Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 20 Agosto - ore 22.50

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Volti noti e tanti amici per l'addio a Bertacchini

Nella chiesa di Sant'Antonio a Fabiano l'ultimo saluto al dj che ha parlato a due generazioni di spezzini.

Volti noti e tanti amici per l'addio a Bertacchini

La Spezia - Lo conoscevano tutti, Angelo Bertacchini. D'altro canto, una vita di radio e di volontariato lo hanno accompagnato fino all'ultimo giorno. E d'altro canto anche lui conosceva tutti, dagli ultimi della città, quelli che aiutava volentieri tutte le volte che poteva, ai ricchi, coi quali ha avuto a che fare per professione, più che per aspirazione. Il suo cadavere era stato rinvenuto in mare, venerdì mattina nello specchio acqueo dell’Arenella, a Porto Venere. Parlava con gli emarginati, così come con le istituzioni, rarità di pochi. E tutti loro, senza distinzione di sorta, si sono infatti ritrovati nel piazzale della chiesa di Sant´Antonio Maria Gianelli per dedicargli l'ultimo saluto. La piccola cappella si riempie in un attimo, tanta è la folla che ha voluto convergere a Fabiano in un assolato pomeriggio d'inizio autunno.
La funzione officiata dallo storico parroco Don Luciano, uno che conosceva bene Angelo, nato e cresciuto a due passi da quella chiesa, prima del trasferimento in età matura nel vicinissimo quartiere di Pegazzano. La radio avvicina le generazioni, e non è un caso che ci sian tanti giovani a salutare Angelo, molti dei quali amici degli amati figli. A Fabiano ci sono figure istituzionali di oggi e, soprattutto, di ieri. Ci sono gli amici di Astroradio, coi quali ha condiviso gioie e dolori della mitica radio di Via di Monale, non mancano una nutrita rappresentanza della stampa cittadina. Ma anche moltissime persone "normali", che lo conoscevano anche solo di vista, così come i condomini di Via Baracchini, il palazzo dove viveva. Si sono fermati davanti alla bara che conteneva la sua salma e l'inseparabile microfono col quale ha iniziato e finito migliaia di dirette: con l'amore per una professione, nel frattempo cambiata, stravolta dal tempo che passa, che toglie più di quanto riesca a dare. Una cerimonia semplice e sentita, la musica in sottofondo, discreta, ma che non poteva mancare all'ultimo saluto di un uomo che di musica si è cibato per tutta la sua vita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Il funerale di Angelo Bertacchini Archivio CDS


Notizie La Spezia










Ecco lo Spezia 2018/19, che campionato farà?


































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News