Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 10 Dicembre - ore 09.15

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Dal Libano con furore, i Postcards portano alla Spezia un indie-folk tutto da ascoltare

Dal Libano con furore, i Postcards portano alla Spezia un indie-folk tutto da ascoltare
La Spezia - Appuntamento dal gusto internazionale giovedì dalle 22 al circolo Arci Origami di Via Manzoni, Arrivano i Postcards, band libanese al suo primo tour italiano, di chiara matrice indie-folk. Di stanza a Beirut, capitale e simbolo del paese dei cedri, la formazione, unita da una storica amicizia e passione per la musica, lavora insieme dal 2012: Julia Sabra all’ukulele, mandolino, chitarra e voci; Marwan Tohme alla chitarra e voci; Pascal Semerdjian alla batteria, armonica e voci e Rany Bechara al basso, tastiera e voci.

I Postcards hanno iniziato suonando brani rock nei pub intorno a Beirut e in maniera graduale e naturale hanno costruito una base di fan fedeli, mentre nel frattempo scrivevano i brani che sarebbero diventati, alla fine del 2013, il loro primo EP “Lakehouse”. “Un’esperienza immensa, che costruisce un suo proprio piccolo mondo intorno all’ascoltatore, un mondo di montagne, alberi, laghi, mari e amanti appassionati che giocano nel parco giochi della natura” (Beirut.com).
Usando come trampolino il proprio background musicale, la band riesce a creare un rigoglioso mondo sonoro da sogno che si compone di folk tradizionale e contemporaneo al tempo stesso, e che ci regala cinque delicati ed affascinanti brani che si possono collocare da qualche parte tra Fleet Foxes ed Edward Sharpe & The Magnetic Zeroes.

L’anno successivo all’uscita del loro primo EP, i Postcards si sono esibiti in tutto il Libano, in Germania, Uk, Francia e Portogallo, suonando anche come band supporto ai Beirut e in numerosi festival (Wilderness Festival, Byblos International Festival, Wickerpark Festival). Il loro secondo Ep What Lies So Still, anticipato dal singolo 'Where The Wild Ones', e realizzato sotto l’esperta supervisione dell’ingegnere del suono e produttore Fadi Tabbal (del Tunefork Studios), è stato pubblicato all’inizio dell’estate del 2015, tra eccellenti recensioni. In What Lies So Still i quattro musicisti decidono di guardare avanti, allontanandosi dalle fondamenta essenziali dei loro primi brani, con un occhio a nuovi territori sia a livello di struttura che di suono. Dalle parole di Adam Grundey (Triplew.me), i sei brani sono "più complessi, più anticonvenzionali e più maturi (...). Il sound è quello di un gruppo di artisti che credono in se stessi e che si spingono ad articolare, in testi e musica, il proprio sentire; What Lies So Still è un meraviglioso insieme di brani che sembrano veramente genuini e destinati a durare."

Nel luglio del 2015, la band fa da apertura al duo folk internazionale Angus & Julia Stone, al BIEL di Beirut.
Il mondo è certamente nelle loro mani e i Postcards sono di certo pronti ad avere impatto anche ben lontano dai confini del loro Paese. Per informazioni e prenotazioni contattate il 3208150119.
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure