Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 21 Agosto - ore 14.32

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

La struggente storia di Lucia di Lammemoor vale il pieno di applausi al Coro Lirico

La struggente storia di Lucia di Lammemoor vale il pieno di applausi al Coro Lirico

La Spezia - Il Coro Lirico La Spezia annuncia a tutti gli appassionati il nuovo appuntamento con l’Opera al Teatro Civico della Spezia, con L’Elisir d’Amore di G. Donizetti, sabato 21 aprile 2018. Nell'occasione Ezia Di Capua vicepresidente e curatore dell’associazione, si complimenta con tutto il cast dell’opera “Lucia di Lammermoor”, messa in scena sabato 1 dicembre al Teatro Palmaria.
“Le arie, i duetti e le cabalette, disseminati per l’intera Opera, hanno creato coinvolgimento negli spettatori sabato 16 dicembre al teatro Palmaria nella messa in scena dell’ Opera Lucia di Lammermoor. Ottime esecuzioni - si legge nella recensione di Di Capua - della cabaletta di Lucia “Quando rapito in estasi”, seguita dallo struggente duetto d’amore tra Lucia ed Edgardo, rispettivamente interpretati dal soprano Roberta Ceccotti e il Tenore Kentaro Kitaya. Applausi anche per “Verranno a te sull’aure, i miei sospiri ardenti”,  ed anche per l’accorata cabaletta di Edgardo, nota come “Oh bell’alma innamorata”, eseguita alla fine del secondo atto, dopo il misero decesso dell’amata. 
Ma è stato sicuramente la scena della Pazzia di Lucia, “ardon gli incensi…”, il momento più atteso e applaudito.
Nella recita  hanno regnato le straordinarie fioriture vocali di Lucia,   con l’interpretazione fisica di Roberta Ceccotti che, con il candido abito da sposa lordo del sangue del neo-marito Arturo, del quale ha appena fatto mattanza.
Un’Opera assolutamente complessa ottimamente sostenuta dall'agile bacchetta del Direttore Massimiliano Piccioli.
Un’Opera complessa anche per la dinamica storica del racconto, raccontata attraverso i molti cambi di scena, ben valorizzati dalla regia di Salvatore Sabatini e dalle scenografie di Franca Puliti.
Un' Opera tristemente tanto affine purtroppo a realtà di cronaca contemporanea.
La pianista Miki Kitaya  ha ben espresso attraverso il pianoforte colori e drammaturgia 
Il Coro Lirico La Spezia ha conquistato il pubblico con le sue capacità, la sua creatività e la presenza scenica.
Grandi e sostenuti applausi per Roberta Ceccotti e Kentaro Kitaya e applaudito tutto il cast: Roberta Lodola che ha interpretato Alisa, Stefano Marin, nei panni di Enrico, Raimondo  interpretato da Alessandro Caroppo e Normanno interpretato da Renato Bruschi”.

Per tutti gli appassionati del bel canto e dell'opera info al seguente numero  3474211455.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Ecco lo Spezia 2018/19, che campionato farà?


































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News