Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 30 Settembre - ore 07.26

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Un cinema drive in al Mirabello... si può fare"

L'idea è di un giovane geometra, Aldo Pietraforte, che spiega: "La location è perfetta e sarebbe un ritorno al passato in tempi di modernità".

il progetto tutto spezzino

La Spezia - Un cinema drive in al Porto Mirabello? Si può fare! E a sostenere con forza questa idea è il giovane geometra spezzino Aldo Pietraforte, 26 anni che in questi tempi di Covid-19 cerca di presentare un progetto che sposi le esigenze anticontagio e la voglia di divertirsi con la magia del cinema.
Pietraforte è un giovane tecnico specializzato nella riqualificazione energetica e lavora anche nell'ambito del restauro. In merito al suo progetto, racconta a Città della Spezia: “Data la situazione di emergenza dovuta al Covid-19, ho studiato ed elaborato una bozza di progetto drive in per l'ultimo piano del Porto Mirabello in maniera da poter aiutare  anche le attività li presenti. Ho già studiato tutto, compreso autorizzazione, relazione descrittiva, e spese totali”.

“Dal 1933 i drive-in sono stati un modo unico e affascinante di guardare gli ultimi film usciti. Il primo in assoluto fu organizzato al Camden Drive-in in New Jersey, negli Stati Uniti – spiega il professionisti -. Da quel momento è stata posta la pietra miliare di quel romanzo che prende vita in un parcheggio. È dovuto ancora passare del tempo, però, prima che l’idea del drive-in prendesse davvero vita. Gli anni ’50 sono stati quelli dove è scoppiato il boom delle auto decappottabili e delle file di Cadillac in prima linea per vedere James Dean e gli altri grandi del suo tempo. La ragione per cui il drive-in può essere popolare in questo momento? La libertà ed il piacere di tornare a guardare un film “ come ai vecchi tempi “. La pandemia che ci ha colpiti, oltre che a danneggiare l’economia del paese, ha letteralmente “bloccato” la libertà dei giovani, privandoli principalmente delle loro normali abitudini. Per questo ho pensato di proporre un idea di progetto Drive in al Porto Mirabello, anche per ristituire il piacere del cinema a tutti e per non cessare questa storica attività”.

“Ritengo che il Mirabello sia perfetto per questo progetto - spiega -’ già completa della maggior parte dei servizi, tra i quali sbarra d’ingresso ed uscita, telecamere, sensi di marcia e il e la bellezza di guardare un film con sfondo il nostro mare. I parcheggi saranno sfalsati in maniera tale di mantenere le distanze di sicurezza interpersonali. L’accesso sarà 2 persone per ogni auto con circa 80 auto ed il suono sarà riprodotto su una frequenza radio fm in maniera di evitare un grande impatto acustico e poter sentire il suono al meglio. Oltre a ciò si potrebbe anche garantire un servizio di cibi e bevande fornito dalle attività del porto Mirabello, in maniera da poter incentivare la loro attività ed aiutarli con la ripartenza (bar ristoranti e gelaterie ), semplicemente ordinando tutto tramite una comoda app e pagando tramite POS oppure online tramite carta di credito”.
“Nel giro dei tempi indicati – conclude -, il tutto verrà consegnato da un rider dell’attività con tutte le precauzioni anti contagio. Ho pensato a due programmazione giornaliere, una dalle 20:00 alle 21:50 circa e l’altra dalle 22:00 alle 00:45 cira, in base ai permessi concessi. Sarebbe un piccolo passo di ripartenza per una parte delle attività della città. Passo dopo passo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Il rendering del progetto del geometra Pietraforte per il drive in al Miabello
Cinema drive in al Mirabello, il rendering del geometra Pietraforte


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News