Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 24 Giugno - ore 22.16

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia
Ballottaggio Elezioni Comunali Sarzana 2018 Sezioni 0 di 25 Ultimo aggiornamento: 24/06/2018 22:04:39

A cent'anni dalla sua morte, Claude Debussy entra al CAMeC

iniziativa da non perdere
A cent'anni dalla sua morte, Claude Debussy entra al CAMeC

La Spezia - Dopo il grande successo del primo concerto della Rassegna “Claude Debussy. Il Richiamo, l’Iniziazione”, che ha visto la partecipazione di un applauditissimo Trio formato da Monica Benvenuti (soprano), Valentina Renesto (sassofono contralto) e Giuseppe Bruno (pianoforte), sabato 17 alle 16.30 sarà la volta della Musique de Chambre del noto musicista francese. Un altro Trio, questa volta formato da Valerio Giannarelli al violino, Martina Romano al violoncello e Guido Bottaro al piano, eseguirà la Sonata per violino e pianoforte e il Trio per violino violoncello e pianoforte, di Claude Debussy, e la Sonata per violino e violoncello di quel grandissimo musicista contemporaneo di Debussy, che è Maurice Ravel. Il ciclo proseguirà poi domenica 25 marzo con la musica per piano a 4 mani, eseguita dal duo Mammarella/Prestipino (pianoforte a quattro mani), e si concluderà sabato 7 aprile presso l’Aula Magna dell’Università della Terza Età (via Malaspina, 1) con il Gruppo Maderna che eseguirà “Les Chansons de Bilitis”, su testo di Pierre Louÿs, per voce recitante, due flauti, due arpe e celesta; l’esecuzione sarà preceduta da una lezione introduttiva sulla vita e le opere di Pierre Louÿs a cura della professoressa Hélène Giaufret. Le esecuzioni concertistiche saranno poi integrate da due proiezioni cinematografiche: domenica 15 aprile al CAMeC alle 15 verrà proiettato il classico “Il ritratto di Jennie” (1948) di William Dieterle (la visione sarà preceduta da un’introduzione curata dalla dott.ssa Susy Di Carlo Facchetti e dal dottor Giordano Giannini, nonché dall’ascolto guidato del poema sinfonico “Prélude à l’après-midi d’un faune”), mentre giovedì 26 aprile, sempre al CAMeC alle 15, sarà la volta del video de “La boîte à joujoux” (1913); allestimento scenico del Laboratorio di Danza per Bambini ‘Maka Makharadze’ (Tbilisi; 2009); la proiezione sarà, ancora una volta, preceduta da una breve introduzione di Giordano Giannini. Per info e prenotazioni su tutte queste attività, tel. 333/8365973 e web www.sdclaspezia.it.

Valerio Giannarelli nato a La Spezia nel 1968, studia sotto la guida del M° Marco Lenzi fino al diploma conseguito a soli 18 anni presso il Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma con il massimo dei voti. Prosegue gli studi con il M° Felice Cusano frequentando parallelamente i corsi del M° Boris Belkin presso l’Accademia Musicale Chigiana di Siena e quelli del M° Smhuel Askenazij presso il Mozarteum di Salisburgo. Spalla dei primi violini nell’Orchestra da camera di Fiesole, prima parte nell’Orchestra Regionale della Lombardia e nell’Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova, ha collaborato inoltre con l’Orchestra Filarmonica della Scala e con l’Orchestra della Svizzera Italiana. In occasione delle commemorazioni per il duecentocinquantesimo anniversario della morte di Antonio Stradivari è stato invitato ad esibirsi con il preziosissimo violino Stradivari “Cremonese 1715” di proprietà del Comune di Cremona. Dal 1992 è primo violino dell’Ensemble Hyperion con il quale è regolarmente invitato nelle principali capitali (nel corso dell’ultimo anno: Brema, Casablanca, Genova, Graz, Istanbul, Lipsia, Londra, Montpellier, Napoli, Oslo, Rabat, Roma, Torino). Nell’attività cameristica ha avuto l’opportunità di affrontare il grande repertorio barocco, classico, romantico e contemporaneo collaborando con musicisti quali: Mario Ancillotti, Luis Bacalov, Daniel Binelli, Enrico Bronzi, Demetrio Comuzzi, Federico Guglielmo, Monica Hugget, Emma Kirkby, Juan Josè
Mosalini, Stefano Pagliani. Ha effettuato registrazioni discografiche per Brilliant, Dynamic, Nuova Era, Sony, Stradivarius, per la rivista Amadeus, e radiotelevisive per la RAI radiotelevisione italiana. Suona due bellissimi violini di liuteria italiana, un Francesco Ruggeri del 1696 (gentilmente concesso in uso da un privato collezionista) e un Roberto Regazzi del 1994. Dal 2008 è docente di Violino presso il Conservatorio “Niccolò Paganini” di Genova.

