Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 06 Dicembre - ore 15.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Note di solidarietà con Norcia nel cuore

Il 6 dicembre alle 18.30 al Civico la Banda di presidio del comando marittimo nord e Fanfara Del Comando 1ª Regione Aerea diventano un'unica orchestra per la costruzione di tre scuole nelle zone terremotate.

Note di solidarietà con Norcia nel cuore
La Spezia - Due bande musicali per far tornare la speranza a Norcia. Nasce così l'iniziativa culturale "Note di solidarietà" che vede insieme la Banda di presidio del comando marittimo nord e Fanfara Del Comando 1ª Regione Aerea protagoniste in un concerto benefico che si terrà martedì 6 dicembre, alle 18.30, al Teatro Civico.
L'iniziativa, presentata oggi nell’ex aula udienze del Tribunale e della Procura Militare della Spezia, ora Direzione di Commissariato della Marina Militare, alla presenza delle maggiori autorità cittadine, è ad ingresso libero e l'intero incasso verrà devoluto alle zone colpite dal terremoto. Norcia è nel cuore degli spezzini e i fondi raccolti il 6 dicembre verranno consegnati alla Fondazione Francesco Rava che sta portando avanti un progetto per la costruzione di tre scuole, frequentate da almeno 600 bambini.
L’evento, organizzato da Comune della Spezia, Comando Marittimo Nord della Marina Militare e Comando della 1ª Regione Aerea dell’Aeronautica Militare, vedrà per la prima volta insieme la Banda di Presidio del Comando Marittimo Nord e la Fanfara del Comando 1ª Regione Aerea, che si esibiranno formando una grande orchestra di fiati. A presentare sarà un conduttore d’eccezione, Tiberio Timperi. Nel corso della conferenza stampa è inoltre emersa la volontà di dedicare la serata a due grandi italiani, due personalità recentemente scomparse e legate alla città della Spezia: il “signore degli abissi” Enzo Maiorca e l’oncologo Umberto Veronesi.

I dettagli del progetto illustrato dalla Fondazione Rava. La Fondazione Francesca Rava – NPH Italia Onlus aiuta l’infanzia in condizioni di disagio in Italia e nel mondo. Subito dopo le prime scosse di terremoto di agosto e le successive di ottobre, che hanno provocato centinaia di vittime e distrutto case, chiese e la vita di pace di borghi e cittadine sull’Appennino, ha iniziato a lavorare alle maggiori urgenze di ricostruzione con Protezione Civile e MIUR (Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca). "Sono stati individuati nei progetti scolastici le necessità maggiori per i bambini e le loro famiglie - si legge in una nota -, per restituire un elemento centrale nella vita e nella quotidianità di ogni comunità, la scuola, per togliere i bambini dalle tende e da altre situazioni provvisorie quanto prima. Il primo progetto cui abbiamo lavorato è la scuola di Arquata del Tronto le cui chiavi saranno consegnate il 29 novembre al Sindaco e alla comunità: un edificio prefabbricato con 8 classi e 1 locale mensa, coibentato e antisismico, per 100 bambini: la Scuola primaria, la Scuola secondaria di primo grado. A Norcia Sempre con la Protezione Civile e MIUR siamo impegnati anche a Norcia, per restituire una scuola materna, elementare, media a una popolazione scolastica di circa 600 bambini. Attualmente gli studenti condividono a rotazione un edificio scolastico, i piccolini della scuola materna, devono rimanere a casa. Cosi come ad Arquata, siamo in grado di rispondere all’emergenza con una soluzione veloce ed efficiente, in attesa della costruzione delle scuole definitive: realizzare edifici prefabbricati antisismici con impianti energetici e di riscaldamento a ridotto impatto ambientale, da collocare in aree individuate dall’Amministrazione Comunale cui doniamo le strutture. Obiettivo: dare la scuola ai bambini i primi mesi del 2017. La Fondazione Francesca Rava – NPH Italia Onlus e la Marina Militare Italiana Dopo l’intervento nelle emergenze terremoto in Haiti e in Emilia, la collaborazione con la Marina Militare è proseguita con importanti interventi umanitari: in Africa nel 2014 con un progetto di prevenzione della cecità infantile a bordo di nave Etna e, ininterrottamente dall’ottobre 2013, la presenza a bordo delle navi della Marina di team di volontari della Fondazione Francesca Rava, medici specializzati in area d’urgenza e materno infantile per il soccorso sanitario dei migranti salvati in mare nell’ambito delle operazioni Mare Nostrum e Mare Sicuro".
Per continuare ad aiutare negli urgenti progetti di ricostruzione in Centro Italia: Fondazione Francesca Rava - N.P.H. Italia Onlus, tel 0254122917, www.nph-italia.org, c/c bancario IT 39 G 03062 34210 000000760000 – causale: terremoto Centro Italia.

