Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 09 Dicembre - ore 22.12

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Il partigiano "William" ne fa 90: "Ragazzi, battetevi sempre per libertà e giustizia"

Festeggiato Umberto Bellavigna che ricorda quando sedicenne salì ai monti: "Non sopportavo più le prepotenze fasciste in città: la X MAS e le Brigate Nere impedivano i raggruppamenti oltre le tre persone".

UMBERTO BELLAVIGNA incontra gli studenti
Il partigiano "William" ne fa 90: "Ragazzi, battetevi sempre per libertà e giustizia"

La Spezia - Umberto Bellavigna, il partigiano “William”, ha compiuto novant’anni, festeggiato dai familiari, dal Preside Paolo Manfredini, dagli insegnanti e dai ragazzi dell’Istituto Fossati, e da Giorgio Pagano e Maria Cristina Mirabello. Bellavigna ha dialogato con Giorgio Pagano, che ha letto brani della sua testimonianza pubblicati nel libro “Eppur bisogna ardir. La Spezia partigiana 1943-1945” e ha sollecitato “William” a ricordare e a raccontare la sua storia ai ragazzi. “Salii ai monti nel maggio 1944 con due amici - ha detto Bellavigna - avevo sedici anni: non sopportavo più le prepotenze fasciste in città, la X MAS e le Brigate Nere impedivano i raggruppamenti oltre le tre persone… Avevamo il sogno insopprimibile della libertà e di una società migliore”.

“William” ha poi ricordato la sua esperienza nel Battaglione “Picelli”, contrassegnata da un forte spirito egualitario, e ha reso omaggio ai suoi comandanti, Nello Quartieri “Italiano” e Dante Castellucci “Facio”: “Ci insegnavano le tecniche della guerriglia ma anche a portare rispetto alle donne e agli uomini delle montagne… è per questo che avemmo sempre il loro sostegno”. Bellavigna ha rievocato la tragica uccisione di “Facio” da parte di alcuni partigiani, e ha detto: “Fu un crimine, ma raccontare le ombre della Resistenza fa emergere ancora di più le sue luci”. Ha poi ricordato Laura Seghettini, “figura straordinaria di donna combattente”, e le tante donne contadine sostenitrici dei partigiani. Infine Bellavigna ha rivolto un appello ai ragazzi “a battersi sempre per la libertà e per la giustizia, perché il fascismo può tornare”: “Abbiamo anche commesso degli errori, ma abbiamo riconquistato la libertà… Sono sempre stato un uomo di sinistra, ma la Resistenza non è solo di sinistra, è di tutti, è il fondamento della nostra Repubblica”.

Due ragazze del Fossati hanno consegnato a “William” una lettera di augurio e un mazzo di papaveri rossi, mentre Maria Cristina Mirabello si è soffermata sulle caratteristiche della Resistenza nelle nostre zone e sul libro “Sebben che siamo donne. Resistenza al femminile in IV Zona Operativa, tra La Spezia e Lunigiana”, scritto insieme a Giorgio Pagano. La manifestazione si è conclusa con la lettura della poesia “Libertà” di Nanda Fellerini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Umberto Bellavigna, il partigiano “William”, ha compiuto novant’anni


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News