Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 27 Aprile - ore 14.32

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Un imprenditore rapinato e una raffica di denunce, la lunga notte dei carabinieri

Tre arresti e sei deferimenti. Sono i risultati di un maxi controllo sul territorio condotto dall'Arma in provincia della Spezia contro reati ambientali, predatori, spaccio.

Un imprenditore rapinato e una raffica di denunce, la lunga notte dei carabinieri

La Spezia - Aggredito selvaggiamente da due rapinatori che si trovano già in carcere. E' quanto avvenuto ieri sera nella zona di Via Monfalcone e la vittima è un imprenditore di 40 anni. Quest'ultimo è stato preso di mira da una coppia di fratelli di 38 e 25 anni, ex dipendenti della sua azienda. L'episodio risale alle 21 e grazie all'intervento di un militare fuori servizio i due uomini sono stati assicurati alla giustizia e si trovano nel carcere di Villa Andreino. Grazie all'allarme lanciato dal militare una gazzella dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia della Spezia, allertata da un militare libero dal servizio, interveniva in questa via Monfalcone ove vedevano che due persone stavano aggredendo con pugni e calci un uomo, appropriandosi del suo portafoglio. I militari si qualificavano ma i due fratelli reagivano con spinte e pugni tentando di darsi alla fuga. I militari fermavano gli aggressori, traendoli in arresto per rapina, resistenza e violenza a pubblico ufficiale. La refurtiva è stata restituita.
L'intervento è rientrato in un maxi servizio coordinato sul territorio disposto dal Comando Provinciale, diretto a contrastare la delittuosità in provincia e, in particolare, i reati contro il patrimonio.
Sono state interessate le Compagnie della Spezia e di Sarzana, con le rispettive articolazioni: N.O.R.M. e Stazioni. In tutto, le pattuglie impiegate sul territorio provinciale sono state 32, per un totale di 64 uomini. Nel corso del servizio sono stati effettuati 51 posti di controllo e controllati 12 locali pubblici: 181 i veicoli controllati, 250 le persone identificate, di cui 75 straniere.

Gli altri interventi. Un arresto e sei denunce, una è per reati ambientali. A Santo Stefano Magra i carabinieri della locale Stazione arrestavano un marocchino, 21enne, clandestino. Alle ore 21 circa di ieri l'uomo veniva notato dagli operanti, proveniente da un centro commerciale della zona, correre su quella via Cisa Sud con busta in mano, per fermarsi, ed occultarla dietro una siepe presso fermata autobus.
Operanti, prontamente intervenuti, lo raggiungevano ma mentre procedevano al controllo e alla perquisizione opponeva viva resistenza. Interno busta venivano rinvenute varie confezioni cosmetici oggetto di furto perpetrato poco prima dallo stesso interno negozio del citato centro commerciale ed un coltello da macellaio della lunghezza di cm. 32 di cui 22 di lama. Per lui l’accusa è di furto, resistenza e violenza a pubblico ufficiale, violazione della legge sull’immigrazione, porto ingiustificato di armi da taglio.

I carabinieri di Ameglia deferivano per furto aggravato in concorso una donna 40enne e un suo coetaneo, entrambi residenti Arcola. Entrambi subito dopo aver asportato, interno supermercato di Sarzana generi alimentari vari per valore complessivo euro centocinquanta, si allontanavano a piedi.
Immediate ricerche espletate in loco da militari operanti su base descrizione connotati malviventi fornite da presenti, consentivano rintraccio prevenuti presso area parcheggio antistante citato esercizio e recupero refurtiva, restituita.

Sempre ad Ameglia sono stati denunciati per violazione della legge sull’immigrazione due 30enni, nati in Marocco. Prevenuti, sorpresi da operanti quella via Litoranea sprovvisti documenti identificazione/soggiorno, sottoposti fermo identificazione ed invitati presentarsi questura la spezia per regolarizzare loro posizione sul territorio nazionale.

Nel terreno comunale limitrofo al parco naturale regionale “Montemarcello Magra” , i Carabinieri della Stazione di Vezzano, deferivano per reati in materia ambientale un 53enne, residente in Lunigiana, legale rappresentante di ditta di edilizia.
Prevenuto effettuava lavori rifacimento manto stradale quella via Lagoscuro e realizzava scarico incontrollato di rifiuti speciali pericolosi costituiti da cinque metri cubi pietrame e materiale vario di risulta, abbandonandoli su terreno contiguo alveo fluviale.
Area e materiale sequestrato, attesa verifiche parte A.R.P.A.L. della spezia. L'uomo è stato sanzionato per seicento euro per omessa tenuta registro carico/scarico rifiuti prodotti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure