Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 22 Agosto - ore 18.29

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Turisti stranieri fanno il bagno tra la Morin e la Revel in piena notte

Una scena che ha lasciato di stucco i presenti: a pochi metri c'è lo sbocco delle acque nere, che non passavano inosservate.

Turisti stranieri fanno il bagno tra la Morin e la Revel in piena notte

La Spezia - I tifosi delle borgate vincitrici del Palio del Golfo, che ogni anno si tuffano nelle acque non certo cristalline della Morin, hanno degli emulatori. E questi sono ancor più coraggiosi, visto che loro il bagno, durato oltre una decina di minuti, lo hanno fatto proprio davanti allo scarico delle acque nere che ancora trasporta i reflui di alcune zone della città in mare (qualcuno, infatti, ancora si oppone all'allaccio al depuratore).
E' accaduto la notte scorsa, intorno all'1.30, all'intersezione tra le banchine della Passeggiata Morin e della Revel, nello specchio acqueo compreso tra gli ormeggi dei pescherecci e quelli dei traghetti. Un gruppo di stranieri, dalla parlata tedesca, sono arrivati gaudenti e sguaiati da Viale Italia e non ci hanno messo molto a decidere di rinfrescarsi. Si sono spogliati - completamente gli uomini, tenendo addosso solamente gli slip le donne - e si sono tuffati tra gli sguardi increduli degli spezzini che passavano di lì. Uno in particolare, il proprietario di due imbarcazioni ormeggiate nella zona, ha cercato di distoglierli dal loro intento e di farli uscire dall'acqua, cercando di spiegare che avrebbero potuto ferirsi i piedi camminando su un fondale nel quale ci può essere di tutto.
Poco dopo, concluse le abluzioni, i bagnanti sono usciti, hanno recuperato i vestiti che avevano lasciato sulla banchina e se ne sono andati. Con lo stesso tasso alcolemico di quando erano arrivati.
Tra gli stupiti di quanto accaduto, alcuni hanno imputato il fatto alla mancanza di cartelli che indichino il divieto di balneazione. In tutta risposta è stato fatto notare come in nessun altro porto del mondo solitamente venga presa in considerazione l'idea di tuffarsi in mezzo alle barche e ai traghetti. Ma gli spezzini, si sa, vivono male l'assenza di una spiaggia in città e quindi nei cuori di alcuni è sbocciata l'invidia e la comprensione per chi, completamente ubriaco, ha deciso di far diventare il sogno realtà. Nonostante che, riferiscono i testimoni, dallo scarico fognario si distinguesse nettamente il torbido affluire di un liquido dal colore (in questo caso, pare, non dall'odore) ben poco invitante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure