Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 17 Agosto - ore 22.47

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

L’arte spezzina di Francesco Vaccarone alla Fondazione Vafstiftung

Cinque opere del Maestro fra De Chirico, Magnelli, Reggiani e imaestri del futurismo Prampolini e Dattori.

andranno a Francoforte
L’arte spezzina di Francesco Vaccarone alla Fondazione Vafstiftung

La Spezia - Sono cinque le opere dell’artista Francesco Vaccarone che entreranno a far parte della prestigiosa Fondazione Vafstiftung di Francoforte, grazie a un'acquisizione voluta da Wolker W. Feierabend e Klaus Wolbert, rispettivamente presidente e direttore della suddetta fondazione, i quali hanno fatto recentemente visita allo studio dell’artista spezzino per compiere una meditata scelta tra i suoi numerosi lavori. "Si tratta di un riconoscimento importante per l’arte locale e per il percorso dello stesso Francesco Vaccarone, poiché la Fondazione Vafstiftung è considerata la più importante e documentata raccolta di opere d’arte italiane del XX e XXI secolo in tutto il mondo e ha in Italia uno stretto rapporto con il Mart, Museo d’arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto, nel quale sono esposti cicli storici e tematici delle opere di sua proprietà", ha commentato Valerio Dehò, neo presidente dell'associazione culturale Startè, appena succeduto a Paolo Asti.

La caratteristica della Fondazione Vafstiftung è l’acquisizione e documentazione delle diverse correnti estetiche dagli inizi del secolo scorso sino ai giorni nostri attraverso i loro più prestigiosi protagonisti. Citiamo alcune firme delle oltre duemila opere presenti a Francoforte: Campigli, Carrà, Casorati, De Chirico, Depero, De Pisis, Magnelli, Radice, Reggiani, Rosai, i maestri del Futurismo da Balla a Boccioni, da Prampolini a Dottori e altri del secondo dopoguerra come Fontana, Guttuso, Capogrossi, Morandi, Morlotti. Con questa prestigiosa acquisizione delle opere di Francesco Vaccarone, artista per cui recentemente l’editore Allemandi ha pubblicato il catalogo ragionato dei sessant’anni della sua attività e al quale il Camec ha dedicato una vasta antologica curata dall’associazione culturale Startè, viene così rappresentata anche l’arte della nostra città attraverso cinque importanti dipinti eseguiti dal nostro Maestro fra gli anni Settanta e gli anni Duemila.

I dipinti in oggetto sono:
Clochard, olio su tela, cm.100x100,1975
Discoteca, olio su tela, cm.107x107,1996
Discoteca, olio su tela, cm.100x120,2014
Gabbiano sulla spiaggia, olio su tela, cm.100x100.1973
Letto matrimoniale, olio su tela, cm.160x135,1978

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News