Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 22 Ottobre - ore 13.45

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Gustavo Aceves e il viaggio dei migranti, una sua opera potrebbe essere installata in città

Gustavo Aceves e il viaggio dei migranti, una sua opera potrebbe essere installata in città

La Spezia - "Un grande evento culturale per la Spezia che entra a far parte di un circuito che ha toccato Berlino, Roma e arriverà sino ad Atene, Parigi e New York, segno anche del risveglio della nostra città che ha una grande tradizione culturale". Sono parole significative quelle dell'assessore alla cultura della Spezia Paolo Asti quando presenta la mostra "Sculture" di Gustavo Aceves il cui vernissage è previsto a Porto Lotti domani sera, sabato 16 settembre, alle 18.30. "Sculture" fa infatti parte di "Lapidarium" il grande progetto che lo scultore messicano porta in tutto il mondo. Un intervento monumentale di arte contemporanea carico di suggestioni e di riferimenti attuali, in particolare al tema dell'immigrazione spesso tragico.

Lo ha confermato lo stesso autore Gustavo Aceves intervenuto per la conferenza stampa e per seguire gli ultimi lavori di allestimento di questo evento realizzato dalla galleria “ForteArte” di Forte dei Marmi, in collaborazione con Porto Lotti e con il patrocinio del Comune della Spezia. "La scelta di questo luogo - ha spiegato Aceves - non è casuale. Siamo in un porto, davanti ad un mare come quelli che accolgono i tanti migranti. Io uso i cavalli come metafora del viaggio drammatico che le genti di tante parti del mondo compiono alla ricerca di un riscatto. Lapidarium tocca anche la quadriga di San Marco realizzata in epoca romana e poi protagonista a sua volta di una vera e propria emigrazione a Costantinoppoli, a Venezia, a Parigi con Napoleone e poi riportati a Venezia dall'imperatore d'Austria. Il cavallo - continua l'artista messicano - è anche il cavallo di Troia che “penetra” i muri che sono la ingiusta criminalizzazione dell'immigrazione. Il cavallo racconta momenti diversi di essere".
Nell'installazione di Porto Lotti ce ne saranno due in bronzo a patina verde adagiati su scheletri di barche, ci sarà un trittico in bronzo nero su un bianchissimo onice che rappresenta la schiuma del mare. E ancora un cavallo apode monumentale fuso in ferro ossidato che rievoca la fuga nel mar Rosso verso la terra promessa. In conferenza stampa Gustavo Aceves ha sottolineato come lui abbia cominciato il progetto "Lapidarium" nel 2008, ben tre anni prima dell'inizio del flusso migratorio che ha investito l'Italia e tutto il Mediterraneo. "Dopo le tappe alla porta di Brandeburgo a Berlino, ai mercati di Traiano e ai Fori Imperiali a Roma - ha detto Aceves - l'appuntamento di Porto Lotti precede quello dell'Acropoli ad Atene, poi quello di Parigi, di New York con la conclusione a Città del Messico. Un fil rouge unisce queste tappe e la Spezia ne fa parte a pieno titolo".

L'altro valore dell'evento è stato sottolineato da Patrizia Grigolini di Forte Arte, spezzina ormai versiliese di adozione. "Lapidarium _ ha detto - ha precorso i tempi come tutta l'opera di Aceves". Mauro Cantini delle relazioni esterne di Porto Lotti si è augurato che questo appuntamento sia il primo di un calendario che porta l'arte nell'approdo turistico spezzino almeno con una cadenza annuale". Invito subito raccolto da Paolo Asti. "Culture e turismo sono due settori che si valorizzano a vicenda portando benefici effetti a tutta la vita cittadina. Una città, La Spezia, che ha una grandissima tradizione e un grandissimo fervore culturale. Eventi come “Sculture” di Aceves valorizzano l'immagine turistica della città e lo stesso Porto Lotti". L'assessore Asti è andato oltre augurandosi che un'opera di Gustavo Aceves possa essere installata stabilmente in città e ha annunciato che sta lavorando a una riedizione dello storico Premio del Golfo dove cinque giovani scultori lavoreranno in città realizzando nel contesto cittadino delle opere che faranno parte di una mostra finale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure