Città della Spezia Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 17 Febbraio - ore 22.19

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Arturo Toscanini e quel "no" al Duce, alla Libreria Ricci

Arturo Toscanini e quel "no" al Duce, alla Libreria Ricci

La Spezia - Venerdì 1 dicembre alle ore 18,30 alla Libreria Ricci della Spezia, Via Chiodo 107, verrà presentato il libro “La bacchetta di Toscanini” di Fabrizio Rizzi edito da Male-edizioni. Interverranno il direttore d’orchestra G. Battista Varoli e lo scrittore Marco Ferrari. Un libro sul maestro parmigiano scritto da un giornalista parmigiano. "La bacchetta di Toscanini" è un ritratto del maestro nel momento critico nel quale maturò la grave decisione di abbandonare l'Italia per incompatibilità col regime fascista. La vicenda personale di Toscanini si intreccia con la storia d’Italia, il dramma collettivo al dramma individuale. Tutto prende l’avvio quando Toscanini, al Comunale di Bologna, si rifiuta di eseguire "Giovinezza" e la "Marcia Reale" al cospetto di Galeazzo Ciano, episodio che lo vide aggredito e schiaffeggiato da una camicia nera.
Fabrizio Rizzi, che con la sua esperienza di giornalista inviato di guerra e di scrittore, offre al lettore la possibilità di contestualizzare storicamente la figura di Toscanini e di conoscerlo come uomo oltre che come artista "fuori dal coro". L'occasione del 150° dalla nascita del Maestro permette alla Male Edizioni di Monica Macchioni di pubblicare un volume dove è evidenziata la personalità di uno dei più grandi direttori d'orchestra di tutti i tempi. Un uomo che nella vita maturò decisioni che lo resero celebre non solo per la sua genialità e per gli indiscussi "guizzi" artistici ma anche per le sue scelte coraggiose che lo portarono prima via dall'Italia e in seguito via dall'Europa. Un uomo dalle scelte impopolari che fece abolire il bis e abbassò le luci in sala. Un artista che alla scelta del trasferimento negli USA arrivò attraverso imprese coraggiose come quella di mantenne l'autonomia dell'orchestra della Scala nel periodo 1921-1929. Toscanini rifiutò persino un invito di Hitler e abbandonò i festival di Bayreuth e Salisburgo che gli costarono una campagna stampa ostile sul piano artistico e personale e furono alla base della sua rinuncia a dirigere le orchestre in Italia. Da queste scelte il toccante ritratto di Fabrizio Rizzi, giornalista parmigiano molto legato alla Spezia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News