Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 21 Marzo - ore 23.30

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Tartarughe nel giardino di casa, denunciato

Il possessore degli animali, un pensionato, è stato sanzionato per non avere denunciato la detenzione degli animali.

140 esemplari
Tartarughe nel giardino di casa, denunciato

La Spezia - Nel corso di un servizio nel centro cittadino, i carabinieri spezzini hanno notato un giardino in cui vi erano numerosissimi esemplari di tartarughe terrestri. Insospettiti dall'inconsueta scoperta, hanno così attivato i colleghi Carabinieri Forestali del nucleo CITES (Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione) che, fatto accesso all’abitazione, hanno accertato la presenza di circa centoquaranta tartarughine, in parte libere di circolare in giardino ed in parte racchiuse in gabbie per volatili. Il possessore degli animali, un pensionato 63enne, è stato così sanzionato per non avere denunciato la detenzione degli animali. Rischia ora un’ammenda che potrebbe arrivare ad oltre 600 euro, per non avere denunciato le nidiate.

Una legge del 1992 prevede infatti che alcune specie di mammiferi e rettili, considerati potenzialmente a rischio per la salute pubblica e devono essere denunciati, oltre che, naturalmente, tenuti in condizioni in cui non possano soffrire. Le tartarughe di terra sono esemplari in via d'estensione secondo quanto scritto nell'allegato A della Convenzione di Washington. Nel primo caso, un cittadino extracomunitario, operante in un circo itinerante, è stato segnalato all’autorità giudiziaria per la detenzione, senza la prescritta certificazione Cites, di una “Testudo marginata”, la quale è risultata anche contrassegnata con microchip diverso da quello indicato nel relativo registro. Nel secondo caso, il detentore aveva omesso di presentare, e per questo è stato sanzionato in via amministrativa, la denuncia di nascita, in cattività, da “genitori” regolarmente detenuti, di 140 esemplari di “Testudo Hermanni”, non dotati del prescritto microchip. Anche nell’ultimo caso, il detentore, anch’egli sanzionato, non aveva presentato, con riferimento a 58 esemplari di “Testudo graeca” la prescritta denuncia di nascita, omettendo anche di microchippare gli esemplari stessi.

Appare utile ricordare, anche per non incorrere in gravose sanzioni, che la nascita in cattività di esemplari di tartarughe terrestri tutelate dalla Convenzione di Washington deve essere denunciata al Nucleo Carabinieri Cites territoriale, compilando l’apposito modulo, entro dieci giorni dall’evento. Entro un anno dalla nascita, il relativo esemplare deve essere sottoposto a microchippatura da parte del veterinario di fiducia e i relativi dati devono essere comunicati al medesimo Cites per il definitivo perfezionamento della pratica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tartarughe sequestrate
Tartarughe sequestrate


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News