Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 21 Agosto - ore 11.54

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Antigone ovvero "il trionfo delle leggi non scritte" al castello

Antigone ovvero `il trionfo delle leggi non scritte` al castello

La Spezia - Domenica 30 al Castello San Giorgio per la rassegna “Notti al Castello” alle ore 21 sarà rappresentata la tragedia “Antigone (ovvero il trionfo delle leggi non scritte del cuore sulla logica spietata del potere)” liberamente tratta dall’omonima tragedia di Sofocle nella traduzione di Angelo Tonelli. A cura dell’associazione culturale Arthena-Compagnia Teatro Iniziatico diretta da Angelo Tonelli. La regia è di Angelo Tonelli e Susanna Salvi.

E’ la tragedia del conflitto tra legge non scritta degli dei, dovere morale nei confronti dei trapassati, rispetto per i vincoli di sangue incarnati da Antigone, e la dedizione ottusa alla ragion di stato di Creonte, degenerata in spirito tirannico. Antigone ha goduto di grandissimo successo nel corso dei secoli, e in particolare a partire dalla traduzione poetica di Hölderlin nel 1804. Tutto era nato dalla maledizione lanciata da Edipo contro i figli maschi, che li inchiodava a uno scontro feroce per il potere, che sarebbe culminato nell’uccisione reciproca. Per scampare alla morte, i due fratelli decisero di regnare a turno, un anno a testa, sulla città di Tebe, ma Eteocle venne meno al patto, e Polinice armò una schiera di guerrieri argivi che lo strinsero d’assedio. La maledizione ebbe compimento, e i fratelli si uccisero l’un l’altro. Creonte assume il potere sulla città, e ordina che i nemici, compreso Polinice, non abbiano sepoltura. Ma Antigone decide di seppellire il fratello, trasgredendo al divieto del sovrano. Il resto della trama è noto, con Creonte che condanna Antigone a essere seppellita viva in una grotta. Su tutto trionfa l’amore, di Antigone per il fratello, di Emone per la sposa promessa e immolata, a ulteriore, perpetua condanna della legge spietata del potere.

Interpreti: Galliana Barabini Luca Bossi Greta Di Sacco Jo Errico Sara Montefiori Susanna Salvi Riccardo Tagliaferri Angelo Tonelli. Canto e musiche: Paola Polito; arrangiamento Beppe De Ruggiero. Scenografia Giuliano Diofili. Costumi: Maria S. Couture. Maschere: Women at Work

Info: Museo del Castello di San Giorgio, via XXVII Marzo

0187-751142, ore 10.30-16.30, sangiorgio@laspeziacultura.it

museodelcastello.spezianet.it

Ingresso gratuito

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure