Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 18 Settembre - ore 11.15

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Una vita per la cultura e il sociale, se ne è andato Carlo Clariond

Presidente onorario della Dante Alighieri, decano dell'Azione cattolica. Venerdì mattina a Valdellora l'ultimo saluto.

Lutto
Una vita per la cultura e il sociale, se ne è andato Carlo Clariond

La Spezia - Si è spento quest'oggi il commendator Carlo Clariond, presidente onorario del comitato della Società Dante Alighieri della Spezia. Se ne è andato dopo una breve malattia, circondato dal conforto della figlia Elisabetta, del figlio Luigi, dei nipoti. Da sempre impegnato nel sociale e nella cultura ha svolto moltissimi incarichi nell’ambito cittadino. Laureato in chimica biologica all’Università di Pisa, fu direttore del centro INAPLI per la formazione dei lavoratori per l’industria, in seguito dirigente apicale del XIX USL/ SP, consigliere d’amministrazione dell’Istituto Autonomo Case Popolari e membro del Comitato tecnico scientifico regionale per l’ambiente. Decano degli iscritti all’Azione Cattolica - vi esordì nel lontano 1941 -, componente delle Acli e fondatore dell’MCL di cui fu consigliere nazionale, nel 1953 si iscrisse alla Democrazia Cristiana di cui diventò dirigente negli anni a seguire. Fu presidente del Comitato della Dante Alighieri della Spezia dal 1965 fino al 2010 e consigliere centrale a cui è subentrato l’attuale presidente cav. Pietro Baldi. Nel corso della sua presidenza ha creato una infinità di iniziative, dal Premio Europeo Frate Ilaro del Corvo in occasione dell’VIII centenario della fondazione del convento di S.Croce al Corvo, per arrivare al Concerto della bandiera, la rassegna Gente e Paesi, la Giornata della scienza e della tecnica. Ha scritto numerose ricerche di natura scientifica sulle terre liguri e si è dedicato alle arti visive sia sul piano dello studio e della ricerca che su quello della produzione. In occasione del VIII Centenario francescano gli era stato assegnato il primo premio per una grafica intitolata “Il Cherubino di fuoco“, quadro conservato nella canonica della Chiesa Cattedrale di Cristo Re. Le esequie si svolgeranno presso la Chiesa Parrocchiale di Valdellora venerdi 24 alle ore 11.00.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News