Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 20 Ottobre - ore 13.47

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Il Cineclub Don Bosco ricorda Gianni Petricciani

Il Cineclub Don Bosco ricorda Gianni Petricciani

La Spezia - Sabato 6 ottobre 2018 dalle 15.30 il Cinema Don Bosco (Via Roma 128 La Spezia) ricorda Gianni Petricciani, storico presidente e instancabile animatore del cineclub, spentosi il 10 dicembre 2017. Ariodante Roberto Petacco, critico cinematografico e collaboratore del Controluce, lo ricorderà in occasione del trentennale della ristrutturazione del cinema, riproponendo a vent’anni di distanza dalla sua prima proiezione al Cineclub Controluce un film a cui Petricciani era particolarmente legato, “Queen: Made in Heaven”.

"Gianni Petricciani - raccontano dal Don Bosco - era un grande fan del gruppo del compianto Freddy Mercury. Alla Mostra del Cinema di Venezia del 1996 ebbe l’occasione di assistere alla proiezione di questo film che raccoglieva una serie di cortometraggi di giovani registi britannici ispirati alla loro musica. La pellicola era priva di una distribuzione italiana ma Gianni non si dette pace finché non fosse riuscito ad ottenerlo per mostrarlo al Cineclub Controluce. Seguirono contatti frenetici via email con il British Film Institute che alla fine ci concedette gratuitamente il noleggio di una copia della pellicola, con spese di trasporto a nostro carico, onerosissime. Fu qui che la passione, il temperamento e la tenacia per il raggiungimento dell’obiettivo, doti che a Gianni non facevano certo difetto, vennero fuori: il Presidente non si perse d’animo, occupandosi personalmente della faccenda volando da Pisa per Londra insieme alla valigetta con le “pizze”, andata e ritorno. Questo era Gianni e anche così vogliamo ricordarlo".

“Ci mancherà la sua eclettica esuberanza”. Così hanno voluto ricordarlo l’Anec, l’Agis e la Fice della nostra regione alla notizia della sua prematura scomparsa. Della sua esuberanza, unita a una contagiosa passione per il cinema, sono stati testimoni tutti coloro che hanno avuto occasione di incontrarlo, nella sua veste di instancabile animatore culturale. Il suo eclettismo, unito a una personalità travolgente, ha consentito al Controluce di attraversare oltre mezzo secolo di attività cinematografica, affrontando la sfida di cambiamenti epocali. A noi piace ricordare soprattutto l’amico fraterno, l’uomo dal temperamento brillante e positivo, il “capitano coraggioso”, il saggio e instancabile organizzatore delle nostre iniziative, molte delle quali frutto della sua capacità e delle sue intuizioni.

Gianni, classe 1943, era già qui in quel giorno del 1960 che vide l’inaugurazione del salone Cinema Teatro “Don Bosco”, come si chiamava allora, e sarebbe stato nel 1968 tra i fondatori del Cineclub Controluce. La sua principale attività lavorativa, in seno alla Olivetti di cui nel tempo era divenuto concessionario della zona di Massa, non gli impediva di presenziare ogni fine settimana all’organizzazione della programmazione del nostro cineclub. Suo il merito di avere mantenuto, prima dell'arrivo delle multisale, il Cinema Don Bosco campione di incassi a livello cittadino, grazie a un accordo con Medusa Film, cui fece seguito il passaggio alla prima visione nel 1990, dopo la ristrutturazione del 1988 ad opera di Don Angelo Bassano, salesiano illuminato, allora parroco e direttore dell'Opera Salesiana. Altro traguardo storico del Controluce, sotto la sua guida, il passaggio al cinema digitale nel 2014: sua l'idea del crowdfunding “Aiutaci a non chiudere”, la campagna che, coinvolgendo tutta la città e le istituzioni, ha permesso di dotare la sala di un impianto di proiezione al passo coi tempi per continuare a garantire, insieme a un’altra storica sala, l’offerta cinematografica di qualità nel centro cittadino. "Gianni Petricciani lascia una grande eredità e un grande esempio, a lui va tutta la nostra riconoscenza e la promessa di impegnarci a proseguire la sua opera al meglio. Un particolare ringraziamento a Riccardo Pioli che ha allestito tutto il progetto grafico", concludono da Via Roma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News