Guido Bottaro nato a Genova, svolge i suoi studi musicali presso il Conservatorio della città diplomandosi a soli 19 anni con il massimo dei voti e la lode. Studente presso la Scuola di Musica di Fiesole prima, “Diplôme Supérieur d’Exécution” all’École Normale Alfred Cortot di Parigi poi, frequenta nel contempo vari Corsi di Perfezionamento: a Lugano con Halina Czerny Stefanska, a Ginevra con Nikita Magaloff, al Mozarteum di Salisburgo con Aquiles Delle Vigne; negli stessi anni approfondisce il repertorio solistico con Riccardo Risaliti. Finalista al Concorso di Treviso nel 1995 e vincitore al Palma d’oro di Finale Ligure nel 1999, ha partecipato inoltre al Mastersdi Montecarlo ed alla Sydney International Piano Competition dove ha ottenuto piazzamenti di rilievo. Ha suonato nella prestigiosa Salle Cortot per la Société Chopin di Parigi; è stato invitato al Festival di Mannheim, al Festival di Venezia, a Leiden in Olanda e nel 1994 ha l’onore di suonare per il Mozarteum di Salisburgo nella Wiener Saal.
Tre le sue ultime apparizioni in pubblico è di rilievo il Concerto tenuto presso il Teatro Carlo Felice di Genova nel marzo 2000 come Solista con Orchestra. er l’occasione ha eseguito il Concerto per Pianoforte e Strumenti a fiato di Stravinskij, nonché la Rapsodia in Blu di Gershwin. Nel maggio 2002 ha ancora suonato al Teatro Carlo Felice un repertorio di musica operistica e liederistica russa; inoltre sempre nello stesso Teatro nel mese di novembre ha tenuto un concerto solistico con musiche di Šostakovic e Prokof’ev. Tra i più importanti appuntamenti che lo hanno visto protagonista sono da segnalare: un Concerto Solistico con musiche di Chopin e Prokof’ev il 27 Febbraio 2005 per l’ inaugurazione della nuova Sala “Casa Paganini” a Genova ed un altro Concerto Solistico per le celebrazioni del sessantesimo anno dalla liberazione il 25 Aprile 2005 in una importante sede ligure . Per la società dei Concerti della Spezia e per altre istituzioni ha suonato numerose volte in questi ultimi anni.
Ha eseguito il Quartetto con Pianoforte di Schumann e il Quintetto La Trota di Schubert, La sonata per Due Pianoforti e Percussioni di Bartók e per ultimo nell’estate del 2014 la Sonata in si bemolle minore di Chopin ed il Concerto in Mi minore per Pianoforte e Orchestra. Nel 2015 esegue il Quintetto La Trota con Archi all’Opera del Teatro Carlo Felice di Genova , riproposto nel teatro medesimo ai concerti aperitivo della Domenica mattina. Guido Bottaro si trova tra il 2014/2015 , ospite frequente della Stagione Concertistica di Cre Artis , presso l’Oratorio San Giacomo della Marina, dove viene apprezzato sia come pianista col Quintetto Archi all’Opera, come pianista in duo con violino, che come pianista. Da dieci anni il Maestro Guido Bottaro è impegnato in un’intensissima attività concertistica con il famoso gruppo di tango Hyperion Ensemble, che vanta collaborazioni importanti nel mondo nazionale e internazionale della musica. In questo settore il Maestro emerge anche come arrangiatore di alcuni pezzi per Antonella Ruggiero e per un emergente trio vocale, Cre Artis tango.

