Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 22 Aprile - ore 05.46

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Festival della chitarra" a Sarzana, il programma di oggi, venerdì 18 maggio

Sempre aperto "il cantiere" della Fortezza Firmafede

"Festival della chitarra" a Sarzana, il programma di oggi, venerdì 18 maggio

La Spezia - Dopo il successo dei giovani chitarristi di ieri sera, e lo spettacolare concerto di Franco Morone, ecco il programma di questa sera dell'International Acoustic Guitar, ricordando che proseguono per tutto il giorno i corsi di chitarra e l'esposizone di Liuteria, sempre ovviamente alla Fortezza Firmafede di Sarzana
PHIL LEADBETTER TRIO (Usa)

Phil Leadbetter è stato votato come miglior dobroista dell'anno nel 2005 dall'IBMA (Internationa Bluegrass Music Association) ed è considerato uno dei tre migliori specialisti dello strumento attualmente in circolazione insieme a Jerry Douglas e Rob Ikes. Ha iniziato la sua carriera giovanissimo e dal 1990 al 2001 è stato membro della band di J. D. Crowe e New South con la quale ha avuto l'opportunità di esibirsi in tutti gli Stati Uniti, in Europa e al Grand Ole Opry. Dal 2001 ha fondato la band “WILDFIRE”, con cui ha realizzato 3 cd che sono sempre stati ai vertici delle classifiche del bluegrass americano. Da solista ha realizzato 2 lavori discografici e la canzone “California Cottonfield”, contenuta nel secondo, è stata n.° 1 delle classiche bluegrass americane per due mesi consecutivi.
Nel 2003 la Gibson realizza il "Phil Leadbetter Signature Dobro".
Sarà accompagnato a Sarzana da due musicisti di eccezione: MASSIMO GATTI (voce e mandolino) e LEO DI GIACOMO (voce e chitarra), entrambi appartenenti ai “Bluegrass Stuff”, una delle migliori band europee di bluegrass.


--------------------------------------------------------------------------------
RODOLFO MALTESE & MASSIMO ALVITI
special guest FRANCESCO DI GIACOMO (Ita)
Rodolfo Maltese & Massimo Alviti sono due vecchie conoscenze del Meeting di Sarzana. Il primo, chitarrista storico della scena italiana fin dai tempi degli “Homo Sapiens” e con lunga e radiosa carriera all’interno del “Banco del Mutuo Soccorso”, l’altro, uno dei più importanti compositori fingerstylist moderni, anche se con origini e diploma classico. Negli ultimi anni hanno più volte partecipato ad eventi e seminari della nostra manifestazione e anche quest’anno, sul palco centrale, presenteranno il loro repertorio di brani ed arrangiamenti originali di grande eleganza.

La sorpresa del 2007 è rappresentata dalla presenza, come ospite speciale, di Francesco Di Giacomo, da più di 30 anni volto e straordinaria voce del “Banco del Mutuo Soccorso”.
La presenza insieme di Rodolfo e Francesco, con l’apporto degli arrangiamenti di Massimo, fornirà l’occasione di ascoltare, in una veste nuova ed acustica, alcuni dei brani più famosi del progressive italiano.


--------------------------------------------------------------------------------
ARTIE TRAUM (Usa)
Chitarrista e compositore vincitore di un oscar, è ormai sulle scene musicali dagli anni sessanta, da quando con il fratello Happy animò, con la sua sofisticata musica folk, i palcoscenici del Greenwich Village di New York nella grande stagione del "Greenwich Movement". Formatosi ascoltando chitarristi jazz e blues, da Jim Hall a B.B. King, passando per James Taylor e John Coltrane, e potendo contare sulla forte amicizia con Bob Dylan, Artie Traum sente presto il bisogno di emanciparsi dalla scena folk, e, dagli anni ottanta, intraprende una carriera solista che culmina con la pubblicazione di “Cayenne” una raccolta di dodici brevi acquerelli per chitarra acustica. Da allora ad oggi il suo stile si è fatto sempre meno folk e sempre più jazz, caratterizzato da un’inconfondibile stile atmosferico, impressionista, molto interiore. Negli ultimi anni è impegnatissimo nei seminari organizzati dalla azienda di chitarre “Taylor” e nei tour intorno al mondo con il fratello Happy.

