Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 23 Marzo - ore 18.17

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

'Vieni su Marte', Fuori Luogo apre il 2019 con VicoQuartoMazzini

Sabato 12 e domenica 13 gennaio al Dialma Ruggiero.

'Vieni su Marte', Fuori Luogo apre il 2019 con VicoQuartoMazzini

La Spezia - Si va su Marte con il primo spettacolo 2019 di questa ottava edizione di Fuori Luogo, percorsi teatrali nel presente, progetto a cura dell'Associazione Gli Scarti in partnership con Balletto Civile, associazione Scena Madre e CasArsA Teatro e in collaborazione con i comuni della Spezia, Lerici, Sarzana e Santo Stefano di Magra.
Il nuovo anno al Dialma Ruggiero si apre con un’opera che approda per la prima volta in Liguria dopo aver debuttato nei più importanti festival italiani, dalle Colline Torinesi a Roma Europa con ottimo successo di pubblico e critica.

Sabato 12 e domenica 13 gennaio alle 21.15 protagonisti saranno i VicoQuartoMazzini con Vieni su Marte, spettacolo diretto e interpretato da Michele Altamura e Gabriele Paolocà che prende spunto da un progetto del 2012 dal nome Mars One che prometteva di costruire una colonia permanente su Marte per offrire al pubblico un caleidoscopio esistenziale, uno zibaldone dell’umanità che attraverso diverse storie vuole affrontare il tema della partenza, intesa come scelta o come imposizione, come il moto a luogo che da sempre definisce l’umanità e il suo essere in un disequilibrio costante tra la voglia di cambiamento e il desiderio di affermazione.

In scena si alternano un maestro chiamato a insegnare in un piccolo paesino marziano abitato da bifolchi, due sorelle che abbandonano la Terra perché in lite con i genitori, due cattivi ragazzi di provincia che assistono all’esodo dei “negri” su Marte, una vecchia con un marito defunto che ha espresso il desiderio di essere seppellito su Marte, un barbone attore e il suo desiderio di mettere in scena Thomas Bernhard su Marte perché lì fnalmente sarà compreso (lui o Bernhard?).
E in mezzo a tutta questa umanità c’è il povero marziano, soggiogato attraverso sedute psicanalitiche che lo porteranno a “comprendere l’umano”: perché desiderare l’altrove, ricercarlo costantemente o almeno sognarlo è una prerogativa umana.
Per comprendere chi è disposto a lasciare tutto e partire senza possibilità di ritorno verso Marte bisogna essere umani, profondamente umani, con tutte le imperfezioni, le paure, i vuoti e le contraddizioni che sono incise nel nostro DNA.

Vieni su Marte
uno spettacolo di VicoQuartoMazzini
diretto e interpretato da Michele Altamura e Gabriele Paolocà
drammaturgia Gabriele Paolocà
scene Alessandro Ratti
light design Daniele Passeri
costumi Lilian Indraccolo
riprese e editing video Raffaele Fiorella, Fabrizio Centonze
tecnica Stefano Rolla
produzione VicoQuartoMazzini, Gli Scarti con il sostegno di Officina Teatro, Asini Bardasci, 20Chiavi Teatro, Kilowatt Festival.
Con il sostegno del MiBACT e di SIAE, nell’ambito dell’iniziativa “Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura

Note allo spettacolo

Ora, cos’è che vogliamo veramente da Marte? Non sarà soltanto l’ennesima trovata per non occuparci del presente? Per distogliere lo sguardo da questa esistenza che scorre tra le dita,e noi lì con l’artrosi? Quando non si può avere la realtà, un sogno vale la realtà, allora ecco che forse Marte è soltanto una metafora, il sogno di un altrove, di una terra promessa. Siamo andati ovunque su questa terra eppure di Dio nessuna traccia. Ma ecco la nuova moda: emigrare su Marte, per riempire un vuoto di senso grande come l’universo.
Raccontiamo di questo in VIENI SU MARTE oppure, più precisamente, dell’uomo che va alla ricerca di una pozza d’acqua dove, specchiandosi, possa finalmente incontrare un marziano.

Uno spettacolo che ha già riscosso successo di pubblico e critica, proposto nell'ambito di una rassegna “fuori misura” - che per la prima volta coinvolgerà, oltre alla Spezia, anche i comuni più grandi della provincia – dal titolo Il golfo (è) dei poeti!

Il progetto di rete Fuori Luogo VIII edizione è sostenuto da Compagnia di San Paolo (come maggior sostenitore) nell’ambito dell’edizione 2018 del bando Performing Arts. Altri enti sostenitori del progetto sono: Ministero dei Beni Culturali, Regione Liguria, Isforcoop Liguria, Reclip – Rete del Contemporaneo Piemonte Liguria e Fondazione Carispezia (nell’ambito del bando “call for crowdfunding”).

Info: Centro Dialma Ruggiero, Via C. Monteverdi 117, La Spezia 375-57 14 205 / 0187-713264 prenotazioni@fuoriluogoteatro.it
Prezzi: Studenti scuole superiori: 5€ - Under 30: 10€ - Iscritti Scarti Factory: 8€
Intero: 15€
Carnet 8 spettacoli Fuori Luogo* Studenti scuole superiori: 35€ - Under 30: 64€ - Intero: 80€

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News