Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 16 Giugno - ore 22.30

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Fratelli Rosselli, la mostra va in archivio

Dopo il successo tra la cittadinanza e tra i giovani delle scolaresche, la cerimonia di chiusura alla Mediateca Regionale.

degna conclusione
Fratelli Rosselli, la mostra va in archivio

La Spezia - Si è tenuta sabato 30 marzo la cerimonia di chiusura della mostra storico-documentaria sulla vita e la tragica morte dei due apostoli dell’antifascismo e fondatori di Giustizia e Libertà, Carlo e Nello Rosselli. L’esposizione è stata organizzata dalla Fondazione Circolo Rosselli con il patrocinio della città della Spezia, in collaborazione con la Mediateca Regionale Ligure e con il supporto del Comitato Provinciale della Resistenza della Spezia, di FIAP, AMI e dell’Associazione Mario Fontana Giustizia e Libertà della Spezia.
L’evento, che ha avuto inizio lo scorso 16 febbraio e che si è protratto fino a sabato con la proiezione pomeridiana di materiale documentario, ha visto la partecipazione interessata di centinaia di visitatori, tra i quali moltissimi studenti, che hanno voluto cogliere il testimone di chi da anni si impegna per rimarcare il messaggio e per fare memoria di due vite esemplari che tanto hanno dato all’Italia in termini di lotte e di ideali.

La cerimonia, alla quale hanno portato il loro saluto il sindaco Pierluigi Peracchini e il Presidente del Consiglio comunale Giulio Guerri, è stata organizzata e presentata dal Professor Paolo Galantini e vi hanno preso parola il Presidente nazionale della Associazione Mazziniana Italiana Michele Finelli -che ha rimarcato la continuità tra i valori del Risorgimento e quelli della lotta al fascismo, sempreverdi nella loro attualità- e l’On. Valdo Spini, Presidente della Fondazione Circolo Rosselli (che da anni porta avanti approfonditi studi sui due insigni antifascisti) che ha dedicato il suo intervento allo sconcertante esito processuale per cui nessuno pagò per il tragico assassinio dei due Fratelli, ad alcune riflessioni sul Socialismo Liberale e alle sue matrici britanniche e, in terzo luogo, all'attualità degli Ideali rosselliani e all'ispirazione che possono suscitare, soprattutto nei giovani.

La manifestazione è stata conclusa dal Professor Paolo Galantini in qualità di consigliere nazionale della FIAP e Copresidente del Comitato Provinciale Unitario della Resistenza della Spezia, il quale, con una apostrofe, sotto forma di toccante lettera a quanti ricevettero il messaggio dei Rosselli nella nostra provincia e a quanti qui lottarono per la giustizia e la libertà, si è pronunciato per il valore unitario, universale e condiviso della Resistenza, che nell’opera dei primi antifascisti ebbe le sue radici e le sue fondamenta. Significativi sono stati, da parte del Professore, i richiami alla presenza dei giovani e al compito che è loro assegnato nel mantenere imperituri i valori della generazione che ridiede alla Nazione i valori del primo Risorgimento, due aspetti di cui è stato pregno l’intero svolgimento dell’ iniziativa.

Francesco Ferrari
Liceo Classico Lorenzo Costa

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News