HAPPY TRAUM (Usa)
è uno dei musicisti fondamentali del folk americano cresciuto nell’ambito del Greenwich Village intorno agli anni 50/60. I suoi interessi furono da subito diretti verso la chitarra ed il banjo e i suoi studi furono accompagnati dalla leggendaria figura di Brownie McGhee. La sua prima registrazione risale al 1963 quando, insieme ad altri giovani folksingers tra cui Bob Dylan (con cui lavorerà ancora nel ’71), Phil Ochs, Pete Seeger e Peter LaFarge incide un album chiamato "Broadside, Vol.1.", vero e proprio manifesto dell’epoca.
In seguito le sue incisioni su Rounder Records e Capitol hanno fatto storia, così come le sue performances alla Carnagie Hall ed al Newport Folk Festival. Autore di numerosissimi metodi di chitarra fingerstyle, è il proprietario della “Homespun Tapes”, organizzazione che produce e distribuisce in tutto il mondo centinaia di metodi didattici su DVD, video e CD. Oggi divide la propria carriera musicale tra collaborazioni, sessioni soliste e attività con il fratello Artie nei festivals e nei clubs internazionali.
--------------------------------------------------------------------------------
JOHN SEBASTIAN (Usa)
cantante, musicista e compositore, è una figura di primissimo piano nell’universo musicale americano. Cresciuto nello stimolante abbraccio culturale del Greenwich Village di New York da genitori legati al mondo della musica popolare e delle radio, inizia fin dai sedici anni a far parlare di sé calcando le scene dei folk clubs e delle cofeehouses, dove avrà modo di incontrare Zal Yanovsky con cui fonderà i “LOVIN’ SPOONFUL”. Con questa storica band incide, nel 1965, il primo hit “Do you believe in magic” ed inizia ad essere universalmente riconosciuto come uno dei padri del moderno folk-rock, capace di scrivere pezzi intramontabili come “Daydream” e “Summer in the city”, saldamente al top delle classifiche di vendita statunitensi per diversi anni. John si distingue anche per la sua versatilità che lo porta a collaborazioni importanti con artisti del calibro di Crosby, Stills & Nash, Doors, Bob Dylan, The Everly Brothers, Art Garfunkel, Graham Parker, Dolly Parton, Peter, Paul & Mary, John Prine, Bonnie Raitt, solo per citarne alcuni.

Di fondamentale importanza e nel ricordo di molti è la sua partecipazione nel 1969 a quello che fu il più grande ed importante raduno generazionale moderno, Woodstock, con seguente apparizione anche al festival dell’Isola di Wight del ’71. Gli anni
settanta segnarono un momento di lieve flessione, legato allo scioglimento dei “Lovin’ Spoonful”, fino a una nuova età dell’oro che coincise con la pubblicazione di "Welcome Back", album solista che lo riportò agli onori della cronaca. Da allora la sua attività è coincisa con centinaia di collaborazioni, con la realizzazione di numerose colonne sonore e con la creazione della “JOHN SEBASTIAN AND J-BAND” con cui è tornato, dopo 30 anni, ad esibirsi al Villane, club da cui aveva iniziato la sua carriera.
Il 2000 lo ha consacrato definitivamente con l’iscrizione dei “Lovin’ Spoonful” nella Rock and Roll Hall of Fame.
John si presenta a Sarzana in ottima forma, del resto è un musicista straordinario, sia quando imbraccia la chitarra, il banjo o l’auto-harp, sia quando suona l’armonica a bocca. E’ un brillante esponente di una generazione di artisti che sembra quasi non sentire passare il tempo!

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News