Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 23 Marzo - ore 22.11

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

I grandi compositori tedeschi suonati al Circolo Ufficiali

I grandi compositori tedeschi suonati al Circolo Ufficiali

La Spezia - Si è tenuto ieri sera, presso il Circolo Ufficiali Marina Militare della Spezia “Vittorio Veneto”, il concerto del duo Alberto Bologni, violino, e Giuseppe Bruno, pianoforte, organizzato dal Circolo Ufficiali con la collaborazione dell’Associazione Richard Wagner della Spezia e il sostegno del Consolato Generale Tedesco di Milano. In un salone gremito, alla presenza di diverse autorità civili e militari cittadine, i due illustri maestri hanno eseguito la Ciaccona per violino solo, dalla II Partita di J.S.Bach, la “Morte di Isotta” di R.Wagner/F.Liszt e la Sonata per violino e pianoforte op.47 in la minore “A Kreutzer” di L.van Beethoven. Davvero molto apprezzata la performance del duo Bologni e Bruno che, a grande richiesta, hanno concesso il bis agli spettatori presenti. L’Associazione Richard Wagner della Spezia, fondata nel 2011 e presieduta dalla dott.ssa Maria Cristina Failla, si propone di diffondere la cultura musicale nel territorio con particolare attenzione per l’opera di Wagner, onorando il rapporto di gemellaggio che unisce il Comune della Spezia con quello di Bayreuth e sostenendo tra l’altro l’iniziativa delle borse di studio “Richard Wagner” per giovani musicisti.

Alberto Bologni, diplomatosi al Conservatorio Cherubini di Firenze con il massimo dei voti e la lode e ottenuto in seguito il diploma di solista al Conservatorio di Rotterdam, deve la sua formazione al contributo di alcune fra le più celebrate tradizioni violinistiche europee. Appassionato di arte, cinema e letteratura, la sua curiosità intellettuale lo ha reso uno dei violinisti più versatili della sua generazione. Autore del dialogo teatrale “Goldoni e Haydn ovvero dell’arte della conversazione”, ha inoltre composto le cadenze ai concerti per violino di Mozart, Haydn, Viotti (n.22) e Paganini (n.1). E’ titolare della cattedra di violino dell’ISSM Luigi Boccherini di Lucca e collabora con alcune università statunitensi. Suona un Santo Serafino del 1734, ex Cesare Ferraresi.

Giuseppe Bruno si è diplomato a pieni voti in Pianoforte, Composizione e Direzione d’orchestra con i Maestri Specchi, Zangelmi e Taverna; si è perfezionato con Paolo Bordoni per il pianoforte e Leopold Hager per la Direzione d’orchestra e ha frequentato un seminario di Composizione all’ IRCAM di Parigi. Ha tenuto il suo primo recital all'età di 17 anni, cui è seguita un'ininterrotta attività solistica e cameristica in tre continenti. In possesso di un ricco repertorio di composizioni per pianoforte e orchestra, ha suonato con importanti complessi in Italia, USA, Grecia, Ucraina, Polonia, Bosnia Erzegovina, Romania e Germania. Attivo anche come direttore d’orchestra, ha lavorato con complessi quali l’ORT e la Filarmonica di Kiev; sue composizioni per violino, sassofono, voce, sono state eseguite in Europa, USA e Cina. Universal Edition di Vienna ha pubblicato la sua trascrizione cameristica di “Purgatorio” dalla X Sinfonia di Mahler. Insegna al Conservatorio della Spezia, di cui è stato direttore dal 2008 al 2014, ed è Gastprofessor presso la Rubinstein Akademie di Düsseldorf.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News