Martina Romano, nata a Savona nel 1992, consegue la maturità classica nel 2011 presso il liceo classico “G. Chiabrera” di Savona e si diploma nel 2012 al conservatorio “N. Paganini” di Genova con il massimo dei voti, sotto la guida del M° Paolo Ognissanti e, precedentemente, del M° Nevio Zanardi. Nel 2017 consegue, sotto la guida del M° Paolo Ognissanti, il Diploma Accademico di II livello ad indirizzo interpretativo - compositivo in violoncello (sub – indirizzo solistico/cameristico) col massimo dei voti e la lode. Tra il 2007 ed il 2009, ancora studentessa, vince il primo premio in diversi concorsi internazionali indetti dalle associazioni E.S.T.A., Jupiter, Musikstrasse. Dal 2008 ad oggi si esibisce in diversi recitals per la Diocesi Savona – Noli, l’Associazione Musicale DIONISO, l’associazione “Amici del Carlo Felice e del Conservatorio N. Paganini”, l’Associazione Musicale Felice Romani, la rassegna “Parole & Musica
nei Musei” promossa dal Comune di Empoli e dal Centro Studi Musicali Ferruccio Busoni, la GOG – Giovine Orchestra Genovese, l'Associazione Musicale “G. Rossini” e suona in qualità di solista con l’Orchestra Giovanile del Conservatorio diretta dal M° Nevio Zanardi, con l’Orchestra degli Studenti del Conservatorio diretta dal M° Antonio Tappero Merlo e con l'Orchestra “Giovani Solisti” diretta dal M° Nevio Zanardi. Collabora con numerose orchestre tra cui l’Orchestra del Festival Puccini di Torre del Lago, l’Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova, l'Orchestra Sinfonica di Sanremo, il Teatro dell'Opera Giocosa di Savona, l’ensemble di violoncelli Dodecacellos, i Rondò Veneziano, l’Orchestra Sinfonica di Savona, l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini; e ha lavorato con importanti direttori quali Riccardo Muti, Fabio Luisi, Donato Renzetti, Keri-Lynn Wilson, Valerio Galli, Gian Piero Reverberi, Dorian Wilson, Daniel Smith, Andrea Battistoni, suonando in sale prestigiose tra cui si ricordano il Gran Teatro all'aperto Giacomo Puccini di Torre del Lago, la Sala Verdi di Milano, il Teatro Carlo Felice di Genova, il Teatro Ponchielli di Cremona, il Teatro Rossini di Pesaro, l'Opera di Firenze – Maggio Musicale Fiorentino, il Teatro Petruzzelli di Bari, il Musical Theater di Basilea, il Kulturcasino di Berna, il Palazzo dei Congressi di Lugano, il KKL Luzern. Nel 2013 riceve una borsa di studio destinata a giovani talenti emergenti da parte del Rotary Club Genova Nord e risulta vincitrice di merito del concorso “Opera Pia Conservatorio Fieschi”, aggiudicandosi la relativa borsa di studio.
Dal 2014 suona regolarmente in trio con il pianista Simone Sammicheli e la violinista Sofia Locati. Ha frequentato masterclass con i Maestri Maria Kliegel, Gary Hoffmann, Gabriele Geminiani, Umberto Clerici, Antonio Meneses, il corso di alto perfezionamento presso l'Accademia Walter Stauffer di Cremona sotto la guida del M° Rocco Filippini e la Pavia Cello Academy sotto la guida del M° Enrico Dindo. Viene nuovamente invitata dall'Associazione Musicale Rossini ad esibirsi per la stagione 2016/2017. In seguito all'audizione di luglio 2017 risulta idonea come violoncello di fila presso il Teatro Carlo Felice di Genova. Attualmente studia privatamente col M° Riccardo Agosti. Da ottobre 2014 è docente di violoncello presso l'Accademia Musicale del Finale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News