Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 21 Marzo - ore 09.30

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

La Fiera torna in Piazza Europa con lo spirito di sempre

Città in festa dal 17 al 19 marzo con la Notte Bianca a darà il la alle celebrazioni. Brogi: "Mercatini a tema nel centro storico per unire l'area fiera al resto del centro".

peracchini: "un must oltre i nostri confini"
La Fiera torna in Piazza Europa con lo spirito di sempre

La Spezia - Tre giorni e una notte. E’ stato presentato stamane il fitto programma di eventi che animeranno La Spezia in occasione della festa patronale di San Giuseppe, Santo protettore della Città. Oltre alla tradizionale Fiera, un appuntamento molto atteso da spezzini e turisti - che quest’anno si terrà nei giorni di domenica 17, lunedì 18 e martedì 19 – ci saranno mercatini tematici nel centro storico, mentre sabato 16 si potrà già assaporare l’atmosfera di festa con la Notte Bianca di San Giuseppe: musei aperti, dj set nelle piazze e tanta musica nei locali cittadini. Il calendario di appuntamenti e iniziative è stato illustrato dal Sindaco Pierluigi Peracchini e dall’Assessore al Commercio ed Attività Produttive Lorenzo Brogi. Era presente anche Giacomo Paolicchi, conservatore del Museo Civico Etnografico “Giovanni Podenzana”, che ha illustrato le iniziative riguardanti le aperture museali cittadine in occasione della Notte Bianca.
“San Giuseppe è un must che va ben oltre i nostri confini cittadini – dichiara il sindaco Pierluigi Peracchini – una tre giorni in cui esplode la vivacità nel centro storico e che quest’anno finalmente sancisce il suo ritorno in Piazza Europa, dopo anni di assenza. La Fiera non è soltanto occasione di curiosità con banchi originali e gustose gastronomie, è anche un momento di divertimento con la tradizionale Notte Bianca in Piazza Cavour e in Piazza del Bastione, punti nevralgici per la musica. Una partecipazione importante è quella dei produttori locali che allestiranno stand in diversi punti della città per far conoscere le nostre primizie a quanti in questi giorni faranno tappa alla Spezia”.

Brogi: "Ci spingiamo dentro la città per inglobare il centro all’interno del percorso fieristico. Con i suoi quasi 600 banchi, la "nostra fiera" è una delle più grandi a livello nazionale. Quest’anno si terrà nei giorni di domenica 17, lunedì 18 e martedì 19, dalle 8 alle 20. I banchi presenti saranno in tutto 588, e saranno dislocati lungo un percorso di quasi 4 km per una superficie di circa 15 mila metri quadri, nel perimetro compreso tra via Persio (inclusa via Chiodo), piazza Bayreuth, Passeggiata Morin (tranne l’area demaniale di Largo Fiorillo). “Ritorniamo alle origini, ma ancora di più – sottolinea l’assessore Brogi - Ci spingiamo dentro la città, nel cuore pulsante del commercio cittadino, con una serie di mercatini a tema che hanno il compito di inglobare il centro all’interno del percorso fieristico. Abbiamo scelto questa strada per poter collegare il centro commerciale naturale con l’evento fiera. Ma le novità non sono finite, perché quest’anno riportiamo i visitatori della Fiera in Piazza Europa, una delle piazze storiche che finalmente viene di nuovo utilizzata. Infine, oltre ai due concerti che allieteranno la Notte Bianca, molte attività cittadine hanno organizzato per sabato 16 diversi intrattenimenti musicali aderendo all’iniziativa “locali in festa”, con la deroga fino all’1 di notte”.La novità dell’edizione 2019 è dunque il ritorno dei banchi in Piazza Europa, in base ad una recente delibera di giunta che ha in parte ridisegnato il percorso fieristico. Saranno infatti utilizzate le aree di Via Persio, Via Chiodo e Piazza Bayreuth come già per l’edizione 2018 e, in aggiunta, l’area di Piazza Europa, per il riposizionamento di 150 posteggi. Alla base del provvedimento c’è la necessità di creare in varie zone della fiera nuovi varchi di emergenza, sulla base del Piano della Sicurezza predisposto dagli Uffici Tecnici comunali in accordo con l’Autorità locale di Pubblica sicurezza. Il Piano prevede infatti, la creazione di nuovi varchi di emergenza in varie zone del percorso fieristico, che coincidono con 24 posteggi collocati in Viale Mazzini, Via Don Minzoni, Viale Diaz, Via Tommaseo e lungo la prosecuzione di Corso Cavour. Piazza Verdi ospiterà poi una trentina circa di Associazioni ONLUS.

Banchetto per banchetto, cosa troveremo in fiera. Sono 21 gli operatori fieristici provenienti dal territorio comunale, 24 quelli provenienti dalla provincia e 543 gli operatori da fuori-provincia. 57 i banchi di porchetta, panini o formaggi e salumi; 65 quelli di dolciumi, frutta esotica e simili (di cui 25 della zona tipica di Lamporecchio); 158 i banchi di abbigliamento; 9 quelli alimentari provenienti dalle zone tipiche d'Italia (Sardegna, Romagna ); 9 di frutta esotica; 52 casalinghi e articoli dimostrativi; 3 i posteggi in cui si vendono prodotti derivanti dalla lavorazione del cinghiale 5 i rivenditori di ceramiche provenienti da zone tipiche di questa lavorazione; 4 i banchi che vendono animali; 3 rivenditori ferro battuto. Altra novità di quest’anno sono i mercatini a tema, presenti in diverse piazze del centro storico, così da animare anche le zone solitamente non percorse dal transito dei visitatori della Fiera.
Spazi dedicati ai produttori locali, indicati dalle quattro Associazioni di categoria (Cia, Coldiretti, Confagricoltura, UGC-Cisl), saranno allestiti sia in Piazza Mentana, con il Consorzio della Farinata e il Birrificio del Golfo, sia in Piazza Ramiro Ginocchio, dove si svolgerà un Mercatino di produttori. Due stand di produttori locali saranno allestiti anche in Via del Prione, davanti al Museo “Lia”. Piazza del Bastione e Piazza Garibaldi saranno interessate dal mercatino degli hobbisti, mentre Piazza Saint Bon ospiterà il Mercatino artigianale “Mani e Menti”.

Nella storia. Non vi sono certezze sull’inizio della manifestazione, ma sicuramente ha radici molto antiche. La fiera “moderna” nasce insieme alla costruzione dell’Arsenale militare, e le bancarelle non erano molte, ma significativi erano i prodotti esposti, tra cui spiccavano le collane di nocciole, dolciumi e giocattoli; si svolgeva nel centro storico con interessamento di parte del viale Amendola, strada che si riferisce all’attuale statale Aurelia che veniva chiusa al traffico. La manifestazione in quei tempi era molto sentita dalle popolazioni anche dell’entroterra ligure, che vi prendevano parte sempre numerose, e coincideva con l’apertura al pubblico dell’Arsenale della Marina Militare, che all’epoca promuoveva tutta una serie di iniziative al fine di far conoscere il livello tecnologico raggiunto dal proprio settore nautico, anche con la visita alle numerose navi da guerra ivi compresi sottomarini e navi appoggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News