Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 29 Aprile - ore 09.08

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Vende ad insaputa del proprietario un'opera di Caselli, gallerista nei guai

I carabinieri per ricostruire la vicenda hanno aperto un'indagine. Per una donna di 64 anni è scattata una denuncia di furto.

Vende ad insaputa del proprietario un´opera di Caselli, gallerista nei guai

La Spezia - Un disegno in carboncino del ciclo "Mauthausen" di Giuseppe Caselli. E' questa l'opera che ha portato la discordia tra una commerciante del centro storico e un impiegato che l'ha querelata per furto dopo che la donna, 64 anni, ha venduto la preziosa opera a sua insaputa. Questa mattina, i carabinieri del Comando principale hanno chiuso le indagini e formalizzato la denuncia a carico della donna che lavora all'interno di una galleria d'arte spezzina.
Stando a quanto ricostruito dai carabinieri il primo proprietario del quadro, l'impiegato di 56 anni, aveva portato nei primi mesi del 2017 l'opera di Caselli alla galleria al fine di venderla. In questi casi, una volta venduta, una percentuale va al gallerista e il resto al proprietario. Ma stando a quanto confermato sia dal 56enne che dalle indagini dell'Arma non è andata così.
La donna infatti avrebbe venduto l'opera ad una terza persona, che ha pagato 2.200 euro, non informando della transazione chi aveva concesso il quadro. Il 56enne accortosi della vendita è andato a sporgere querela e la gallerista ora dovrà rispondere di furto. Inoltre, è emerso anche che la terza persona coinvolta era ignara di tutta la vicenda.
L'arte di Caselli è molto stimata nel mondo dell'arte del Novecento. L'artista, come si legge sul sito ufficiale dedicato alle sue opere, fu internato come prigioniero nella Prima Guerra Mondiale, dal 1915 al 1918 a Mauthausen e pare possibile, durante la prigionia, un suo incontro con Egon Schiele che operava a Vienna negli stessi anni, nel museo di storia militare. La sua pittura è passata dalle prime esperienze divisioniste di inizio secolo ad un espressionismo tutto personale, tangente ai movimenti innovatori austriaci e tedeschi.

(foto: repertorio)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure