Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 18 Giugno - ore 22.35

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Al San Giorgio Marcuccetti presenta “Il popolo delle montagne splendenti”

Lo scrittore di "Saltus Marcius", pubblica un romanzo dedicato all’antico popolo degli Apuani.

la storia del giovane kara
Al San Giorgio Marcuccetti presenta “Il popolo delle montagne splendenti”

La Spezia - Venerdì 22 marzo alle 17, presso il Museo del Castello San Giorgio, sarà presentato il nuovo libro di Lorenzo Marcuccetti, ricercatore e storico versiliese: un romanzo dedicato all’antico popolo degli Apuani dal significativo titolo “Il popolo delle montagne splendenti. La guerra – L’iniziazione”. Marcuccetti vive in Versilia, a Querceta, ed è insegnante di scuola primaria. Laureato in Storia antica e Storia medioevale all’Università di Pisa, è autore di numerose pubblicazioni, da “La terra delle strade antiche”, dedicata alla centuriazione romana nella pianura apuo-versiliese, a “Saltus Marcius” che evoca un importante episodio della resistenza dei Liguri Apuani all’avanzata delle armate romane per finire all’imponente ricerca di toponimi de “La lingua dimenticata” e alla più recente “Deportazione” per le stampe di Giorgio Mondadori.

“Il popolo delle montagne splendenti” è un romanzo storico, primo di una trilogia dal titolo evocativo “E come casa un cielo di stelle”. Quest’opera vedrà nei successivi volumi “L’Apuano” e “La Sciamana” la sua naturale continuazione, frutto di ricerche e di approfondimenti continui. “Il popolo delle montagne splendenti” è il risultato di due distinti libri che raccontano da un lato un fatto storico realmente accaduto, la battaglia del “Saltus Marcius” nella quale gli Apuani federati fra loro annientarono l’armata del console romano Quinto Marcio Filippo, e dall’altro la storia fantastica del giovane Kara che, attraverso un difficile percorso di crescita, diventerà uomo. Kara, nel linguaggio apuano “pietra”, è il protagonista indiscusso dell’epopea di un popolo dimenticato dalla storia e orfano della necessaria consapevolezza che gli eredi di quel popolo dovrebbero oggi avere. Crediamo sotto questo aspetto che tradizioni, riti e costumi arrivati fino ai tempi nostri, risultato della azione fortemente conservativa delle nostre piccole comunità, costituiscano un importante collante per guardare al futuro con consapevolezza e forte senso identitario. Quello, appunto, descritto nel romanzo che richiama nel titolo fortemente evocativo le Apuane e le sue genti. Lorenzo Marcuccetti sarà introdotto dalla curatrice del Museo Archeologico Donatella Alessi e dal presidente del Consorzio “Il Cigno” Silvano Zaccone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia































La Piazza Sospesa sorgerà tra Via Diaz e il lungomare: vi piace il progetto?











Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News