Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 19 Agosto - ore 21.35

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Leonardo da Vinci, sei ipotesi progettuali e una raccolta fondi

Il gruppo di lavoro raccolto dall'ammiraglio Dino Nascetti ha presentato lo studio di fattibilità alla Marina militare. Si attende la risposta per avviare immediatamente i lavori: la dead line è il maggio 2019.

Leonardo da Vinci, sei ipotesi progettuali e una raccolta fondi

La Spezia - L'obiettivo è dichiarato: completare la musealizzazione del sommergibile Leonardo Da Vinci entro il 2 maggio 2019, giorno del cinquecentenario della morte del geniale inventore, pittore, ingegnere e scienziato di cui il sottomarino porta il nome.
Per farlo sarà necessario avviare l'iter subito dopo l'estate e, per prima cosa, avviare una raccolta di fondi per arrivare alla fatidica cifra di 1,5 milioni di euro che si stima occorrano per rendere l'ex sommergibile della Marina militare un museo a cielo aperto.

Per comprendere quale possa essere la strada migliore per centrare l'obiettivo l'ammiraglio Dino Nascetti, ex presidente di Promostudi, ha riunito un gruppo di lavoro composto da ingegneri, architetti, tecnici specializzati, ufficiali del Museo navale, ex sommergibilisti, geologi, ufficiali dell’arsenale, dirigenti e tecnici di Fincantieri e dell’Autorità di sistema portuale ed esperti in informatica che ha predisposto uno studio di fattibilità con sei possibili soluzioni.

Lo studio, presentato all'ammiraglio Giorgio Lazio nei giorni scorsi, prevede che il sommergibile resti di proprietà della Marina militare e sia gestito dal Museo tecnico navale diventandone una sorta di ambasciatore presso la Calata Paita, in prossimità del molo crociere.
La soluzione più semplice ed economica è stata denominata C1 ed è quella visibile nell'immagine.
"Altre due soluzioni, la C3 e la C4, molto belle e funzionali a mio parere - spiega a CDS l'ammiraglio Nascetti -, sono possibili come evoluzione della C1, una in chiave moderna e una in chiave più tradizionale. Una, proposta dall'Università di Genova, prevede la realizzazione di un anfiteatro intorno al sommergibile, come se si trovasse in uno dei bacini di carenaggio dell'arsenale. L'altra, più avveniristica propone di incastonare il battello in una ellisse di rampe e scale che lo rendano visibile da ogni prospettiva. Altre soluzioni di sistemazione presso l'arsenale sono state scartate o per difficoltà tecniche o per l’impossibilità legale dei principali finanziatori di investire risorse all’interno di un’area militare. La cosa positiva è che si prevede di intervenire in maniera poco incisiva sull'esistente e che anche per l'accesso del mezzo ai disabili non è richiesto lo stravolgimento delle strutture interne".
Sponsor principali dell’impresa sono il Comune della Spezia, l’Autorità di sistema portuale del Mar Ligure Orientale, Fincantieri e l’Associazione per il Museo Tecnico Navale.
I contributi all’impresa potranno essere di tipo finanziario, ovvero sotto forma di lavori infrastrutturali o messa a disposizione, a titolo gratuito, di assetti industriali e ore uomo.

"Hanno contribuito allo studio (tutto effettuato su base volontaria) in totale oltre 30 persone che vorrei ringraziare di cuore per l’impegno profuso. Da questo momento restiamo in attesa delle decisioni dello Stato maggiore della Marina. Se questo sarà favorevole - prosegue Nascetti - potranno iniziare immediatamente i lavori con l’obiettivo di arrivare all'inaugurazione dell’opera entro il 2 maggio 2019".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure