE NULLA E’ POSSIBILE


Mercoledì 15 Maggio

Ore 21.15 5 CM AL SECONDO (Anime al Cinema)

STANLIO E OLLIO Regia di Jon S. Baird. Un film con Steve Coogan, John C. Reilly, Nina Arianda,- USA, Gran Bretagna, durata 97 minuti Nel 1953, Stan Laurel e Oliver "Babe" Hardy partono per una tournée teatrale in Inghilterra. Sono passati sedici anni dal momento d'oro della loro carriera hollywoodiana e, anche se milioni di persone amano ancora Stanlio e Ollio e ridono soltanto a sentirli nominare, la televisione sta minacciando l'abitudine culturale di andare a teatro e molti preferiscono andare al cinema a vedere i loro capolavori del passato oppure i nuovi Gianni e Pinotto, piuttosto che scommettere sulle loro esibizioni in teatrini di second'ordine. Eppure i due vecchi compagni di palcoscenico sanno ancora divertirsi e divertire, e la tournée diventa per loro l'occasione di passare del tempo insieme, fuori dal set, come non avevano mai fatto prima, e di riconoscere per la prima volta il sentimento di amicizia che li lega.Steve Coogan nei panni di Laurel e John C. Reilly in quelli di Hardy riescono nell'impresa di far rivivere una delle coppie comiche più grandi della storia del cinema e della televisione in un biopic che fa divertire e riempie di nostalgia allo stesso tempo.

LA GRANDE ARTE AL CINEMA IL GIOVANE PICASSO Quando si legge "Picasso", o semplicemente "Pablo", non si hanno dubbi. È lui, Pablo Picasso, uno dei nomi più famosi della storia dell'arte. Un volto noto a tutti, opere che sono diventate icone mondiali. Ma chi era Pablo prima di diventare l'artista conosciuto in tutto il pianeta? Nasce da qui Il Giovane Picasso di Phil Grabsky. Il Giovane Picasso ci conduce nella vita di Picasso come in una detective story, svelando passo dopo passo i fatti che portarono un ragazzo proveniente dal Sud della Spagna alla notorietà mondiale. ,il ruolo fondamentale che nella vita dell'artista ebbero Málaga, Barcellona e Parigi, ricordando perché ciascuna di esse fu così significativa nel corso della sua formazione



SIMENON AL CINEMA :MAIGRET E IL CASO SAINT-FIACRE A maggio due bellissimi restauri della Cineteca di Bologna. Maigret e il Caso Saint Fiacre con Jean Gabin e Panico con Michel Simon - per gli amanti di g. simenon ma non solo...

A MATITA OMAR GALLIANI (Anteprima) in collaborazione con l’Archivio Omar Galliani, con il contributo del CAMeC – Centro Arte Moderna e Contemporanea della Spezia.Nato in occasione dell’antologica “Omar Galliani… a Oriente”, allestita nel 2015 al CAMeC, il progetto si è sviluppato attraverso quattro anni di riprese a La Spezia, a Reggio Emilia e a Milano, documentando le mostre promosse dai Musei Civici di Reggio Emilia e dalle Gallerie d’Italia a Milano, il monumentale sipario dipinto nel 1991 per il Teatro Valli di Reggio Emilia e le lezioni all’Accademia di Brera, dove Galliani è docente di Pittura.

L’ALFABETO DI PETER GREENAWAY A come Amsterdam. A come autistico". Due parole che non indicano solamente la città in cui Peter Greenaway vive e lavora, oppure un modo di essere, ma piuttosto rappresentano l'incipit di questo "alfabeto" filmico, poetico, surreale e un po' sperimentale diretto dall'artista visiva Saskia Boddeke per raccontare la figura del marito, il poliedrico regista gallese Peter Greenaway. È così che un'ironica e innamorata Saskia inizia a riprendere il marito Peter Greenaway dalla "a" alla "z", coinvolgendo tematiche care al regista attraverso uno scambio generazionale con la figlia Pip fatto di quesiti, scherzi, poesie, racconti, gesti, creazioni, disegni, visite nei musei, rimandi amarcord su una spiaggia nordica e chiacchierate al bar.

PANIQUE Si dice Simenon e si pensa a Maigret, ma la narrativa di questo straordinario esploratore dell' animo umano, acuto speleologo dei sentimenti più oscuri, risalta maggiormente nei noir privi del celebre commissario. La forte carica introspettiva e sociale di queste opere ha attratto molti registi ansiosi di cimentarsi nella difficile traduzione in immagini delle ambigue, spesso morbose, vicende raccontate dal grande autore belga, è il 1° film francese di J. Duvivier al suo rientro dagli Stati Uniti. Sui temi della solitudine e dell'incomprensione, ricalca in tutto i film francesi prebellici - specialmente quelli di M. Carné - e ne accentua il pessimismo con aguzze notazioni di misantropia nella descrizione della folla, delle sue bassezze e delle sue vigliaccherie. Magistrali le scene finali. Un Simon straordinario circondato da un'affiatata compagnia di attori.

5 CENTIMETRI AL SECONDO Makoto Shinkai è considerato, soprattutto dopo l’enorme successo mondiale di Your Name.(con oltre 315 milioni di euro incassati), un maestro dell’animazione giapponese, grazie alla sua padronanza delle arti visive e a un’incredibile abilità narrativa. I suoi panorami iper-realistici, le sue atmosfere malinconiche hanno commosso e stregato milioni di fan in tutto il mondo in opere come Il giardino delle Parole, Oltre le nuvole e La voce delle stelle.

SARAH E SALEEM LA DOVE NULLA E’ POSSIBILE Regia di Muayad Alayan. Con Adeeb Safadi, Sivane Kretchner, Ishai Golan, Maisa Abd Elhadi, Palestina, , durata 127 minuti. Un film che, oltre a coinvolgere emotivamente per la storia accattivante e la bravura dei suoi 4 protagonisti, offre anche uno spaccato illuminante della vita quotidiana a Gerusalemme e le difficoltà di convivenza tra Gerusalemme est e ovest. Un film coinvolgente, appassionate e attuale!!!

ORO VERDE C’ERA UNA VOLTA IN COLOMBIA Regia di Cristina Gallego, Ciro Guerra. Un film con Carmiña Martínez, José Acosta, Colombia, Danimarca, durata 125 minuti. La conferma della grandezza di un regista (Guerra, quello magnifico de El abrazo de la serpiente), qui in coppia con la Gallego, che sa sorprendere con tagli scenici e sequenze davvero magistrali, ville-fortezza che nascono dal nulla di un deserto senza strade, accessibile ovunque o in nessun modo: quasi quadri in movimento dal fascino irresistibile. Potenza della regia, ancor più straordinaria e coinvolgente della struttura narrativa,. Un gran film. Ne sentiremo parlare assai di Pajaros de verano!!!

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News