Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 21 Febbraio - ore 07.10

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

La stagione del Civico declinata sui più giovani. Tocca a Toni Garbini

Venerdì 2 febbraio “Il custode delle voci. Boccaccio e Bertolani”.

La stagione del Civico declinata sui più giovani. Tocca a Toni Garbini

La Spezia - Nuovo appuntamento per la stagione Teatro Ragazzi del Teatro Civico della Spezia. Venerdì 2 febbraio alle 10 è in programma Il custode delle voci. Boccaccio e Bertolani di Labulè e Teatro Ocra con Toni Garbini e musiche dal vivo di Dario Landi. I racconti di un classico, Giovanni Boccaccio, e un contemporaneo, Paolo Bertolani, si intrecciano in uno spettacolo di voce e musica dal vivo che prende il titolo proprio da una raccolta di racconti di Paolo Bertolani, che si apre con una citazione dal Decameron. Ed è proprio partendo dal capolavoro del Boccaccio, per giungere ai racconti del poeta ligure, che si compone la trama di questo lavoro che intende custodire le voci della nostra esperienza popolare.
Paolo Bertolani è un poeta e narratore, originario di Lerici, in provincia della Spezia, che è stato pubblicato dalle maggiori case editrici italiane come Einaudi, Guanda, Garzanti, Melangolo. Di lui il grande poeta Attilio Bertolucci ha detto: «è stato capace di scrivere con un livello raro di integrità e forza; in tempi di crisi del linguaggio poetico che ci ha coinvolto tutti ha fatalmente scoperto l’erba miracolosa necessaria e che non voglio chiamare medicina». Roberto Benigni nella lettera prefazione alla raccolta Il custode delle voci si rivolge al poeta Paolo Bertolani in questo modo: «brillano o poeta i tuoi racconti… era dal tempo in cui ho smesso di leggere i miti che non sentivo qualcuno che dava del Tu all’ignoto come fanno i tuoi personaggi".

Il Decameron inaugura la narrativa italiana sia da un punto di vista linguistico che tematico, descrivendo un uomo che si affida completamente a se stesso, al proprio desiderio, alla propria capacità di immaginare un mondo, nella prospettiva di una immanente felicità terrena. In questo libro, che nasce rielaborando fonti ancora più antiche di origine orientale come Le mille e una notte e che è stato fonte diretta di molte delle più importanti esperienze letterarie europee, come il teatro di William Shakespeare, è contenuta la radice della nostra esperienza popolare e la matrice della narrazione europea. Età consigliata: scuola secondaria di secondo grado, ingresso € 3.5. Prenotazioni: biglietteria Teatro Civico, via Fazio 45 e via Carpenino – La Spezia T.0187 727 521 - Da lunedì a sabato dalle 8.30 alle 12 – mercoledì anche dalle 16 alle 19. Info: www.teatrocivico.it ; FB TeatroCivicoDellaSpezia; Twitter @TeatroCivico_Sp; info@teatrocivico.it
Tutta la stagione Teatro Ragazzi 2017/2018: www.teatrocivico.it/eventi/categoria/teatro-ragazzi/

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










I SONDAGGI DI CDS

Matteo Salvini ha proposto la reintroduzione della leva obbligatoria per i giovani maschi. Tu che ne pensi?
































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News