Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 25 Settembre - ore 11.22

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

L'esposizione pasquale degli artisti cattolici si trasferisce online

una tradizione
L'esposizione pasquale degli artisti cattolici si trasferisce online

La Spezia - In questo momento davvero speciale per la sua coinvolgente drammaticità, gli artisti aderenti all’Unione Cattolica Artisti Italiani della Spezia non hanno mancato, così come è consolidata tradizione, di lasciare sincere testimonianze sul tempo pasquale. Benvenuta la tecnologia (www.ucailaspezia.org) che ha egregiamente supplito all’impossibilità di esporre dipinti e sculture nella consueta sede del Circolo Culturale “A. Del Santo”, la cui programmazione espositiva non conosce pause.
L’esposizione, quasi a sottolineare l’importanza del tema, si avvia con la consueta locandina divulgativa che in questa circostanza propone la riproduzione dell’espressivo Cristo Crocifisso del pittore ferrarese Cosmè Tura (1430ca-1495), modellato da linee sobrie e dall’altrettanto sapiente amalgama di scelti colori. La tavola di piccolo formato è custodita nella Pinacoteca di Brera. Nella collettiva è stato inserito, inoltre, lo stupefacente, per datazione ed esecuzione, Cristo Borgognone del Museo dell’Opera del Duomo di Pisa, risalente al XII secolo, ed una commovente e composta Pietà in legno policromo di ignoto autore, assegnata ai secoli XVIII-XIX. Sono opere, al pari di molte altre, che confermano la diffusa presenza nell’arte dai secoli lontani sino ai giorni nostri della Passione di Cristo, tema che ha sempre mosso l’emozionante interpretazione di autorevoli pittori e scultori.
Al faticoso cammino della Via Crucis, caratterizzato da indescrivibile dolore, che si trasforma in infinito amore, partecipano idealmente gli artisti dell’Ucai con i loro distinti linguaggi idonei ad interpretare efficacemente quelle pagine di storia passata, che, emblematicamente, si ripropone non di rado nel faticoso vivere la quotidianità, laddove prevale indifferenza, conformismo, ingiustizia e violenza. La fedeltà a Dio, infatti, si deve commutare in spontanea fedeltà verso l’uomo.
Pittori e pittrici, scultori e ceramiste con distinto slancio espressivo, più contenuto e più marcato, sempre ben rappresentativo di non superficiale condivisione, hanno rivolto la loro creatività focalizzando in buona parte la tragicità della Crocifissione (Gloria Augello, Guido Barbagli, Alfredo Coquio, Anna Maria Giarrizzo, Mario Maddaluno, Marisa Marino, Sergio Maucci, Nina Meloni, Rosa Maria Santarelli, Mema Vortice e Giampaolo Dulbecco, pittore lombardo nato alla Spezia) e la sfolgorante e miracolosa luce divina della Resurrezione (Pino Busanelli, Giuliana Garbusi, Enrico Imberciadori, Fabrizio Mismas, Maria Passaro, Malia Pescara Di Diana, Maria Luisa Petri, Maria Rosa Taliercio). Toccanti Deposizioni sono di Angiolo Delsanto, Ombretta Franco e Pier Luigi Morelli, mentre dipinti con chiari richiami alla vita di Gesù ed alla Pasqua sono stati eseguiti da Umberto Bettati, Cettina Nardiello e Bianca Maria Patuzzo. Anna Maria Barini unitamente a chi scrive hanno contribuito alla rassegna con versi poetici.


Valerio P.Cremolini

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia






FOTOGALLERY




















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News