Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 18 Giugno - ore 10.12

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Exodus e la memoria: “I ragazzini vanno ad Auschwitz e giocano sui binari...”

Luigi Faccini ha girato qui un film sulle famiglie distrutte dalle Leggi razziali.

Il regista nato a Lerici
Exodus e la memoria: “I ragazzini vanno ad Auschwitz e giocano sui binari...”

La Spezia - Girato tra la Spezia e Lerici, ha scritto una pagina nuova nel racconto del dramma degli ebrei europei del ventesimo secolo. Si chiama “Diaspora” il film di Luigi Faccini che ha tentato di ricucire le storie spezzate delle famiglie dopo la promulgazione delle Leggi razziali volute dal regime fascista. Del titolo, l’autore rivendica l’accezione di attualità. “Diaspora è un termine che va usato in senso proprio quando si parla in senso storiografico, ma che vi invito invece a riferire a ogni cacciata violenta che obbliga le persone a scappare, in qualsiasi tempo e in qualsiasi luogo”.

E’ così che si compie il passo per attualizzare il Premio Exodus, per trarre una lezione universale dal fatto particolare dell’accoglienza data ai profughi dei campi di sterminio dalla popolazione spezzina oltre settant’anni fa. “Dobbiamo renderci conto che la storia si scrive ogni giorno”, incalza Faccini che poi cita Papa Francesco e il suo silenzio durante la visita ai campi di concentramento. “Noi ogni anno ci portiamo i ragazzini ad Auschwitz e loro giocano sui binari o fumano tra le baracche...”.

Marina Piperno è la produttrice della pellicola. “L’unico modo per sopravvivere in questo mondo è nella condivisione dei valori. Se ognuno crede di avere la propria verità rivelata, faremo poca strada. Non bisogna avere paura dell’altro, non bisogna temere che questo ti posta via qualcosa. Bisogna parlare, confrontarsi. Quando parli con gli altri scopri di essere pieno di pregiudizi. Pensavi di non averne, invece ne hai”. La Spezia sarà ancora al centro di una prossima produzione che toccherà anche Israele.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia































La Piazza Sospesa sorgerà tra Via Diaz e il lungomare: vi piace il progetto?











Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News