Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 27 Maggio - ore 10.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Nel Paese dei bambini", al Museo Etnografico le opere di Mecconi

Fino al 2 marzo una mostra con le illustrazioni per i più piccoli dell'artista spezzino.

`Nel Paese dei bambini`, al Museo Etnografico le opere di Mecconi

La Spezia - Venerdì scorso è stata inaugurata al Museo Etnografico di via del Prione 156 la mostra di Beppe Mecconi “Nel paese dei Bambini, Libri, Illustrazioni e Altro”, organizzata dall’Istituzione per i Servizi Culturali, in collaborazione con la Biblioteca Beghi. La mostra, visitabile sino a domenica 2 marzo, è stata introdotta da Rossana Piccioli e da Valerio P.Cremolini. L’esposizione molto ampia è dedicata in grandissima parte al lavoro svolto da Mecconi come illustratore di ben venti libri di fiabe e racconti per l’infanzia. Durante il periodo della mostra sono previsti al Museo incontri con il pubblico, i docenti e laboratori creativi per bambini.

Il primo appuntamento è per mercoledì 12 febbraio alle 16.30 con un Laboratorio creativo per bambini dal 6 agli 11 anni, su un’idea originale che l’artista svilupperà insieme ai bambini con colori e pastelli nella sala della mostra, avrà la durata di 2 ore circa (su prenotazione, 5 euro a bambino).
Seguirà, giovedì 20 febbraio alle 17, un incontro con i docenti della scuola dell’infanzia e primaria e gli operatori didattici per trattare il tema “Come si costruisce un racconto per l’infanzia”. Martedì 25 febbraio alle 17, Mecconi incontrerà il pubblico per “Una nuova storia presentata e narrata da lui stesso”, e martedì 4 marzo alla stessa ora l’ultimo appuntamento con una conversazione e una proiezione sul Carnevale di Rio de Janeiro e sui “visi dalla Favela di Vila vintem”, che racconteranno l’esperienza di Mecconi nei dieci anni della sua collaborazione con Projeto Liberdade, una organizzazione non governativa brasiliana che si occupa del disagio dei bambini nella Favela di Vila Vintèm a Rio de Janeiro.

“Conosco Beppe Mecconi e ho acquisito in questi anni una buona familiarità con la sua immaginifica pittura, che si propone come un racconto senza fine - illustra il critico Valerio P.Cremolini - D’altronde, oltre che attingere alla propria versatilità creativa, frequentando buone letture, quando prende in mano pennelli e colori gli si dipanano dinanzi alla mente particolarmente ricettiva versi poetici e brani letterari che egli traduce in ammirevoli sintesi. La molteplicità delle relazioni fra immagine e parola ed il durevole sodalizio con le poesie costituiscono un nutrimento irrinunciabile ed ecco che nell’illustrarle senza porsi limiti compositivi si trova non solo a condividerle, ma ad impossessarsi del pensiero dei poeti, veicolati in essenziali e sorprendenti versioni pittoriche.
Come altri artisti egli vanta un suo linguaggio che lo rende immediatamente riconoscibile. Ciò esclude che dinanzi ai suoi dipinti sia superfluo riflettere. Per la presenza di metafore e di sapida ironia, di ricerca interiore e di apporto dell’inconscio, di sottile spiritualità, nonché di un sensibile clima legato non di rado al tempo festoso del gioco si è coinvolti in un complesso esercizio interpretativo tutt’altro che frettoloso, in quanto nulla è affidato alla casualità.
Da colorista esperto, la sua tavolozza è un succedersi di cromie dalle tonalità sia scintillanti sia misurate e da capace illustratore riesce a mettere a punto la sua dinamica narrativa tra spaccati allusivi di scenografie teatrali. Ne consegue un organico disegno espressivo in cui si associano tracce di visioni fiabesche e, più esattamente, di sogni, fantasie e realtà. È l’efficace combinazione appartenente al contesto figurativo di celebri ed incantevoli maestri delle immagini, tra cui Marc Chagall, Jean-Michel Folon ed il geniale Emanuele Luzzati.
Mi sento di sostenere che nella pittura solare di Mecconi irrompa l’animo di una persona mite e appassionata, che ama meravigliare e meravigliarsi, che sa emozionarsi e regalare intense emozioni. Una persona che continua ad entusiasmarsi nel dipingere e volerci partecipi del suo finissimo diario, amalgama di segni e colori tra un delicato e comunicativo lirismo, filo conduttore della sua consolidata vocazione artistica”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










I SONDAGGI DI CDS

Mimmo Di Carlo in scadenza di contratto, vorreste vederlo ancora sulla panchina dello Spezia?
56,3% 
43,7% 






























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure