Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 20 Marzo - ore 22.30

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

“In viaggio con Dante”, la proiezione per i liceali del Costa

“In viaggio con Dante”, la proiezione per i liceali del Costa

La Spezia - Il giorno 27 febbraio presso l’Aula Magna ( biblioteca ) del Liceo Classico “ Lorenzo Costa” si svolgerà un evento eccezionale per il Comitato spezzino della Dante Alighieri ma anche per la città. Per la prima volta verrà presenta un’opera monumentale, un lavoro cinematografico unico nel suo genere dal titolo “In viaggio con Dante”; al mattino alle ore 10.30, alla presenza di una folta delegazione di studenti del Liceo Classico e al pomeriggio dalle ore 16,30 con i saluti del Presidente Pietro Baldi e introduzione del consigliere Paolo Bertini dal titolo : Il viaggio come costruzione della civiltà dell’Uomo ,con la presenza e i commenti del regista stesso Lamberto Lambertini
L’autore dopo una parentesi parigina e londinese al seguito del pittore Lucio Del Pezzo , rientra in Italia, iniziando come grafico del Teatro Stabile di Roma per poi passare a fare il regista. Ha fondato nel 1982 la Compagnia Teatrale con Peppe e Concetta Barra con la quale girerà il mondo in continue tournée , presente molto spesso al teatro Civico e amicissimo del compianto Antonello Pischedda con cui ha condiviso molti anni di gioventù e di esperienze goliardiche . Ha debuttato nel cinema col progetto Diario Napoletano È stato anche autore e regista radiofonico. Ha lavorato per la Rai in molte trasmissioni Nel 1995, Lambertini scrive e dirige il suo primo lungometraggio presentato al Festival di Venezia. Tra i film prodotti :1995 Vrindavan Film Studios con Enzo Decaro (sceneggiatura e regia);2005 Fuoco su di me con Omar Sharif (regia);2007 Queste cose visibili (cortometraggio).Diventato dirigente della Dante e poi con incarico di V. Presidente, con un idea originale ha dedicato parte della sua vita artistica alla produzione di un opera monumentale “ in viaggio con Dante” : Articolato in cento episodi di circa dodici minuti l’uno, il film di Lamberto Lambertini vede la luce dopo ben sette anni di lavoro. Il progetto cinematografico, che ripercorre integralmente il poema della Commedia, nasce dalla volontà di leggere Dante sulle immagini dell’Italia di oggi, dal Nord al Sud, dal Centro alle Isole dove il nostro territorio è altamente rappresentato con le immagini di Portovenere e la suggestiva visione delle Alpi Apuane , nel tentativo di rappresentare un’Italia unita proprio dalla lingua del poeta fiorentino. In viaggio con Dante, patrocinato dalla Società Dante Alighieri, è fruibile da chiunque con lo scopo di rintracciare ancora, a quasi settecento anni dalla morte del poeta, la polimorfa identità italiana nei versi dell’autore della Commedia. L’autore afferma : «se guardiamo a questi sette anni del nostro viaggio, eccole le tracce di una comunità così antica, ma ancora vivente, dalla bottega dello scultore Ciro Vignes, nei quartieri spagnoli di Napoli; al cimitero monumentale di Staglieno, dove riposa, tra gli altri che sognarono l’Italia grande e libera, Mazzini; ai pupi siciliani del maestro Nino Cuticchio; alla fusione ancestrale di una campana nella fornace dei Marinelli ad Agnone; e poi le valli di Comacchio con le anguille che non migrano più; fino al porto di Genova; ai soffioni di Radicondoli; e le tombe etrusche di Sarteano, e il mistero di bottini a Siena ovvero il filtraggio sotterraneo delle acque in epoca preromana; il taglio del bosco nel parco nazionale d’Abruzzo; le cave di Carrara dove operava Michelangelo;la chiesa di San Pietro a Portovenere , cristiano tempio, citato anche da Montale , le salme disseccate dei cappuccini a Palermo; la fattura dei magnifici cappelli di Borsalino ad Alessandria, segni di un’antica dignità borghese diffusa nelle nostre città, di un benessere distrutto dalla globalizzazione nel mondo di oggi».Secondo le intenzioni del regista, le immagini del mondo moderno hanno il compito di attualizzare Dante «liberandolo dalle consuete muffe», mentre ai suoi versi spetta il dovere di nobilitare «la volgarità del presente». È così che in molti mesi di riprese sono state realizzate le tre cantiche, in luoghi diversi, di vita e di lavoro, uno per ogni canto. E in quest’ottica, se il mondo infernale con i suoi dannati ci appare nel mondo che conosciamo, anche Beatrice, nell’ultima cantica, appare nelle vesti di alunne straniere del corso di lingua italiana della Società Dante Alighieri. La presenza di Lambertini nella nostra città è legata anche al prossimo lavoro , sempre su Dante, dal titolo provvisorio “ L’esilio di Dante “ in quanto insieme a Baldi , un “dantista “ Raggi e un fotografo professionista visioneranno i luoghi del nostro territorio dove è certo che il sommo poeta abbia soggiornato e che nella Commedia vengono citati, per poi potere iniziare a breve le riprese della nuova fatica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News