Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 13 Dicembre - ore 22.26

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Le "Visioni di moda" di Federico Garolla da oggi allo Spazio Boss

Gli scatti del fotografo partenopeo saranno in mostra alla Pinetina fino al 12 agosto.

Le "Visioni di moda" di Federico Garolla da oggi allo Spazio Boss

La Spezia - Allo Spazio Boss della Pinetina è stata inaugurata oggi la mostra "Visioni di moda" che raccoglie gli scatti di Federico Garolla che potranno essere ammirati fino al 12 agosto.
È la moda italiana che rinasce insieme al Paese, col dopoguerra e la ricostruzione e che Federico Garolla (Napoli 1925, Milano 2012), allora giovane giornalista-fotografo, oggi riconosciuto protagonista della fotografia di quel tempo, racconta in nitidi scatti 6x6, solo recentemente usciti dalle pagine ingiallite dei giornali dell’epoca, per farsi emozionante racconto dell’epos del tempo.
Questa mostra intende oggi raccogliere queste immagini in un unico percorso che sia ammaliante antologia di abiti e collezioni, ma anche viaggio in un’epoca e nel suo immaginario. Le foto di Garolla sono un denso fermo immagine su quel conturbante momento di trasformazioni rappresentato dagli anni ‘50. Mostrano le prime sontuose sfilate nella Sala Bianca di Palazzo Pitti e quelle intime e raffinate dei singoli atelier, evocando le serate di gala nelle ville della vecchia aristocrazia come in quelle della nuova borghesia. Raccontano,insomma, la spensieratezza legata ad una nuova ricchezza e libertà, ma anche il momento germinale di un mutamento sociale e culturale epocale, quello che si pone alle origini dei moderni sistemi di produzione e di comunicazione in un’estetica ancora magicamente sospesa fra vecchie e nuove forme della rappresentazione.
Fotoreporter prima che fotografo di moda, inserito nel sistema dell’informazione del tempo, Garolla porta per la prima volta le modelle per le strade, così come fa entrare il lettore nelle case e nella vita di stilisti e di artisti, e poi di intellettuali protagonisti di una nascente industria culturale.
Abbandonando per la prima volta le ricercate foto in studio dei Ghergo e dei Luxardo, la tradizione ritrattistica di un’iconografia riservata a pochi, si fa promotore di una materializzazione del sogno o forse meglio di una oniricizzazione della realtà, creando nuovi modelli estetici e narrativi, che, specchio di un diverso rapporto fra icona e pubblico, saranno ereditati da tutta una corrente della fotografia di moda degli anni successivi.
Nello stesso tempo conserva nelle sue immagini un’aura che è appunto ancora quella dei ‘50, di un’epoca di passaggio, in cui la formazione di una società di massa era ancora agli albori; ma che, soprattutto, nasce dalla raffinatezza stilistica, dal sapiente uso delle forme dell’autore, capace di ricreare per le strade di Roma, di Firenze e Milano, nella dimensione aperta e prosaica della quotidianità, composizioni che ci parlano dell’arte presente e passata, come del cinema e della letteratura neorealiste del suo tempo.
Dunque, forse proprio come fu la produzione dei grandi atelier di quegli anni, uno spartiacque delicato fra antico e moderno, che ci fa scoprire l’alta moda e la fotografia che la racconta non come una semplice esposizione di abiti belli, ma come forme d’arte che sono specchio e frammento della società del loro tempo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








VIDEOGALLERY



Quanto spenderete per i regali di Natale?


































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News