Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 02 Dicembre - ore 22.50

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"A bando la gestione del Museo Navale, il sommergibile non sarà collocato dentro la base"

"un'agenzia che possa investire"
"A bando la gestione del Museo Navale, il sommergibile non sarà collocato dentro la base"

La Spezia - Base e Arsenale alla Spezia non sono soltanto una questione di difesa. Oltre ad essere parte fondamentale di una storia che prende le mosse nella seconda metà dell'Ottocento, Marina Militare significa anche Museo Tecnico Navale. Un museo unico nel suo genere in Italia, che ha molti estimatori ma che soffre l'eseguità dei suoi spazi, concepiti in modo vetusto e con una gestione che non può sfruttare il grande potenziale delle esposizioni visibili e di tutto ciò che giace nei magazzini ma che potrebbe tranquillamente ampliare il percorso di visita. Un percorso d'eccellenza: "Valorizzarlo è uno degli obiettivi principali. Il percorso museale, la sala delle polene, gli altri reperti: chi non viene qui da oltre sei mesi si faccia un giro perché può vedere che cosa è stato fatto". - ha chiarito l'ammiraglio Giorgio Lazio. C'è però una questione storicamente limitante, quella della gestione: "La Marina ora lo gestisce ma ha firmato un contratto con Difesa Servizi che si sostanzierà nel giro di qualche settimana". Un accordo secondo cui la gestione del museo potrà andare a bando perché ci sia un’agenzia che se ne prenda cura e finanzi ingrandimenti e miglioramenti. "La città può avere un ruolo perché si potrebbe offrire per gestire il museo che potrebbe rientrare nel polo museale spezzino e rientrare così in una delle offerte per il ramo crocieristico".

Dal museo al sommergibile, il passo è breve: anche qui parliamo di un tema di cui si discute da anni. E anche su questo tema è il consigliere-commissario Lorenzo Forcieri, che seguì l'inizio delle due vicende fin dai tempi della presidenza dell'Autorità Portuale, a voler sapere: "Abbiamo rilevato un interessamento da parte dell'amministrazione comunale negli ultimi mesi e ci siamo incontrati anche con la presidente Roncallo. Abbiamo affiancato lo studio del Comune, attualmente la proposta è allo Stato Maggiore. Ma non ci sarà un battello dentro la base arsenalizia perché non è cosa fattibile, visto che tutta l'area, sotto la quale ci sono le sprugole, è come se poggiasse su palafitte. Il peso di un battello di quel tipo non dava adeguate rassicurazioni di affidabilità. Siamo andati su altre soluzioni che sono al vaglio (in foto la soluzione che si sta prendendo seriamente in esame, ndA), aspettiamo in tempi brevi le risposte da Roma".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News