Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 23 Novembre - ore 23.20

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Una sede in provincia per l'azienda ritenuta vicina alla 'Ndrangheta

Maxi sequestro da parte della DIA e della Guardia di Finanza: 50 milioni di euro tra immobili, auto, barche ed orologi. Tre gli imprenditori coinvolti, tutti operanti da Reggio Calabria.

riciclaggio di denaro
Una sede in provincia per l'azienda ritenuta vicina alla 'Ndrangheta

La Spezia - Otto tra imprese e società commerciali sia in Italia che all’estero, 18 immobili, 7 automezzi, un'imbarcazione da diporto, dieci orologi di pregio di marche quali Rolex, Paul Picot, Baume & Mercier. E ancora disponibilità finanziarie, rapporti bancari e assicurativi. Il valore complessivo del tesoro sequestrato oggi a tre imprenditori è stimato in circa 50 milioni di euro. E tra le società coinvolte, la principale aveva sede a Reggio Calabria e quindici ramificazioni in tutta Italia, compresa la provincia spezzina. Per questo la maxi operazione coordinata in queste ore dalla Procura Nazionale Antimafia e dalla Procura Distrettuale di Reggio Calabria tocca anche la Spezia oltre che Milano, Brescia, Mantova, Varese, Pavia, Vicenza e Lecce.

Il sequestro è la diretta conseguenza dell'operazione "Martingala" portata avanti nei primi mesi del 2018 da DIA e Guardia di Finanza del capoluogo calabrese e che aveva portato al fermo di 27 persone, "ritenute responsabili a vario titolo dei reati di associazione mafiosa, riciclaggio, autoriciclaggio, reimpiego di denaro, di beni, di utilità di provenienza illecita, usura, esercizio abusivo dell’attività finanziaria, trasferimento fraudolento di valori, frode fiscale nonché associazione a delinquere finalizzata all’emissione di false fatturazioni e reati fallimentari", scrivono gli inquirenti. Da Bianco, paese di 4mila anime in provincia di Reggio Calabria, le ramificazioni del sodalizio toccavano mezza Italia e perfino all'estero.

"L’organizzazione poteva contare su un gruppo di società di comodo, comunemente definite “cartiere”, che venivano coinvolte in operazioni commerciali inesistenti ma formalmente in regola dal punto di vista della produzione dei documenti fiscali. A queste si aggiungevano operazioni di pagamento rivelatesi, all’esito delle indagini, altrettanto fittizie e che hanno consentito al sodalizio di mascherare innumerevoli trasferimenti di denaro da e verso l’estero. I pagamenti mascheravano i reati di riciclaggio di denaro ed il reimpiego dei relativi proventi. Questo meccanismo ha costituito il volano per l’instaurazione di articolati flussi finanziari tra le aziende degli indagati e le società di numerosi “clienti” che di volta in volta si rivolgevano agli stessi per il soddisfacimento di varie illecite finalità, tra cui la frode fiscale", spiega la nota dei magistrati.

Al centro dell'attività criminale tre imprenditori italiani di 45, 51 e 41 anni. Gli inquirenti si sono dedicati negli ultimi mesi alla ricostruzione "delle acquisizioni patrimoniali, dirette o indirette, effettuate nell’ultimo trentennio, accertando, attraverso una complessa, articolata e minuziosa attività di accertamento e riscontro documentale, i patrimoni dei quali gli indagati disponevano, il cui valore era decisamente sproporzionato rispetto alla capacità reddituale dichiarata. Ricostruite anche le fonti illecite dalle quali avevano tratto le risorse per la loro acquisizione e, soprattutto, la natura mafiosa delle attività d’impresa svolte nel tempo, quali imprenditori espressione delle cosche di riferimento".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News