Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 07 Dicembre - ore 21.30

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Fare di Migliarina il primo quartiere artistico della città"

Carneviola Art Project è un laboratorio di idee creative nel cuore del quartiere: "Abbiamo già presentato un progetto che prevede interventi di decoro urbano intelligente e creativo". Il primo passo? Una serie di tele che costelleranno Via Sarzana.

iniziativa da sostenere
"Fare di Migliarina il primo quartiere artistico della città"

La Spezia - Loro la definiscono ambiziosamente un'opera di rivoluzione artistica. Loro sono "Carneviola Art Project"(www.carneviola.com), un sodalizio interessante che sta crescendo nello spazio laboratoriale aperto mesi fa in Via Sarzana, a Migliarina. Facendosi spazio tra la struttura consolidata e statica di un quartiere che sente l'esigenza di una ventata d'aria fresca (o "di una ripitturata" nel senso stretto dell parola) prendendo come punto di riferimento le grandi città europee e progetti già in essere a livello internazionale che hanno ispirato gli artisti, Alessio Bonini (fondatore e presidente di Carneviola - www.alessiobonini.com), Play Out York (Street Artist) e Ilaria Vinciguerra (Docente e tutor CV Art Gallery) hanno progettato qualcosa di veramente inedito: progettare e realizzare il primo quartiere artistico della Spezia. Come Shoredict a Londra, Malasana a Madrid, Friedrichshain a Berlino.

D'altro canto Carneviola nasce come associazione culturale di promozione dell'arte in ogni sua forma e che porta con se una missione: "Diffondere l'arte e la cultura in ogni aspetto del quotidiano - spiegano gli ideatori -, ad ogni livello della società e restituendo un valore estetico ed intellettuale all'ambiente in cui è immersa. Noi oggi partiamo dalla nostra città, dal nostro quartiere e lo facciamo con "Migliarina quartiere dell'Arte" un progetto di oltre 60 pagine, già presentato alle varie istituzioni cittadine, che prevede interventi di decoro urbano intelligente e creativo". Il primo intervento in programma sarà l'esposizione a cielo aperto di tele di grandi dimensioni in tutta Via Sarzana, la strada dello shopping del più popoloso quartiere della città. Questa installazione sarà solo il punto di partenza di una visione più ampia che mira ad una serie di cambiamenti sia a livello urbano cittadino che a livello socio culturale per il quartiere e per la città. "Con il patrocinio del Comune - spiegano - abbiamo avuto la possibilità di far conoscere le nostre idee ai cittadini del quartiere, che esprimendo il loro apprezzamento ed il loro interesse, hanno dato il la, insieme al CIV di Migliarina, come investitore e finanziatore del progetto, alla realizzazione di questa prima opera".

L'auspicio è quello di riuscire ad edificare un area tematica che copre circa un chilometro quadrato, ampliamento previsto nell'arco di un biennio, aumentando il bacino di interesse intorno al quartiere al pari delle grandi capitali d'europa. "Per la realizzazione di questo progetto abbiamo deciso principalmente di avvalerci della collaborazione di artisti del territorio - continuano -, in modo tale da far risaltare le caratteristiche intrinseche di un contesto fertile dal punto di vista artistico. Un secondo step invece sarà quello di mettere in contatto i nostri artisti con i loro colleghi riconosciuti e apprezzati a livello internazionale e mondiale, che hanno avuto esperienze simili e non, in modo tale da poter ampliare la visibilità e la qualità del progetto. Dopo un anno di lavoro siamo giunti allo starting point di questo cammino tessendo rapporti con organizzazioni di diversi settori che ci aiuteranno anche nella realizzazione di eventi ed happening inerenti al progetto e calendarizzati durante tutto l'anno".

Le tele di questo primo segmento del progetto hanno unicamente la pretesa di fungere da segnale, da monito sociale, esprimendo ciò che la società respira e trasuda: valori che cercano e devono trovare spazio e voce nella comunità per renderla cosciente in maniera razionale del nostro contesto. I temi rappresentati oltre a toccare l'attualità rivisitata in chiave allegorica, puntano a trasmettere messaggi diretti, talvolta duri e cinici, sulla visione degli artisti rispetto alle molteplici realtà, talvolta contrastanti, presenti nel momento storico che stiamo vivendo. Dalla tela contro la guerra in cui Spezia viene bombardata da peluche a tele sulla globalizzazione e sull'emergenza del Mose, passando poi per un piccolo scorcio ripreso in tre diverse opere che contemplano anche il Natale prendendo in esame i valori della famiglia e gli aspetti che legano l'essere umano alle festività e al senso di unione". Le opere sono state eseguite da Alessio Bonini e Play Out York su teloni occhiellati con spray ecosostenibili e lavorati in stile street art evocando stilemi di realtà internazionali che speriamo possano anche essere reinterpretate ed importate come modello sul territorio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News