Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 24 Ottobre - ore 09.27

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Dopo Hélène de Beauvoir il Parco prova a riscoprire Soldati e Spagnol

Chiusa con 21mila presenze la mostra itinerante dedicata alla pittrice il presidente Tedeschi svela il sogno nel cassetto: "Due figure così importanti meritano di essere ricordate".

Dopo Hélène de Beauvoir il Parco prova a riscoprire Soldati e Spagnol

La Spezia - Un suo quadro sul cavalletto, i pennelli ancora pronti all'uso e alla finestra l'incredibile e assolato scorcio su Val di Magra, Caprione e Lerici. È un'atmosfera ricca di fascino quella che ancora oggi avvolge l'atelier di Hélène de Beauvoir nel cuore del Trebiano, custodito con cura dal maestro Walter Tacchini, sempre prodigo di aneddoti, ricordi ed osservazioni, sul periodo magico che ha fatto di Bocca di Magra la meta preferita di alcuni degli artisti ed intellettuali più importanti del nostro Dopoguerra.
Qui, nel borgo arcolano, Pietro Tedeschi e lo stesso Tacchini hanno scelto di chiudere simbolicamente il percorso che ha portato la mostra “Tra fiume e mare” di Hélène - organizzata dal Parco di Montemarcello Magra Vara - nella frazione amegliese, ad Arcola, Luni, Lerici, Sesta Godano ed infine Sarzana grazie alla sponsorizzazione di Demetra Italia.

“Tutto è partito da questo studio – dice il presidente dell'ente – e da una telefonata di Walter, poi ci siamo ritrovati con Marco Ferrari, Attilio Bencaster e Mario “Ciccio” Guelfi con i quali abbiamo deciso di dare vita ad una mostra itinerante con queste opere inedite. È stata una scommessa vinta – ammette – che ha registrato ventunmila presenze, la maggior parte delle quali a Lerici, e che nel caso di Luni ha dato modo ai ragazzi delle scuole di confrontarsi con queste opere con un approccio per me molto significativo. Ho sempre sostenuto come il Parco dovesse anche promuovere il recupero della cultura e della storia del suo territorio e spero che l'idea degli “artisti nel Parco” possa proseguire. Anzi – aggiunge – posso dire di avere il sogno di fare una mostra su Mario Soldati, un personaggio che non ha uguali e che a mio avviso è stato sottostimato ma che ha goduto di queste zone finché ha vissuto. Sarebbe un grande omaggio ad un uomo di cultura”.

“Hélène veniva con suo marito e sua sorella Simone in visita da Franco Fortini – ricorda Tacchini – e da “Ciccio” a Bocca di Magra hanno conosciuto tutti gli altri intellettuali. Lei in particolare veniva a Trebiano d'estate e a Natale, mentre negli altri mesi con grande modestia mi lasciava il suo studio per lavorare, era una grande donna e per me questa mostra di inediti è stata la realizzazione di un sogno. Questo anche grazie ad un uomo di cultura come Attilio Bencaster di Demetra”.
“Tutto è iniziato con l'idea di restituire al territorio una grande figura internazionale – osserva invece Marco Ferrari, autore di “Mare verticale” - e altrettanto si potrebbe fare promuovendo mostre dedicate a Mario Soldati e Mario Spagnol. Il successo per l'esposizione di Hélène è stato straordinario e credo che questa strada debba essere portata avanti”.
Una personale dedicata proprio a Tacchini e alla sua “esigenza sociale” applicata alla pittura e alla scultura, si terrà invece nei prossimi mesi Lerici, luogo al quale l'artista donerà una statua intitolata “Il tulipano nero”, “perché la mia ossessione è far lavorare la luce – conclude – e l'ombra diventa l'anima del cuore”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure