Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 24 Settembre - ore 11.24

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Cucina, favole, serie tv e tradizione. Borgate, alla sfilata!

Manca pochissmo al tradizionale corteo che precede il Palio del Golfo. I temi delle borgate e come raccontarli alla città.

cosa c'è da sapere
Cucina, favole, serie tv e tradizione. Borgate, alla sfilata!

La Spezia - Il Palio del Golfo si ama oppure si odia. Sarebbe davvero un peccato non riconoscre l'impegno che le tredici borgate mettono ogni anno. Usano tanta fantasia e passano le notti insonni per essere i migliori non solo a colpi di remi in Passeggiata Morin.
C'è da scommetterci che le borgate non tradiranno le aspettative. Tredici temi, almeno venti carri e una novità del passaggio di venerdì sera in centro città: ad aprire sarà la borgata dententrice del palio precedente seguita poi dagli ordini di arrivo della sfilata e non in base alla gara sportiva. La decisione è stata presa mesi fa nel Comitato delle borgate che conta un rappresentante per comunità.
E' sempre una scommessa difficile da vincere quella della sfilata migliore. L'anno scorso fu il Muggiano a soprendere tutti con un carro meccanico il cui protagonista era un orso e la sua storia.
Venendo all'oggi, sarà il Fezzano, detentore del palio 2018, ad aprire. I borgatari esprimeranno tutto il loro amore per il loro colore: il verde che coinvolgerà tutti gli abitanti di Fezzano cercando di cogliere i favori della giuria e del pubblico. Seguirà la borgata del Muggiano che, riposto il carro con l'orso meccanico, punta sull'umorismo: in molti sostengono che in quella zona della città ci sia soltanto un incrocio. Ecco, quello sarà il protagonista indiscusso della sfilata ma... i borgatari ne faranno vedere tutte le sfumature.
Dopo sarà la volta del Canaletto che punterà alle tipicità culinarie spezzine un bel menù in salsa borgatara, un po' per ingolosire tutti. Lerici punta alla tradizione e al mistero che solo le leggende possono creare: racconteranno quella del promontorio del Carpione.
Cadimare strizza l'occhio alla cultura popolare, alle serie tv e al fenomeno della serie inglese Game of Thrones che nella lingua del palio diventa... "Il trono di remi". E così i borgatari diventano della casata Stark, oppure dei Lannister. Sicuramente non potranno fare spoiler sul finale ufficiale perché il vincitore sarà annunciato lunedì sera in Piazza Europa durante la cerimonia delle premiazioni. Sarà poi la volta del Porto Venere che dedicherà la sua sfilata ai cinquant'anni della fondazione dell'Unione sportiva Portovenere asd. Perchè lo sport muove i cuori e la vita sana.
Fossamastra torna indietro di quartant'anni agli anni '70 e alle figure del quartiere, perché se non si ricordano le proprie radici il futuro non offrè granché. San Terenzo pensa alle favole e alla sua... paragonandosi alla bella Cenerentola. Cosa hanno in comune? Una buona sorte mancata per troppo tempo.
Ma il Palio del Golfo, cosa sarebbe senza pescatori? Forse è proprio questa la domanda che si sono posti nella borgata del C.R.D.D che dedica proprio alla tradizione della pesca la sua intera sfilata. Le Grazie invece punta all'importanza del rispetto per l'ambiente ricordando anche un tema delicato come la difesa del mare.
Tellaro punta il suo legame con il Parco di Montemarcello Magra. Le due realtà sembrano lontane ma non è cosi perché l'incantevole borgo è incastonato nella natura rigogliosa a pochissimi passi dal parco. Il Marola narrerà una tradizione tipicamente italiana: il biliardino e organizza per la sua sfilata un immenso torneo dove...nemmeno a dirlo compariranno tutti i colori delle borgate. Infine per la Venere Azzurra la difesa dell'ambiente diventa una battaglia da affidare a un grande guerriero in una lotta eterna tra bene e male.

Questo, chiaramente, è solo uno spuntino di quello che sarà la sfilata, la sera del 2 agosto, a partire dalle 21 porterà tutti in centro città per ammirare la creatività delle borgate. Il percorso non cambia: si parte da Piazza Brin, si prosegue per Corso Cavour, Via Chiodo, Piazza Verdi per terminare con la riconsegna dei gonfaloni in Piazza Europa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News