Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 10 Dicembre - ore 22.03

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Morto Stalin se ne fa un altro", al cinema l'attesa black comedy

Arriva anche alla Spezia, cinema Controluce Don Bosco, il film scritto e diretto dal genio della satira Armando Iannucci.

"Morto Stalin se ne fa un altro", al cinema l'attesa black comedy

La Spezia - Da giovedì 11 gennaio arriva nei cinema liguri "Morto Stalin, se ne fa un altro" (Francia, Stati Uniti/2017/106’), tagliente commedia nera scritta e diretta da Armando Iannucci (The Thick of It, In the Loop, Veep – Vicepresidente incompetente) e interpretata da un cast stellare che racconta in toni tragicomici i primi giorni all’indomani della morte di Stalin e le lotte al potere che ne sono scaturite. Il film, di cui sono state recentemente annunciate le nomination a ben due BAFTA (gli Oscar del Cinema e della Televisione Britannici), quello per il miglior film di produzione britannica e quello per la migliore sceneggiatura non originale, sarà programmato a Genova (UCI Cinemas Fiumara), La Spezia (Cinema Controluce Dob Bosco) e Savona (Cinema Nuovofilmstudio, dal 12 gennaio).

Nella notte del 2 marzo 1953, c’è un uomo che sta morendo. Non si tratta di un uomo qualunque: e` un tiranno, un sadico, un dittatore. E` Josif Stalin, il Segretario Generale dell’Unione Sovietica (che forse in questo momento si sta pentendo di aver fatto rinchiudere nei Gulag tutti i medici più capaci…). E` li` lì, non ne avrà ancora per molto, sta per tirare le cuoia... e se ti giochi bene le tue carte, il suo successore potresti essere tu! Dal genio di Armando Iannucci una travolgente commedia nera, una satira sul potere e il totalitarismo con un formidabile cast internazionale: Steve Buscemi (Le iene, Fargo) è il pragmatico Khrushchev; Michael Palin (membro dei Monty Python) il fedelissimo Molotov; Jeffrey Tambor (Una notte da leoni, Arrested Development) interpreta il confusionario vice di Stalin, Malenkov; Jason Isaacs (la saga di Harry Potter, Star Trek: Discovery) l’implacabile generale Zhukov; Simon Russell Beale (Penny Dreadful) è il mefistofelico capo dei servizi segreti Beria e Olga Kurylenko (007 - Quantum of Solace) la pianista dissidente Maria Yudina. Liberamente ispirato alla graphic novel "La morte di Stalin" di Fabien Nury e Thierry Robins pubblicata in Italia da Mondadori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Quanto spenderete per i regali di Natale?


































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News