Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 21 Marzo - ore 09.31

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Un'auto presa a noleggio, tre colpi di pistola e poi l'oblio in Piazzale Ferro

Lavoro a quattro mani per Polizia di Stato e Carabinieri per la soluzione del caso dell'omicidio di Enzo D'Aprile, 56 anni. L'indiziato per il delitto in serata è stato accompagnato in procura.

arma regolarmente denunciata
Un'auto presa a noleggio, tre colpi di pistola e poi l'oblio in Piazzale Ferro

La Spezia - Scattato il fermo per omicidio a carico di Francesco Ruggiero, lo sparatore reo confesso di Piazzale Ferro. Il tragico gesto avvenuto oggi attorno alle 13 sarebbe stato originato da un movente di natura passionale. Questa la conferma data in serata da parte di Polizia di Stato e Carabinieri che hanno lavorato a quattro mani per chiudere il cerchio sull'omicidio di Enzo D'Aprile, 56enne titolare del ristorante "Il centro" di Cadimare.

Stando a quanto riferito dagli investigatori è confermato che Ruggiero, 46 anni sottoufficiale dell'Aeronautica in servizio all'Istituto “U. Maddalena” di Cadimare, abbia preso a noleggio una Fiat 500 nella zona di Viale San Bartolomeo. Con quella stessa auto ha speronato la Jeep di D'Aprile che viaggiava in quel momento con la ex moglie Nicoletta e i figli Gregorio e Micol. Avrebbe aspettato che il 56enne scendesse dall'auto per poi sparare tre colpi che sono risultati fatali a D'Aprile. Uno ha forato la carrozzeria della Jeep, mentre un bossolo è stato ritrovato a pochi metri dall'auto della vittima. L'arma utilizzata dall'assassino era regolarmente denunciata e di suo possesso.

Drammatici i momenti successivi. Mentre D'Aprile giaceva agonizzante a terra, i suoi famigliari cercavano di soccorrerlo in qualche modo. Nonostante l'arrivo dei militi del 118 il 56enne è spirato. Da lì a poco si è aperta un'autentica caccia all'uomo. Stando a quanto riferito in serata dal capo della Squadra mobile Girolamo Ascione e dal comandante del reparto operativo dei Carabinieri del comando provinciale della Spezia Andrea Fabi: "Sentendosi braccato ha deciso di costituirsi. Il movente è da ricollegare all'ambito privato e non collegato all'ambito lavorativo dello sparatore".
E' confermato che Ruggiero e la ex moglie di D'Aprile si conoscessero. Solo ulteriori accertamenti e quello che verrà raccontato al Procuratore capo Patrono potranno sciogliere ogni dubbio sui moventi dell'omicidio che ha scosso profondamente tutta la comunità spezzina. Sul corpo del 56enne ucciso è stata disposta l'autopsia che darà ulteriori dettagli sulla causa della morte. Francesco Ruggiero, dopo essersi costituito, è stato accompagnato in Procura alla Spezia.

Appresa la notizia, sono centinaia i pensieri rivolti alla vittima, molto conosciuta in città. Profondo il cordoglio per la scomparsa del ristoratore, uomo molto conosciuto in città e nel mondo Spezia Calcio. Ai tempi del "triplete", era il 2012, l'allora amministratore delegato Giuseppe Spalenza aveva scelto proprio il suo ristorante come quartier generale della squadra e del club. Proprio Spalenza, una volta saputo ciò che era accaduto, è rimasto sotto shock: "Un fratello per me, se quell'anno abbiamo vinto tutto è anche grazie a lui. Domani parto da Brescia e vengo immediatamente giù, glielo devo per come si è comportato con me, con noi". In molti lo ricordano come un grande amico, amante del Palio del Golfo e, come detto, appassionato tifoso dello Spezia: non a caso il gruppo storico "Orgoglio spezzino" per bocca di Massimo Lombardi, ha riservato parole significative per lui. Per quello che avverrà dopo, cioè il processo sulla tragedia della Chiappa, Massimo D’Aprile, il fratello di Enzo, ed il figlio di lui, Gregorio, si sono affidati all’avvocato Silvia Rossi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News