Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 20 Novembre - ore 15.45

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Ancora una manciata di giorni per visitare la mostra al museo Navale

“Sulle onde” di Gloria Bertolone tra cimeli e reperti, protagonista di un'estate da record.

Ancora una manciata di giorni per visitare la mostra al museo Navale

La Spezia - Si conclude domenica 10 settembre il periodo espositivo dell'artista Gloria Bertolone nelle stanze del Museo Navale. Un progetto che ha visto la preziosa collaborazione del curatore Enrico Formica, di Andrea Tinelli, graphic designer e della direzione del Museo Navale, affidata alla cura di Silvano Benedetti. Anche i numeri sono stati confortanti: dal 24 giugno la mostra "Sulle onde" ha coinvolto circa novemila visitatori e che probabilmente presto troverà altre sedi italiane ed estere dove sarà riproposto.

Il progetto che Gloria Bertolone (La Spezia, 1967) propone è di assoluta originalità e presenta pochi elementi di continuità con la sua precedente opera, che è stata prevalentemente di scultura. In questo caso infatti l’artista espone un lavoro di ricerca durato molti anni e coltivato privatamente, finché non è scoccata una scintilla che ha trasformata un ampio materiale in un’opera d’arte complessa che unisce fotografia, arte figurativa arte figurativa e letteratura. È il chiarissimo incipit con cui Enrico Formica inizia il denso contributo critico dedicato alla mostra da lui curata, che si dipana tra gli interessanti reperti custoditi nel Museo Tecnico Navale della Spezia, dove, peraltro, lavora la Bertolone.
Ascoltandola ci si rende conto della complessità del progetto, che sposa la spinta sperimentale del romanzo “Le onde”, pubblicato nel 1931, dalla famosa scrittrice inglese Virginia Woolf (1882-1941). Letteralmente stregata dalla tipicità della struttura e dalla narrazione (soliloqui) che si sviluppa nel libro, in cui ruotano sette personaggi, l’artista ha catturato giorno dopo giorno una nutrita e selezionata sequenza di dettagli, tra gli innumerevoli che quotidianamente si propongono al suo attento sguardo trasformandoli, tramite la macchina fotografica, in inattese immagini mai viste prima. Un vero e proprio processo metamorfico del reale si dipana in dieci densi interludi, termine appositamente prescelto per scandire ciascun gruppo di lavori, oltre quaranta, associati a precisi brani del romanzo della Woolf, che ha nella trasformazione del reale la principale peculiarità. Tra i riferimenti privilegiati dalla Bertolone, scultrice diplomata al Liceo artistico e all’Accademia di Belle Arti di Carrara con il massimo dei voti, si incontrano varie polene, tra cui la famosa e leggendaria “Atalanta”, mezzi d’assalto subacquei, ma anche frammenti, fregi, ancore e, sorprendentemente, l’adiacente canale Lagora, richiamato con particolari del tutto inediti. La mostra della Bertolone, che si protrae sino al 10 settembre prossimo, rileva il connotato di straordinarietà appartenente alla creatività artistica arricchita dall’apporto del pensiero, che diventa supporto indispensabile nel processo formativo dell’opera, soprattutto quando essa intende proporre esiti palesemente innovativi. Le immagini realizzate dalla Bertolone, disposte lungo un percorso espositivo che induce alla riflessione, “hanno una piena autonomia formale e – precisa Formica – possono essere fruite come opere d’arte astratte o informali create dall’artista col mezzo fotografico anziché con i pennelli”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure