Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 25 Aprile - ore 16.29

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Centocinquanta mezzi storici in città per rivivere la Liberazione | Video

Nel programma delle celebrazioni del 25 aprile anche la due giorni di cortei storici con oltre 450 figuranti per rivivere gli ultimi momenti della Seconda guerra mondiale. Per quattro giorni porte aperte anche al deposito dei treni di Migliarina.

Centocinquanta mezzi storici in città per rivivere la Liberazione

La Spezia - La Colonna della libertà, l'evento storico-rievocativo itinerante più grande d'Europa, raggiungerà La Spezia nelle giornate di sabato 28 e domenica 29 per le celebrazioni della Liberazione.
L’amministrazione comunale, infatti, ha deciso di affiancare alle tradizionali celebrazioni in programma per la giornata del 25 aprile, come la fiaccolata e i momenti di ricordo, un ulteriore evento capace di rafforzare il messaggio e far meglio comprendere cosa è successo in quei giorni. Non a caso l’organizzazione dell’evento è stata realizzata in stretta collaborazione con il Comitato unitario della Resistenza. A bordo del primo mezzo della Colonna, che ospiterà mezzi militari e figuranti provenienti da tutto il mondo, saranno posizionati i Gonfaloni del Comune, della Provincia della Spezia e del Comitato unitario della Resistenza.

A presentarne il programma sono stati questa mattina, durante una conferenza stampa a Palazzo Civico, il sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini, l’assessore al Turismo e alla Promozione della città Paolo Asti, l’ammiraglio Giorgio Lazio, al vertice del Comando Marittimo Nord della Marina Militare, Pietro Fattori, rappresentante della Fondazione FS Italiane, Francesco Leonardi, responsabile Deposito della Spezia di Fondazione Fs, e Simone Guidorzi, direttore Museo della II Guerra Mondiale del fiume Po.
“Il 25 aprile - ha detto Peracchini - è la festa più importante nel calendario civico della città e d'Italia, perché è la festa della Liberazione e la consacrazione della nostra libertà. Per questo, per la prima volta, abbiamo deciso di affiancare alle tradizionali manifestazioni istituzionali anche questo evento storico-rievocativo. Quest'anno festeggeremo, allora, la libertà italiana dal 25 aprile fino al 29 aprile. La rievocazione storica non è solo una vetrina a livello nazionale per la città, ma soprattutto l'occasione preziosa per tutti i nostri concittadini, e quanti vorranno unirsi a noi dalle altre città, a riflettere sulla portata storica della Liberazione: un evento che farà incontrare la memoria delle generazioni protagoniste di quei momenti e l'entusiasmo dei bambini e dei più giovani dinnanzi alla parata dei mezzi degli Alleati nel centro storico".
Il corteo farà tappa all'interno dell'arsenale, dove i mezzi trascorreranno la notte del sabato.
"Quando si tratta di trasferire i valori fondanti della nostra storia - ha aggiunto l'ammiraglio Lazio - siamo sempre a disposizione. Non potevamo che supportare una iniziativa di questo tipo e di questa portata".

La Colonna della Libertà oltre a coinvolgere tutta la città richiama moltissimi turisti e appassionati essendosi affermata come il più importante evento storico-rievocativo d’Italia. Nelle otto edizioni finora svolte, ha infatti riscosso notevole interesse e successo di pubblico offrendo lustro alle istituzioni che hanno appoggiato l’evento e una ribalta per le città italiane che l’hanno ospitata, premiandone così la lungimiranza e la sensibilità verso fatti storici che hanno indelebilmente forgiato la società italiana.
“Partiamo da un fatto storico: il 25 aprile del 1945 gli alleati insieme ai partigiani scesero dalla Foce verso la città, arrivati in Via Chiodo puntarono verso il Palazzo di governo sancendo la fine della guerra. La liberazione è stata un fatto soprattutto popolare e vogliamo tenere alto questo significato. Questi due giorni di evento vanno oltre la rievocazione in sé e il ruolo che questa città ha avuto nell’ambito del secondo conflitto mondiale - ha sottolineato Asti - rappresentando anche un momento di attrazione nel centro cittadino di turisti e popolazione, di cui ci attendiamo l’arrivo da fuori provincia, diventando così un utile volano per l’economia”.
Si tratterà di una lunga carovana di 150 mezzi che “invaderà” la città, con un’anteprima il 25 aprile in occasione dell’evento “Porte Aperte al Deposito Locomotive della Spezia Migliarina” nell'ambito del quale presso il Museo della Fondazione FS sarà possibile visitare alcuni cimeli risalenti alla seconda guerra mondiale, dai carri armati alle auto fino alle moto d’epoca (vedi sotto).

"Questo evento sarà uno dei più importanti nel corso di quest'anno - ha proseguito Brogi - perché non solo dà prestigio turistico alla nostra città, ma soprattutto sarà il nostro centro storico ad essere protagonista per appassionati e curiosi. La speranza è che le persone si riversino appunto nel centro, nei nostri ristoranti, nei nostri locali e nei nostri bar che hanno aderito con entusiasmo al marchio della Colonna della Libertà per creare, anche con le bandiere italiane, un'atmosfera di festa diffusa. Abbiamo la speranza che sarà un evento importante per la ricaduta sul territorio e che la cittadinanza risponda con la sua partecipazione".

"L'idea di creare questo evento nasce dalla volontà di portare i mezzi esposti nel museo verso il pubblico, per una conoscenza del tutto differente. Siamo lieti - ha concluso Guidorzi - di poter portare la decima edizione alla Spezia dopo aver viaggiato per tutta Italia con la nostra colonna viaggiante (nel video allegato l'evento di un anno fa a Ferrara - Ndr) che arriva anche a una lunghezza di 7/8 chilometri con i suoi 150 mezzi e i 450 figuranti. La cosa più toccante per noi è vedere le persone più anziane commuoversi. Siamo orgogliosi di poter portare il museo fuori dalle mura, anche grazie alla collaborazione di enti e forze armate. Avremo anche quest'anno equipaggi esteri. I più numerosi sono solitamente i brasiliani, ma ci saranno anche francesi, inglesi, canadesi, tedeschi, austriaci, sloveni e svizzeri. In testa al corteo ci sarà un mezzo con l'effige del Comitato di liberazione nazionale e un mezzo che ricorderà la presenza nel territorio spezzino della 92esima Divisione fanteria "Buffalo", con figuranti di colore".


Il programma della due giorni della Colonna della Libertà

Sabato 28 aprile
Il 28 aprile la colonna formata da 150 mezzi storici, perfettamente restaurati, partirà da Pisa per arrivare in parata alle Spezia intorno alle 12, con una prima sosta presso l’OTO Melara, dove i mezzi faranno sosta per consentire agli equipaggi di consumare il pranzo. La colonna avrà al seguito 450 persone provenienti da tutto il mondo: Brasile, Canada, Germania, Regno Unito...
I Carri armati che dal 24 aprile stazioneranno presso il Museo Ferroviario di Via Fontevivo si uniranno alla Colonna presso Oto Melara transitando per Via Fontevivo, fino alla rotonda che incrocia Via Buonviaggio, e da lì proseguiranno verso l’incrocio sotto la chiesa di San Giovanni Battista, per seguire il percorso Via Sarzana, Via delle Pianazze, Via Melara, Via Valdilocchi. Alle ore 15.30 i mezzi della Colonna della Libertà muoveranno da Via Valdilocchi per eseguire la parata all’interno del centro cittadino, attraversando Via San Bartolomeo fino all’incrocio con Via San Cipriano, attraversandolo in direzione di Via Veneto, proseguendo fino a Piazza Europa, dove tutti i mezzi si posizioneranno nell’ara di Via Veneto compresa fra la farmacia Argentieri e Piazza Bayreuth utilizzando anche l’area della stessa Piazza.
Alle ore 19.00 i mezzi della Colonna della Libertà muoveranno da Via Veneto nella direzione Via XX Settembre, Viale Italia, Viale Amendola, fino all’ingresso della Base Militare della Marina Militare di Porta Arsenale.

Domenica 29 aprile
Alle ore 10.00 i mezzi della Colonna della Libertà muoveranno da Porta Arsenale, percorrendo Viale Amendola fino all’incrocio con Via Garibaldi, da lì proseguiranno per Via Garibaldi, Via Gramsci, per posizionarsi per l’esposizione statica in Via Chiodo, disponendosi su due file.
Alle ore 16.00 i mezzi della Colonna della Libertà partiranno, per raggiungere il luogo di partenza (San Miniato), senza l’articolazione dell’ordine in colonna. I mezzi cingolati dovranno ritornare presso il sito del Museo Ferroviario, passando per Viale Amendola, Viale Italia, fino all’altezza dell’incrocio a lato del Palazzo Comunale, per proseguire su Via XXIV Maggio, fino all’incrocio con Via Giacomo D’Oria, proseguendo in direzione Via Veneto, Via Antoniana, Via Sandro Pertini, fino all’incrocio con Via Fontevivo, dove saranno caricati sui bilici con i quali sono stati trasportati fino alla Spezia.

Dal 25 al 28 aprile sarà organizzata, presso l’area prospiciente il Museo Storico Ferroviario di Via Lunigiana, una esposizione statica denominata “Aspettando la Colonna della Libertà”.
Torna infatti uno degli appuntamenti più attesi da tutti gli appassionati di ferrovie e treni storici in Liguria. Il prossimo 25 aprile è in programma un nuovo “Porte aperte” al Deposito Locomotive di La Spezia Migliarina.
L’iniziativa, che negli anni scorsi ha riscosso un notevole successo di pubblico, prevede l’apertura dei cancelli dello storico sito di Fondazione FS per una intera giornata, dalle 9.00 alle 18.30, consentendo a tutti i visitatori di poter ammirare i “tesori” custoditi all’interno dell’impianto.
In programma vi è l’esposizione dei rotabili assegnati al Deposito Locomotive - alcuni dei quali risalenti ai primi del ‘900 - e l’attesa accensione delle vaporiere con brevi spostamenti all’interno del piazzale e operazioni di “giratura” sulla piattaforma.
Sarà possibile, inoltre, visitare una vasta collezione di cimeli della seconda guerra mondiale: dai carri armati alle radio, alle auto e alle moto d’epoca. L’esposizione sarà visitabile dal 25 al 28 aprile.
Informazioni su www.fondazionefs.it, dove sarà inoltre possibile scaricare la liberatoria da compilare prima dell’ingresso al Deposito Locomotive, o scrivendo a info@fondazionefs.it. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Video

10/04/2018 - Ferrara - Colonna della Libertà 2017 - Tanks, trucks, jeeps and motorcycles!


Notizie La Spezia










Stagione virtualmente finita in casa Spezia, tempo di bilanci. Chi merita la conferma nel settore tecnico secondo i lettori?

































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News