Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 21 Agosto - ore 19.49

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

La Spezia antica nei dipinti di Reggio Emilia | Foto

Un gruppo di appassionati scova le opere di Giovanni Fontanesi (1813-1875), che soggiornò nel golfo più di un secolo e mezzo fa. E spuntano una serie di vedute inedite della città prima della costruzione dell'arsenale.

La Spezia antica nei dipinti di Reggio Emilia

La Spezia - Una sana curiosità e un buon colpo d'occhio. E così che un gruppo di appassionati ha riportato all'attenzione una serie di dipinti che tratteggiano la Spezia e il suo golfo prima della costruzione dell'arsenale. "Osservo per la prima volta questo magnifico dipinto di Giovanni Fontanesi, coevo e amico del Fossati, che getta una nuova luce sull'edificio religioso che era posizionato lungo le rive del Torrente Lagora, già dipinto dal nostro pittore da altra angolazione". Inizia con questo post di Fabio Giacomazzi sul gruppo Facebook Spezia nell'Ottocento una caccia al tesoro negli archivi digitalizzati del Deposito Istituto d'Arte di Reggio Emilia.
Proprio a Reggio Emilia nacque nel 1913 questo pittore che l'Enciclopedia Treccani informa aver avuto una madre di cognome Cozzani, quindi di chiare origini spezzine. E alla Spezia Fontanesi soggiornerà per molti mesi, esercitandosi nella pittura di paesaggio dal vero e lasciando quindi una serie di vedute del golfo oggi in parte conservate presso i Musei Civici, l'istituto statale d'arte "G. Chierici" e la Prefettura della città emiliana. Le antiche chiese che sorgevano fuori mura, dove di lì a poco Cavour avrebbe deciso la costruzione della base navale sabauda, la cinquecentesca fortezza di mare del Varignano e tanti scorci della costa ritrovati da Lerici fino alla città ancora non toccata dalla rivoluzione del generale Domenico Chiodo.

La caccia al tesoro è appena iniziata, resa ancora più impegnativa dai battesimi delle opere non troppo accurati. Il dipinto a olio "Golfo della Spezia" mostra per esempio in primo piano e senza ombra di dubbio quella che era la Fortezza di Santa Maria che difendeva l'ingresso del golfo, costruita nel 1569 e poi abbattuta nel 1880. La stessa veduta della Madonna del Lagora riconosciuta dagli appassionati è intitolata "Paesaggio con chiesa" senza altro specificare. L'edificio dovrebbe essere stato abbattuto attorno al 1864 (qui un approfondimento) e quindi la datazione al 1845 dell'opera dovrebbe essere piuttosto precisa.
Di grande interesse è poi una "Marina - studio dal vero" conservata presso la Galleria Fontanesi ai Musei Civici. Mostra il profilo di un'antica cittadina accovacciata tra le colline e il mare, un elegante edificio moderno sulla spiaggia sorvegliato da un castello sulle alture. Non sembra difficile riconoscere la Spezia prima dell'arsenale, con il Palazzo Croce di Malta, luogo di soggiorno di reali e nobili, biglietto da visita della città per chi arrivava dal mare e la grigia figura del Castello di San Giorgio alle sue spalle. La veduta dovrebbe essere stata ripresa dalle prime propaggini del Colle dei Cappuccini, poi spianato per creare l'attuale Piazza Europa. Il monte Parodi e il Santa Croce chiudono l'orizzonte sullo sfondo, mentre sulla sinistra fa capolino forse San Vito. Un piccolo olio di 46x31 centimetri confluito nella collezione comunale nel 1966. La parola agli storici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Notizie La Spezia










Ecco lo Spezia 2018/19, che campionato farà?


































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News