Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 17 Ottobre - ore 23.15

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Dr Jekyll and Mr Hyde al Dialma

Dr Jekyll and Mr Hyde al Dialma

La Spezia - L’idea di questo spettacolo nasce dalla casuale visione dell’omonimo film del 1941 “Dr Jekyll and Mr Hyde” e dal suo tema principale: lo sdoppiamento della personalità. La rilettura successiva del libro di Stevenson da cui il film è tratto “ Lo strano caso del Dr Jekyll e di Mr Hyde”, pubblicato per la prima volta nel 1886 e ambientato nella Inghilterra vittoriana, ha portato a creare questo spettacolo intorno ad una frase del testamento di Jekyll : « Sia sul piano scientifico che su quello morale, venni dunque gradualmente avvicinandomi a quella verità, la cui parziale scoperta m'ha poi condotto a un così tremendo naufragio: l'uomo non è veracemente uno, ma veracemente due. » Jekyll miscela varie sostanze e ottiene una pozione, dagli effetti straordinari, che destruttura l’unità dell’essere umano e conferisce esistenza propria e distinta alle inclinazioni nascoste ma presenti nell’animo.

"La droga infatti, di per se stessa, non agiva in un senso piuttosto che nell'altro, non era divina né diabolica di per sé; scuoté le porte che incarceravano le mie inclinazioni...". Sperimentando la pozione su di sé, il dottor Jekyll subisce una trasformazione tale da far emergere la sua seconda natura, quella delle sue inclinazioni attratte dal male, soppiantando completamente la propria identità personale. Finché ne dura l'effetto, diventa un altro essere con diverso corpo e diversa psiche: Mister Edward Hyde (che in inglese suona come to hide, nascondere). Assumere una seconda volta la pozione nasconde di nuovo la natura malvagia e consente il restaurarsi dell'identità precedente. Le due identità, quindi, sono separate sia nell'aspetto fisico come nelle dinamiche psichiche. La prima identità resta il dottor Jekyll: alto, educato, di buoni principi morali e solidale con i suoi concittadini, insomma come Jekyll stesso si definisce:
"quell'incongruo miscuglio che non m'era mai riuscito di riformare".

La seconda identità, quella che era sempre rimasta nascosta e che perciò fino ad allora non aveva mai potuto crescere, Mister Hyde: basso, più giovane, gobbo, con braccia corte, mani pelose e tozze, e con i propri istinti l'intelligenza e tutte le energie inclinati gioiosamente al male, alla propria soddisfazione sadica, egoistica, sfrenata, selvaggia e asociale.
La riflessione di Stevenson sulla natura umana, tuttavia, va oltre questa semplice scissione, dal momento che sia Jekyll sia Hyde hanno memoria dell'alter ego. L'illusione di Jekyll di poter provocare a suo piacimento la dissolvenza del suo doppio si scontra con la volontà di Hyde di affermare il proprio diritto all'esistenza, in una lotta fra due componenti della stessa persona che avrà esiti tragici.

La performance ha come idea centrale proprio lo sdoppiamento della personalità e la violenza, qui strettamente legati al tema della violenza sulle donne. Jekyll prepara una nuova pozione, vuole trasformare un manichino nella sua donna perfetta, una donna di cui innamorarsi. L’esperimento sembra fallito ma lentamente il manichino prende vita. Mentre Jekyll felice corteggia la donna avviene la sua trasformazione e Hyde tenta invece di ucciderla.
La conclusione è diversa e inaspettata la vittima predestinata del racconto, da vittima diventa carnefice, spezzando con coraggio e determinazione la spirale di violenza che ormai la avvolge. Lasciata troppo sola la donna si sente fragile e indifesa ma trova la forza di ribellarsi con una reazione non prevedibile dagli altri e da lei stessa che alla fine non si riconosce in questo nuovo modo di essere e preferisce tornare a essere solo una bambola senza vita.

Giovedì 3 maggio 2018
Dialma Ruggero ore 20

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News