Cenni storici della Banda di presidio del comando marittimo nord. La Banda di Presidio del Comando Marittimo Nord trae le sue origini dai diversi complessi strumentali della Forza Armata che si sono succeduti nella città della Spezia dagli anni successivi all’unificazione d’Italia fino all’inizio del secondo conflitto mondiale.
Ricostituita nel 1964, in seguito alla riorganizzazione dei Dipartimenti Militari Marittimi, essa ottenne la denominazione di Banda Dipartimentale dell’Alto Tirreno e successivamente dal 31 Marzo 2014 ha preso il nome di Banda di Presidio del Comando Marittimo Nord.
Nata con compiti di rappresentanza e per dare lustro alle cerimonie militari, nel corso del tempo e’ cresciuta a livello professionale ed artistico giungendo a presentarsi nelle attuali vesti di “piccola banda Vesselliana” da concerto , esibendosi in vari Teatri e piazze Italiane con un repertorio che spazia da quello celebrativo (marce ed inni) a quello lirico sinfonico con predilezione per la musica originale per banda, fino ad arrivare alla musica leggera ed al jazz.
La banda e’ stata insignita nel 2014 del premio di rappresentanza della Presidenza della Repubblica ed il premio Sepor per la sua peculiare capacità di saper dare, attraverso la musica, un’ immagine della Marina Militare a livello internazionale.
Il complesso strumentale, attualmente composto da 24 elementi, ha un organico costituito da sottufficiali in servizio permanente effettivo dei ruoli marescialli, sergenti e graduati, diplomati in vari conservatori d’Italia, ed è diretto dal 31 Luglio 2015 dal Maestro 1° Maresciallo Vito Ventre.

Cenni Storici Della Fanfara del Comando 1ª Regione Aerea. La Fanfara del Comando 1ª Regione Aerea costituita con D.M. il 1° Gennaio 1984 inizialmente composta esclusivamente da personale di leva è attualmente composta da personale in S.P. del Ruolo Sergenti e Volontari in ferma Prefissata provenienti dai Conservatori italiani.
Nata con lo scopo di dar lustro alle varie cerimonie di Forza Armata alla presenza delle più Alte Cariche dello Stato, ha dimostrato le sue peculiarità come Orchestra di Fiati esibendosi in numerose Piazze e prestigiosi Teatri italiani ed esteri.
L’alta valenza artistica, unita alla passione e alla giovane età dei suoi componenti, permette alla compagine di spaziare nel repertorio musicale italiano e internazionale con brani che vanno dalla musica classica e operistica tradizionale italiana, passando per i vari medley di musica leggera e jazz italiana e straniera fino ad arrivare a quella che attualmente è considerata l’evoluzione musicale per questo tipo di organico che è la musica originale per banda riscuotendo ovunque enorme successo di pubblico e critica.
Tra i molteplici impegni di rappresentanza, la Fanfara può vantare un notevole apporto in termini di concerti ed esibizioni contribuendo con la propria professionalità e umanità che la contraddistingue, a stabilire un contatto tra la realtà militare e quella civile. Dal 2010, la Fanfara della 1ª Regione Aerea è diretta dal M° 1° Maresciallo Luogotenente Orchestrale Antonio MACCIOMEI.


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure