Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 20 Giugno - ore 22.15

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Il Gran Maestro affronta i pregiudizi, Vergassola ci mette la sua irriverenza

Stefano Bisi, numero uno del Grande Oriente d'Italia, presenta "Massofobia" al Centro Allende intervistato dal comico. "Noi un occulto centro di potere? Niente di più falso".

domani all'allende
Il Gran Maestro affronta i pregiudizi, Vergassola ci mette la sua irriverenza

La Spezia - Sarà l'irriverenza di Dario Vergassola a tenere a battesimo alla Spezia la presentazione di "Massofobia" da parte del suo autore Stefano Bisi. Il Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia, la più alta carica della loggia più importante d'Italia, pubblica questo libro per Tipheret Edizioni con il chiaro intento di scardinare alcuni dei più radicati pregiudizi nei confronti dell'azione dell'associazione. "L'ignoranza è la madre dei pregiudizi e i pregiudizi sono l'anticamera di ottuse dittature. Uno dei pregiudizi più diffusi nel nostro paese è quello di considerare la Massoneria come un occulto centro di potere e come una segreta congrega di persone che tramano contro la democrazia. Mai nulla di più falso si può pensare", recita una nota.

Storicamente la Massoneria, nel mondo e in particolare in Italia, è stata portatrice di sani principi democratici, culturali e fra i suoi membri si sono contraddistinti personaggi che sono stati determinanti per l'affermazione di ideali di Libertà, di Giustizia e di Democrazia. "Già l'ottusità criminale del fascismo provò a privare i Massoni del loro diritto di esistere e di riunirsi liberamente e uno dei più grandi combattenti per la Libertà, Antonio Gramsci, levò in parlamento la sua voce e la sua possente personalità per difendere la Massoneria da una legge fascista che era liberticida, come liberticida era ed è il fascismo nella sua totalità". Gramsci non fu mai massone ma comprese che dietro quella legge si nascondeva l'insidiosa ingerenza della dittatura nel poter interferire verso e contro le libere associazioni e contro la Democrazia tutta. Oggi qualcuno vuole riportare alla ribalta l'idea di proibire alla Massoneria la sua esistenza, e anche oggi dietro la legge "Fava" (dal nome del primo firmatario) si nasconde la antidemocratica intenzione di impedire alle libere associazioni di riunirsi e di portare democraticamente nella società istanze sociali e culturali che possono solo sviluppare proficui e costruttivi momenti di discussione nel tessuto sociale di una nazione.

Tutto questo viene in un certo senso "preso in contropiede" dalla scelta di un comico come Vergassola quale interlocutore. A introdurre l'appuntamento sarà Angelo "Ciccio" Delsanto.


MASSOFOBIA
La Spezia, 4 Giugno 2019 ore 17.30
Centro Allende, viale Mazzini

presentazione del libro "MASSOFOBIA" di Stefano Bisi
ne parleranno:
Dario Vergassola, ironico curioso
Stefano Bisi, Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia
introduce Angelo "Ciccio" Delsanto

I Massoni sono stati protagonisti nella crescita democratica dell'Italia, si sono sempre battuti per la Cultura, la Democrazia e la Libertà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia































La Piazza Sospesa sorgerà tra Via Diaz e il lungomare: vi piace il progetto?











Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News