Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 20 Agosto - ore 14.49

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Gianni Amelio sarà l'ospite d'onore del La Spezia Short Movie

OSPITE D'ONORE
Gianni Amelio sarà l'ospite d'onore del La Spezia Short Movie

La Spezia - Sarà il regista Gianni Amelio, uno degli autori più importanti del cinema italiano, l’ospite d’onore della terza edizione del Festival Internazionale La Spezia Short Movie. Sabato 3 marzo alle 21 il grande regista italiano è ospite al cinema Il Nuovo, dopo l'incontro con il pubblico si potrà assistere con il suo ultimo film "La tenerezza" che ha ottienuto numerosi riconoscimenti, tra cui il Nastro d’Argento come miglior film e il Ciak d’Oro come miglior regista, che vede tra i protagonisti Micaela Ramazzotti, Elio Germano e Giovanna Mezzogiorno.

Gianni Amelio è uno tra gli autori più importanti del cinema italiano. La sua opera prima come regista è del 1970, "La fine del gioco" per la Rai, e ha per protagonista un ragazzo che vive in un collegio. Nel 1974 vince il Gran Premio al Festival di Thonon con un lavoro su Tommaso Campanella: La città del sole. Nel 1976 si dedica a un documentario sulla lavorazione di Novecento dal titolo Bertolucci secondo il cinema; nel 1978 realizza "La morte sul lavoro" premiato al Festival di Locarno. Nel 1982 realizza un film su un tema di scottante attualità, il terrorismo, con "Colpire al cuore", protagonista Laura Morante, presentato alla Mostra del Cinema di Venezia.
Nel 1988 ne "I ragazzi di Via Panisperna" racconta di Enrico Fermi, nel 1990 gira "Porte aperte", pellicola tratta da un romanzo di Sciascia sulla pena di morte, che ottiene la nomination all’Oscar. Seguono: "Il ladro di bambini" del 1992 con Enrico Lo Verso, premiato a Cannes col Premio Speciale della Giuria e David di Donatello come miglior film; "Lamerica" del 1994, con Michele Placido e Enrico Lo Verso, che si aggiudica il Nastro d’Argento come miglior regista; "Così ridevano" nel 1998, che conquista il Leone d’oro a Venezia e consolida la fama di Amelio a livello internazionale.

Nel 2004 Amelio torna a Venezia con "Le chiavi di casa", con Kim Rossi Stuart e Charlotte Rampling. Nel 2006 dirige Sergio Castellitto ne "La stella che non c’è", mentre nel 2008 diventa direttore del Torino Film Festival. Nel 2011 dirige "Il primo uomo", film drammatico ambientato negli anni 50', mentre nel 2013 torna alla Mostra del Cinema di Venezia per promuovere "L’intrepido" in cui dirige Antonio Albanese, nel 2014 realizza "Felice chi è diverso", un film-documentario che consiste in una serie di 20 interviste a uomini che raccontano episodi della propria giovinezza, soffermandosi su questioni riguardanti la propria omosessualità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Ecco lo Spezia 2018/19, che campionato farà?


































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News