Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 21 Marzo - ore 13.30

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Che successo per Kemp e Barontini, la mostra si allunga di tre settimane

Ritratti fotografici e disegni. Catalogo con testo critico di Vittorio Sgarbi.

CAMeC
Che successo per Kemp e Barontini, la mostra si allunga di tre settimane

La Spezia - Doveva terminare oggi, domenica 6 gennaio, ma visto il grande successo di critica e l'interesse che ha mostrato il pubblico per la mostra “Lindsay Kemp Claudio Barontini Disegni e fotografie” il CAMeC, Centro Arte Moderna e Contemporanea della Spezia, ha prorogato l'esposizione fino a domenica 24 febbraio 2019.
Inaugurata il 26 ottobre 2018 la mostra presenta una serie di ritratti fotografici di Lindsay Kemp realizzati da Claudio Barontini, a un cospicuo ciclo di disegni eseguiti dallo stesso Kemp, coreografo, attore, ballerino, mimo e regista britannico tra i più grandi al mondo, scomparso lo scorso 24 agosto all’età di ottant’anni.
La mostra è corredata da catalogo con testo critico di Vittorio Sgarbi che è intervenuto e visitato l'esposizione.
"La mostra a due voci di Kemp Barontini non è soltanto un doveroso omaggio allo straordinario artista recentemente scomparso - dichiara il Sindaco Pierluigi Peracchini - ma un progetto che da mesi era in cantiere fra i due artisti. Un lavoro di interpretazione affidato agli scatti che il fotografo livornese gli ha dedicato, realizzando ritratti riservati che svelano un Kemp inedito". Paolo Asti, assessore alla cultura del Comune della Spezia aggiunge: «E’ una mostra lieve ma potente, dalla dimensione internazionale, e questo non solo perché Lindsay Kemp ha segnato in tutto il mondo il teatro, la danza e la musica a partire dagli anni ’60, caratterizzando così il costume di molti decenni successivi; ma perché ciò che il visitatore potrà ammirare è una danza rara tra disegno e immagine dove, grazie anche alla sapiente arte di Claudio Barontini, protagonista è la forza espressiva di chi, con l’ironia mista alla malinconia del clown, si fa sublime. Il merito di questa mostra, che proietta il CAMeC all’attenzione della scena artistica di primo livello, è tutto di Claudio Barontini, che ha avuto la sensibilità di far riscoprire alla Spezia, sua città d’adozione, l’antico rapporto che lega Kemp, fin dai primi anni ’80, al nostro Teatro Civico».
Scrive Vittorio Sgarbi nel testo critico in catalogo: «[…] Confesso che mi sono sorpreso, vedendo le belle e preziose fotografie che Claudio Barontini ha realizzato su Lindsay Kemp poco tempo prima della sua scomparsa, nel constatare che la sua carne, per quanto inevitabilmente stanca, portasse ancora chiarissimi i segni del leggendario ’68 di Flowers […] E illuminanti, per intercettarne lo spirito eternamente fanciullo, sono anche i disegni di Kemp che in questa mostra si alternano alle fotografie di Barontini. Disegni leggeri, volatili, che diresti felliniani o matissiani se Fellini e Matisse avessero prerogative rispetto agli altri esseri sensibili nel riportare in sintetica cifra grafica le fantasie che possono passarci per la testa. Tanto sovraccarico in scena, l’impenitente incantatore Kemp, quanto ridotto al minimo indispensabile nella carta, dove i concetti più aerei e le memorie di una giovinezza sempre portata dentro - ritroviamo l’antica, mai dimenticata telnjaska da marinetto - si confondono in un’unica, impalpabile elegia senza precise soluzioni di continuità. Soavità, purezza, giocosità, anche in ciò che solo un depravato potrebbe giudicare peccaminoso: è questo il segreto, in fondo poco segreto, di Lindsay Kemp».

Alla mostra tanti visitatori tra cui l'attore Alessandro Preziosi , Carlo Massarini, Elio De Capitani attore, regista e direttore artistico del "Teatro Elfo Puccini" di Milano, Vittorio Sgarbi , Daniela Maccari ballerina e collaboratrice di Kemp, e una delegazione venuta da Livorno tra cui una ventina di fotografi del Gruppo Fotografico Dopolavoro Ferrovieri.

Titolo: Lindsay Kemp Claudio Barontini. Disegni e fotografie
Testo critico in catalogo: Vittorio Sgarbi
Direzione e coordinamento tecnico-scientifico: Marzia Ratti con la collaborazione di Eleonora Acerbi, Cinzia Compalati e Cristiana Maucci.
Luogo: CAMeC Centro Arte Moderna e Contemporanea, La Spezia, Piazza C. Battisti 1
Apertura al pubblico: fino al 24 febbraio 2019
Orari: da martedì a domenica, ore 11.00 - 18.00, chiuso il lunedì
Contatti: Tel. +39 0187 727530 | email: camec@comune.sp.it
Per informazioni: Tel. +39 0187 727530, camec@comune.sp.it,http://camec.museilaspezia.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News